Pubblicato in 4 June 2018

Breast Cancer Treatment: La chemioterapia per il minor numero di donne

Ci si può aspettare di vedere un minor numero di donne nelle prime fasi del tipo più comune di cancro al seno sottoposti a chemioterapia in un prossimo futuro.

I ricercatori hanno svelato uno studio che suggerisce che il 70 per cento delle donne con carcinoma mammario HER2-negativa che non si è diffuso ai linfonodi ottenere benefici extra da sottoposti a chemioterapia.

I risultati sono stati pubblicati Domenica sul New England Journal of Medicine e sono stati annunciati presso l’American Society of Clinical Oncology (ASCO) 2018 incontro a Chicago.

Molti oncologi sono tenuti a seguire i risultati dello studio e permettere alle donne con stadio I o II stadio carcinoma mammario HER2-negativo per evitare la tossicità e gli effetti collaterali della chemioterapia.

Queste donne sarebbero invece essere trattati con radiazioni, chirurgia e terapia ormonale.

“Lo studio dovrebbe avere un impatto enorme su medici e pazienti,” Dr Kathy Albain, un ematologo / oncologo alla Loyola Medicina in Illinois e un co-autore di studio, ha detto in un comunicato stampa. “I suoi risultati saranno notevolmente espandere il numero di pazienti che possono rinunciare a chemioterapia senza compromettere i loro risultati. Stiamo de-escalation terapia tossica “.

esperti di cancro sono d’accordo con la sua valutazione.

“Penso che tutti ora si sentono più a suo agio con le loro decisioni,” il Dott Otis Brawley, MACP, FASCO, FRONTE, direttore medico e scientifico per l’American Cancer Society, ha detto Healthline. “Questo è il punto di riferimento.”

“Non dovresti fare chemio a meno che non si deve”, ha aggiunto il dottor Jack Jacoub, oncologo medico e direttore medico presso l’MemorialCare Cancer Institute presso l’Orange Coast Medical Center in California. “E ‘bello per i medici non devono dare ai pazienti gli effetti collaterali.”

Ciò che lo studio ha rivelato

Lo studio ha coinvolto uno studio clinico di fase III ha coinvolto più di 10.000 donne.

Come parte del  TAILORx studio,  sono stati dati alle donne un test di 21-gene da Genomic Health chiamato Oncotype DX.

Il test prende in esame l’attività di 21 geni di tessuto di cancro al seno e gli assegna un punteggio compreso tra 0 e 100.

Il test di 21-gene è stato utilizzato dal 2003.

Le donne con il cancro al seno in stadio precoce HER2-negativi che hanno un punteggio di 10 o di seguito non sono di solito prescritti chemioterapia.

Le donne con un punteggio superiore a 25 sono generalmente sottoposti a chemioterapia.

Jacoub detto Healthline sono le donne con punteggi mid-range compreso tra 11 e 25 che hanno fornito gli oncologi con decisioni difficili.

“Questo è qualcosa oncologi hanno lottato con,” ha detto.

In questo ultimo studio, ricercatori si sono concentrati sul 69 per cento dei partecipanti al studi clinici che hanno avuto i punteggi dei test di fascia media.

I pazienti in questo gruppo sono stati assegnati in modo casuale alla chemioterapia con la terapia ormonale supplementare o la terapia ormonale semplicemente da solo.

Tra le donne con i punteggi di fascia media, i ricercatori hanno concluso che in generale non vi era alcuna differenza significativa nei risultati di coloro che avevano la chemioterapia e quelli che non lo hanno fatto.

Questo era particolarmente vero per le donne di età compresa tra 50 e 75 tra.

I ricercatori hanno riferito che per le donne di età inferiore a 50, i risultati sono stati simili a quelli dei pazienti che avevano punteggi di 15 o inferiore.

Per i partecipanti più giovani, la chemioterapia è stata solo leggermente più efficace per le donne con punteggi tra i 16 ei 25.

Un grande cambiamento

Se i medici adottano i risultati dello studio, un sacco di donne potrebbe essere influenzata.

Il cancro al seno è il secondo tumore più comune tra le donne negli Stati Uniti, dietro il cancro della pelle solo.

Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), circa 236.000 donne e 2.100 uomini erano con diagnosi di cancro al seno nel 2014, l’anno più recente per il quale i dati sono disponibili.

Circa 41.000 donne e 465 uomini sono morti dalla malattia di quell’anno.

I ricercatori hanno osservato che la chemioterapia è efficace nei pazienti con cancro al seno in seguito allo stadio, così come altre forme della malattia.

Tuttavia, hanno detto la chemioterapia produce anche un sacco di effetti collaterali.

Tra gli effetti immediati sono nausea, perdita di capelli, e ridotti conta ematica.

Tra i potenziali effetti a lungo termine sono le malattie cardiache, la leucemia, e neuropatia.

“La chemioterapia non è senza i suoi rischi”, ha detto Jacoub.

Ha detto che con il test 21-gene è uno strumento efficace per la sua natura semplicistica. I geni sono sia acceso o spento.

“Con questo test, si ascolta geni del tumore”, ha detto.

Jacoub ha detto di essere in grado di trattare il cancro al seno senza usare la chemioterapia aiuterà i pazienti così come la comunità medica.

“È possibile ottenere nello stesso posto … senza effetti collaterali e la tossicità”, ha detto.

Brawley ha osservato che la riduzione in chemioterapia potrebbe ridurre le entrate per alcuni oncologi, ma non pensare che ti interessa.

“Io non conosco nessun medico che non è entusiasta di questo”, ha detto.