Pubblicato in 27 March 2018

Do bassa percentuale di grassi diete funzionano davvero?

Per molti decenni, le autorità sanitarie hanno raccomandato una dieta a basso contenuto di grassi.

Questa raccomandazione è stata ampiamente accettata nella comunità medica tradizionale.

Anche se studi recenti hanno sollevato alcune domande circa la validità di queste linee guida, la maggior parte delle autorità sanitarie non hanno cambiato la loro posizione.

La questione è ancora controversa e le linee guida rimangono sostanzialmente invariati, anche se il loro fondamento scientifico si è indebolita (1, 2).

Così sono le diete a basso contenuto di grassi veramente efficace nel prevenire le malattie cardiache o di promuovere la perdita di peso? Questo articolo riassume le prove.

Fare Low-Fat diete funzionanoCondividi su Pinterest

La dieta povera di grassi standard raccomandato dalle autorità sanitarie contiene meno del 30% delle calorie giornaliere dai grassi.

Diete molto basso contenuto di grassi forniscono generalmente 10-15% (o meno) di calorie totali da grassi.

Inoltre, molte linee guida raccomandano che il contributo calorico giornaliero di grassi saturi non dovrebbe superare il 7-10%.

La maggior parte degli studi che hanno valutato le diete a basso contenuto di grassi sembrano seguire queste definizioni.

Riassunto La dieta povera di grassi fornisce generalmente inferiore al 30% del totale delle calorie da grassi, mentre diete molto basso contenuto di grassi forniscono meno del 10-15%.

Le diete a basso contenuto di grassi sono spesso raccomandati per le persone che hanno bisogno di perdere peso .

Il motivo principale alla base di questa raccomandazione è che il grasso fornisce un maggior numero di calorie per grammo rispetto alle altre sostanze nutritive importanti, proteine ​​e carboidrati.

Fat fornisce circa 9 calorie per grammo, mentre proteine ​​e carboidrati forniscono solo 4 calorie per grammo.

Gli studi dimostrano che le persone che ridurre l’apporto calorico mangiando meno grassi perdere peso. Anche se la perdita di peso è di piccole dimensioni, in media, è considerato rilevante per la salute (3).

Ma quanto efficace è una dieta a basso contenuto di grassi rispetto a una dieta a basso contenuto di carboidrati?

Le diete a basso contenuto di carboidrati sono di solito ad alto contenuto di proteine ​​e grassi.

Quando l’assunzione di cibo è strettamente monitorata e controllata, le diete a basso contenuto di grassi sembrano altrettanto efficace per la perdita di peso come le diete a basso contenuto di carboidrati .

Almeno, questi sono stati i risultati di un piccolo studio in 19 adulti obesi che hanno trascorso due settimane in un reparto metabolico, che è un ambiente di laboratorio altamente controllato (4).

Tuttavia, il periodo di studio è stato breve e l’ambiente non riflette una situazione di vita reale.

Studi in persone a vita libera in generale concordano sul fatto che le diete a basso contenuto di grassi non sono efficaci quanto diete low-carb (5, 6, 7).

La ragione di questa incoerenza non è chiaro, ma la spiegazione più probabile è che le diete a basso contenuto di carboidrati sono di solito associati con una maggiore qualità dietetica.

Essi tendono a concentrarsi su cibi integrali, come le verdure, uova, carne e pesce. Inoltre incoraggiano saltare la maggior parte dei cibi spazzatura, che di solito sono ad alto contenuto di carboidrati raffinati o zuccheri aggiunti.

Inoltre, diete low-carb sulla base di cibi integrali tendono ad essere più elevati sia in fibre e proteine ​​di diete a basso contenuto di grassi.

Una dieta a basso contenuto di carboidrati di successo può favorire la perdita di peso nei seguenti modi:

  • Abbassa l’assunzione di calorie: di assumere molte proteine si riduce l’apporto calorico sopprimendo l’appetito e aumentando il numero di calorie bruciate (8).
  • Aumenta pienezza: Un’alta assunzione di alcuni tipi di fibre può ridurre l’apporto calorico aumentando pienezza (9).
  • Combatte voglie: Le diete a basso contenuto di carboidrati possono sopprimere carb e zucchero voglie (10).

In poche parole, le diete low-carb funzionano perché promuovono una dieta più sana.

Al contrario, andando su una dieta povera di grassi senza enfatizzare la qualità del cibo può portare ad un aumento del consumo di cibi spazzatura ad alto contenuto di zuccheri aggiunti e carboidrati raffinati.

Riassunto diete low-carb a basso contenuto di grassi e sono ugualmente efficaci per la perdita di peso in situazioni altamente controllate. Tuttavia, nella vita libera le persone obese, le diete a basso contenuto di grassi tendono ad essere meno efficace di diete low-carb.

Le linee guida basso contenuto di grassi sono stati pubblicato la prima volta nel 1977. Da allora, molte delle principali organizzazioni sanitarie non hanno cambiato la loro posizione.

L’introduzione delle linee guida basso contenuto di grassi sembra aver segnato l’inizio della epidemia di obesità. La seguente immagine parla più di mille parole:

Certo, molte cose stavano cambiando nella società al momento e questo grafico non prova che le linee guida hanno causato l’epidemia di obesità.

Tuttavia, io personalmente trovo plausibile che demonizzare i grassi e dando carboidrati raffinati e zucchero la luce verde può aver contribuito ad esso.

Quando i consumatori hanno cominciato a credere che il grasso era la radice di ogni male, tutti i tipi di cibi spazzatura basso contenuto di grassi invaso il mercato.

Molti di questi alimenti sono stati caricati con carboidrati raffinati, zucchero e grassi trans , che sono associati con la malattia di cuore, il diabete, l’obesità e tutte quelle patologie la dieta povera di grassi è stata pensata per il trattamento (11, 12, 13).

Riassunto Le linee guida a basso contenuto di grassi sono stati pubblicati nel 1977. L’epidemia di obesità ha iniziato intorno allo stesso tempo, ma non è chiaro se le due cose sono collegate.

Quando le linee guida basso contenuto di grassi sono stati concepiti, gli scienziati credevano che i grassi saturi è una causa importante di malattie cardiache.

Questa idea modellato le raccomandazioni dietetiche dei decenni successivi. Ciò spiega perché le organizzazioni sanitarie hanno iniziato scoraggiare le persone dal mangiare cibi ricchi di grassi saturi, come uova, carne grassa e latticini con grassi naturali.

Le linee guida sono basate su prove deboli al momento e non tutti gli scienziati hanno concordato. Hanno avvertito che sostenendo per una dieta a basso contenuto di grassi potrebbe avere conseguenze impreviste.

Oggi, la ricerca di alta qualità suggerisce che i grassi saturi non è il cattivo è stato fatto fuori per essere. Diversi studi recenti indicano non esiste un legame significativa tra grassi saturi e malattie cardiache (14, 15).

Tuttavia, sostituire i grassi saturi con grassi polinsaturi può avere benefici per la salute del cuore, probabilmente a causa dei loro effetti anti-infiammatori (16).

Ma la dieta standard a basso contenuto di grassi non solo raccomandare ridotto apporto di grassi saturi. Le linee guida raccomandano la gente anche di limitare l’assunzione di grassi a meno del 30% del loro apporto calorico totale.

Un certo numero di studi dimostrano che l’abbassamento assunzione complessiva di grassi non migliora la salute del cuore (1, 17, 18, 19).

Mangiare troppo poco grasso può influire negativamente anche i fattori di rischio per le malattie cardiache.

Il colesterolo LDL è spesso definito come il colesterolo “cattivo”. Tuttavia, questa è solo una mezza verità. La dimensione delle particelle LDL è importante.

Le più piccole particelle che hai, maggiore è il rischio di malattie cardiache. Se le particelle sono per lo più di grandi dimensioni, quindi il rischio di malattie di cuore è basso ( 20 , 21 , 22 , 23 , 24 ).

La cosa con le diete a basso contenuto di grassi è che possono realmente cambiare il LDL dalle particelle innocue grandi al dannoso, che ostruiscono le arterie piccole, dense LDL (24, 25, 26).

Alcuni studi dimostrano anche che le diete a basso contenuto di grassi può ridurre HDL “il buon” colesterolo ed aumentare trigliceridi nel sangue, un altro importante fattore di rischio (27, 28 , 29 ).

Sommario Le diete a basso contenuto di grassi possono influenzare negativamente i livelli di lipidi nel sangue, modello LDL, HDL e trigliceridi, potenzialmente aumentando il rischio di malattie cardiache.

Le linee guida basso contenuto di grassi introdotti nel 1977 non erano basate su prove concrete.

Mentre recenti studi hanno indebolito il loro fondamento scientifico ancora di più, il dibattito continua.

Una cosa è chiara. Mangiare meno grassi, non è sempre il modo migliore per perdere peso. Le diete a basso contenuto di carboidrati tendono ad essere più efficace per la maggior parte delle persone.

L’associazione di grasso con la malattia di cuore è più controverso e complesso. Nel complesso, tagliando il consumo di grassi non è in grado di ridurre il rischio di malattie cardiache.

Invece di preoccuparsi per la vostra assunzione di grassi totali, si concentrano sul miglioramento della qualità della vostra dieta. Mangiare più cibi integrali e grassi sani è un buon modo per iniziare.