Pubblicato in 8 December 2017

6 basata sulla scienza Benefici per la salute di Krill Oil

olio di krill è un integratore che sta rapidamente guadagnando popolarità come alternativa al olio di pesce.

Esso è composto da krill, una specie di piccolo crostaceo consumata da balene, pinguini e altre creature del mare.

Come olio di pesce, che è una fonte di acido docosaesaenoico (DHA) e acido eicosapentaenoico (EPA), tipi di omega-3 grassi trovano solo in fonti marine. Hanno funzioni importanti nel corpo e sono legati a una serie di benefici per la salute (1, 2, 3, 4 ).

Pertanto, è una buona idea di prendere un supplemento contenente EPA e DHA, se non si consumano la raccomandata otto once di pesce a settimana (5).

L’olio di krill è talvolta commercializzato come superiore a olio di pesce, anche se sono necessarie ulteriori ricerche su questo. Indipendentemente da ciò, può avere alcuni importanti benefici per la salute.

Qui ci sono sei su base scientifica benefici per la salute di olio di krill.

Olio di krillCondividi su Pinterest

Sia olio di krill e olio di pesce contengono i grassi omega-3 EPA e DHA.

Tuttavia, alcune evidenze suggeriscono che i grassi presenti nell’olio di krill può essere più facile per il corpo di utilizzare quelli da olio di pesce, poiché la maggior parte omega-3 grassi nell’olio di pesce sono memorizzati sotto forma di trigliceridi (6).

D’altra parte, una gran parte dei grassi omega-3 in olio di krill può essere trovato in forma di molecole chiamate fosfolipidi, che può essere più facile da assorbire nel sangue (6).

Alcuni studi hanno trovato che l’olio di krill è stato più efficace di olio di pesce ad innalzare i livelli di omega-3, e hanno ipotizzato che le loro forme differenti di grassi omega-3 potrebbe essere il motivo per cui (6, 7).

Un altro studio attentamente abbinato la quantità di EPA e DHA in olio di krill e pesce, e ha scoperto che gli oli sono stati ugualmente efficaci ad innalzare i livelli di omega-3 nel sangue (8).

Sono necessarie ulteriori ricerche per determinare se l’olio di krill è in realtà un più efficace, fonte biodisponibile di grassi omega-3 di olio di pesce.

Riassunto Olio di krill è una fonte eccellente di grassi sani. I grassi omega-3 in olio di krill può essere più facile da assorbire rispetto a quelli in olio di pesce, ma sono necessari ulteriori studi per dirlo con certezza.

Gli acidi grassi omega-3 come quelli trovati in olio di krill hanno dimostrato di avere importanti antinfiammatori funzioni nel corpo (9).

Infatti, l’olio di krill può essere ancora più efficace nel combattere l’infiammazione di altri marini omega-3 fonti perché sembra essere più facile per il corpo di utilizzare.

Cosa c’è di più, l’olio di krill contiene un pigmento di colore rosa-arancio chiamato astaxantina, che ha effetti anti-infiammatori e antiossidanti (9).

Alcuni studi hanno iniziato ad esplorare gli effetti specifici di olio di krill su infiammazione.

Uno studio provetta pensa che riduce la produzione di molecole infiammatorie che provocano quando i batteri nocivi sono stati introdotti alle cellule intestinali umane (9).

Uno studio su 25 persone con livelli di grassi nel sangue leggermente sollevate trovato che l’assunzione di 1.000 mg di integratori di olio di krill al giorno ha migliorato un marker di infiammazione modo ancora più efficace di un supplemento giornaliero di 2000 mg di omega-3 purificati (10).

Inoltre, uno studio di 90 persone con infiammazione cronica ha trovato che l’assunzione di 300 mg di krill al giorno di petrolio è stato sufficiente a ridurre un marker di infiammazione fino al 30% dopo un mese (11).

Anche se ci sono solo pochi studi che hanno valutato olio di krill e l’infiammazione, hanno mostrato risultati potenzialmente benefici.

Riassunto L’olio di krill contiene infiammazione-combattimento grassi omega-3 e di un antiossidante chiamato astaxantina. Solo pochi studi hanno specificamente studiato gli effetti di olio di krill sulla infiammazione, ma tutti hanno trovato effetti benefici.

Perché l’olio di krill sembra aiutare a ridurre l’infiammazione, si può anche migliorare i sintomi di artrite e dolori articolari, che spesso derivano da infiammazione.

Infatti, uno studio che ha trovato l’olio di krill significativamente ridotto un marker di infiammazione anche scoperto che l’olio di krill ridotta rigidità, disabilità funzionali e dolori in pazienti con reumatoide o osteoartrite (11).

Un secondo, piccolo ma ben progettato studio di 50 adulti con lieve dolore al ginocchio ha trovato che l’assunzione di olio di krill per 30 giorni ha ridotto significativamente il dolore dei partecipanti mentre dormivano e in piedi. ‘Anche aumentato il loro raggio di movimento (12).

Inoltre, i ricercatori hanno studiato gli effetti di olio di krill in topi affetti da artrite. Quando il mouse si è olio di krill, avevano migliorato i punteggi di artrite, meno gonfiore e un minor numero di cellule infiammatorie nelle loro articolazioni (13).

Mentre ulteriori studi sono necessari per supportare questi risultati, olio di krill sembra avere un buon potenziale come trattamento supplementare per l’artrite e dolori articolari.

Riassunto Diversi studi sugli animali e sull’uomo hanno scoperto che l’assunzione di supplementi di olio di krill aiuta a migliorare i sintomi di dolore e artrite comuni, anche se sono necessari ulteriori studi.

Grassi omega-3 e DHA ed EPA in particolare, sono considerati sana per il cuore (2).

La ricerca ha dimostrato che l’olio di pesce può migliorare i livelli di lipidi nel sangue, e sembra olio di krill per essere efficace pure. Studi hanno dimostrato che può essere particolarmente efficace nel ridurre i livelli di trigliceridi e altri grassi nel sangue (2, 14, 15, 16, 17).

Uno studio ha confrontato gli effetti di olio di krill e purificati omega-3 sui livelli di colesterolo e trigliceridi.

Solo krill olio sollevato “buono” ad alta densità-lipoproteine ​​(HDL). E ‘stato anche più efficace a ridurre un marker di infiammazione, anche se il dosaggio era molto più basso. D’altra parte, i puri omega-3 sono più efficaci nel ridurre i trigliceridi (10).

Una recente revisione di sette studi ha concluso che l’olio di krill è efficace nel ridurre colesterolo “cattivo” LDL e dei trigliceridi, e può aumentare colesterolo “buono” HDL, troppo (17).

Un altro studio ha confrontato krill all’olio e trovato che l’olio di krill migliorato significativamente il punteggio insulino-resistenza, nonché la funzione del rivestimento dei vasi sanguigni (18).

Ulteriori studi a lungo termine sono necessari per indagare come l’olio di krill influenza il rischio di malattie cardiache. Ma sulla base delle prove finora, sembra efficace nel migliorare alcuni fattori di rischio noti.

Riassunto Gli studi hanno trovato che l’olio di krill, come altre fonti di grassi omega-3, può essere efficace nel migliorare i livelli di lipidi nel sangue e altri fattori di rischio per le malattie cardiache.

In generale, consumando grassi omega-3 può aiutare a diminuire il dolore e l’infiammazione ( 19 ).

Diversi studi hanno trovato che l’assunzione di supplementi di olio di omega-3 o di pesce può aiutare a diminuire il dolore periodo ed i sintomi della sindrome premestruale (PMS), in alcuni casi, abbastanza per diminuire l’uso di farmaci antidolorifici (20, 21, 22, 23, 24).

Sembra che l’olio di krill, che contiene gli stessi tipi di grassi omega-3, può essere altrettanto efficace.

Uno studio ha confrontato gli effetti di olio di krill e olio di pesce in donne con diagnosi di sindrome premestruale (25).

Dallo studio è emerso che, mentre entrambi i supplementi portato a miglioramenti statisticamente significativi nei sintomi, le donne che assumono olio di krill hanno significativamente meno farmaci per il dolore rispetto alle donne che assumono olio di pesce (25).

Questo studio suggerisce che l’olio di krill può essere almeno efficace come altre fonti di omega-3 grassi a migliorare i sintomi della sindrome premestruale.

Riassunto Diversi studi hanno trovato che grassi omega-3 possono contribuire a migliorare il dolore di periodo e PMS. Finora solo uno studio ha investigato gli effetti di olio di krill sul PMS, ma i risultati sono stati promettenti.

Prendendo l’olio di krill è un modo semplice per aumentare l’apporto di EPA e DHA.

E ‘ampiamente disponibile e può essere acquistato online o in maggior parte delle farmacie. Le capsule sono in genere più piccoli di quelli di supplementi di olio di pesce, e possono essere meno probabilità di causare eruttazione o un retrogusto di pesce.

Olio di krill è anche in genere considerato come una scelta più sostenibile di olio di pesce, perché krill sono così abbondanti e si riproducono rapidamente. A differenza di olio di pesce, contiene anche astaxantina.

Purtroppo, si tratta anche con un prezzo significativamente più alto.

Le organizzazioni sanitarie in genere raccomandano un’assunzione di 250-500 mg al giorno di EPA e DHA combinati ( 26 ).

Tuttavia, sono necessari ulteriori studi prima che può essere raccomandato un dosaggio ideale di olio di krill. Assicurati di seguire le istruzioni riportate sulla confezione o discuterne con il medico.

Si raccomanda di non superare i 5.000 mg di EPA e DHA combinati al giorno, sia da dieta o integratori ( 26 ).

Infine, tenere a mente che alcune persone non devono assumere olio di krill senza consultare il proprio medico. Questo include tutti coloro che le fluidificanti del sangue, persone che si preparano per la chirurgia o donne in gravidanza o allattamento ( 4 ).

Questo è perché i grassi omega-3 possono avere un effetto anti-coagulazione a dosi elevate, anche se fatti suggeriscono puo ‘non essere nocivo. olio di krill non è stato studiato per la sicurezza durante la gravidanza o l’allattamento.

Si dovrebbe anche evitare di prendere olio di krill se si dispone di un’allergia di frutti di mare.

Riassunto Krill capsule di olio sono ampiamente disponibili e tendono ad essere più piccolo di capsule di olio di pesce. Assicurati di seguire le raccomandazioni di dosaggio sulla confezione.

L’olio di krill sta rapidamente guadagnando un nome per se stesso come alternativa al olio di pesce.

Si può offrire vantaggi unici come ad esempio un dosaggio più piccolo, antiossidanti, approvvigionamento sostenibile e meno effetti collaterali.

Sia che si ha veramente qualità superiori di olio di pesce resta da vedere, e sono necessari ulteriori studi per chiarire i suoi effetti sulla salute e dosaggio ideale.

Tuttavia, l’evidenza suggerisce finora che l’olio di krill è una fonte effettiva di grassi omega-3 che offre diversi vantaggi basata sulla scienza.