Pubblicato in 23 October 2018

Quando è il momento migliore per prendere la vitamina D? Mattino o notte?

La vitamina D è una vitamina incredibilmente importante, ma è trovato in pochissimi alimenti ed è difficile da ottenere attraverso la dieta da sola.

Come una grande percentuale della popolazione mondiale è a rischio di carenza di vitamina D è uno dei supplementi nutrizionali più comuni.

Tuttavia, molti fattori possono influenzare la sua efficacia, anche quando e come si prende la sua dose giornaliera.

Questo articolo esplora il momento migliore per prendere la vitamina D per massimizzare l’assorbimento e l’efficacia.

Miglior tempo di prendere la vitamina DCondividi su Pinterest

La vitamina D si distingue dalle altre vitamine perché è considerato un ormone ed è prodotto dalla pelle a seguito di esposizione alla luce solare (1).

Ottenere abbastanza vitamina D è essenziale per la vostra salute, come gli studi indicano che può giocare un ruolo nella funzione immunitaria, la salute delle ossa, la prevenzione del cancro e di più (2, 3, 4).

Tuttavia, la vitamina D si verifica in poche fonti di cibo - il che rende difficile per soddisfare le vostre esigenze, se non stai ricevendo l’esposizione al sole regolare.

Per gli adulti anziani e le persone che hanno la pelle più scura, sono in sovrappeso o vivono in aree dove la luce solare è limitato, il rischio di carenza è ancora più alto (5).

Circa il 42% degli adulti negli Stati Uniti sono carenti di questa vitamina chiave (6).

Che integra è un modo semplice ed efficace per soddisfare le vostre esigenze di vitamina D, soprattutto se sei a rischio di carenza.

Riassunto Anche se la vitamina D è prodotta dalla pelle in risposta a esposizione alla luce solare, che è trovato naturalmente in pochissimi alimenti. Un’integrazione con vitamina D è un modo efficace per soddisfare le vostre esigenze e prevenire la carenza.

La vitamina D è una vitamina liposolubile , il che significa che non si scioglie in acqua e viene assorbita meglio nel sangue se abbinato con cibi ad alto contenuto di grassi.

Per questo motivo, si consiglia di prendere integratori di vitamina D con un pasto per aumentare l’assorbimento.

Secondo uno studio a 17 persone, l’assunzione di vitamina D con la più grande pasto della giornata aumento dei livelli ematici di vitamina D di circa il 50% dopo soli 2-3 mesi (7).

In un altro studio in 50 adulti più anziani, che consumano la vitamina D a fianco di un pasto ricco di grassi pesante aumento dei livelli ematici di vitamina D del 32% dopo 12 ore rispetto a un pasto senza grassi (8).

Avocado , noci, semi, latticini pieno di grassi e le uova sono fonti nutrienti di grassi che aiutano ad amplificare il vostro assorbimento della vitamina D.

Riassunto Gli studi indicano che avere la vitamina D con un grande pasto o fonte di grassi può aumentare significativamente l’assorbimento.

Molte persone preferiscono assumere integratori come la vitamina D prima cosa al mattino.

Non solo è spesso più conveniente, ma è anche più facile da ricordare le vitamine al mattino che nel corso della giornata.

Ciò è particolarmente vero se si sta prendendo più di integratori, in quanto può essere difficile da scaglionare integratori o farmaci per tutta la giornata.

Per questo motivo, può essere meglio per ottenere l’abitudine di prendere il supplemento di vitamina D con una sana colazione .

Utilizzando un fortino, l’impostazione di un allarme o l’archiviazione dei supplementi vicino al vostro tavolo da pranzo ci sono alcune strategie semplici per ricordare di prendere la vitamina D.

Sommario Alcune persone possono trovare che l’assunzione di vitamina D prima cosa al mattino è più conveniente e più facile da ricordare che prendere in seguito.

La ricerca collega i livelli di vitamina D per la qualità del sonno.

In effetti, molti studi associano bassi livelli di vitamina D nel sangue a un maggiore rischio di disturbi del sonno, più povera la qualità del sonno e ridurre la durata del sonno (9, 10, 11).

Al contrario, un piccolo studio ha suggerito che alti livelli ematici di vitamina D possono essere collegati ad abbassare i livelli di melatonina - l’ormone responsabile della regolazione il ciclo del sonno - in persone con sclerosi multipla (12).

Alcuni rapporti aneddotici sostengono che l’assunzione di vitamina D durante la notte può influenzare negativamente la qualità del sonno , interferendo con la produzione di melatonina.

Tuttavia, la ricerca scientifica per determinare come l’integrazione con vitamina D durante la notte possono influenzare il sonno è al momento disponibile.

Fino esistono studi, può essere meglio di sperimentare in modo semplice e trovare ciò che funziona meglio per voi.

Riassunto La carenza di vitamina D può avere un impatto negativo la qualità del sonno. Alcuni rapporti aneddotici affermano che l’integrazione con vitamina D nelle ore notturne può interferire con il sonno, ma i dati scientifici in tal senso non è disponibile.

L’assunzione di vitamina D con un pasto può migliorare l’assorbimento e aumentare i livelli ematici più efficiente.

Tuttavia, c’è una ricerca limitata dal fatto che l’assunzione di notte o al mattino può essere più efficace.

I passi più importanti sono per adattarsi vitamina D nella vostra routine e portarlo costantemente per garantire la massima efficacia.

Prova a prendere è al fianco colazione o uno spuntino prima di coricarsi - fintanto che non interferisce con il sonno.

La chiave è quello di trovare ciò che funziona per voi e bastone con esso per garantire la soddisfare le vostre esigenze di vitamina D.

Riassunto Assunzione di vitamina D con un pasto può aumentare l’assorbimento, ma studi sui tempi specifici sono limitati. Per ottenere i migliori risultati, esperimento con orari diversi per trovare ciò che funziona per voi.

Gli integratori possono essere un modo efficace per aumentare i livelli ematici di vitamina D, che è cruciale per la salute.

L’assunzione di vitamina D con il cibo può aumentare la sua efficacia, in quanto è liposolubile.

Anche se non è stato stabilito il miglior tempo, i dati scientifici per confermare rapporti aneddotici che l’integrazione di notte può interferire con il sonno non è disponibile.

La ricerca attuale suggerisce che si può adattare la vitamina D nella vostra routine ogni volta che si preferisce.