Pubblicato in 26 December 2017

Come la dieta influisce Emicrania: Alimenti da evitare, Alimenti da mangiare

Milioni di persone in tutto il mondo esperienza emicranie.

Mentre il ruolo della dieta nella emicrania è controversa, diversi studi suggeriscono che alcuni alimenti possono portarli su in alcune persone.

Questo articolo discute il ruolo potenziale di emicrania attiva alimentari, così come integratori che possono ridurre la frequenza di emicrania e sintomi.

Giovane donna con malCondividi su Pinterest

Un emicrania è un disturbo comune caratterizzata da ricorrenti, mal di testa lancinante che possono durare fino a tre giorni.

Diversi sintomi distinguono emicrania mal di testa normale. Essi coinvolgono tipicamente solo un lato della testa e sono accompagnati da altri segni.

Questi includono nausea e ipersensibilità alla luce, suoni e gli odori. Alcune persone anche esperienza disturbi visivi, noto come aura, prima di ottenere un emicrania (1).

Nel 2001, si stima che 28 milioni di americani sperimentato emicrania. La ricerca ha dimostrato una maggiore frequenza nelle donne rispetto agli uomini (2, 3).

La causa di fondo di emicrania è sconosciuta, ma gli ormoni, stress e fattori dietetici possono svolgere un ruolo (4, 5, 6).

Circa 27-30% di quelli con emicrania crede che alcuni alimenti innescare loro emicranie (6, 7).

Posto che la prova è di solito basato su conti personali, il ruolo della maggior parte dei trigger dietetiche è controversa.

Tuttavia, gli studi suggeriscono alcune persone con emicrania possono essere soggetti a determinati alimenti.

Qui di seguito sono 11 dei dietetiche più frequentemente riportati trigger di emicrania .

Caffè è una delle bevande più popolari del mondo.

E ‘ad alto contenuto di caffeina , uno stimolante trova anche in tè, soda e bevande energetiche.

il collegamento di caffeina per il mal di testa è complessa. Può interessare mal di testa o emicranie nei seguenti modi:

  • Trigger di emicrania : l’assunzione elevato di caffeina sembra scatenare l’emicrania in alcune persone (8).
  • Trattamento di emicrania : In combinazione con aspirina e Tylenol (paracetamolo), la caffeina è un trattamento di emicrania efficace (9, 10).
  • Caffeina ritiro mal di testa : Se si beve regolarmente caffè, saltare la dose giornaliera può causare sintomi di astinenza. Questi includono mal di testa, nausea, umore basso e scarsa concentrazione (11, 12).

mal di testa caffeina ritiro sono spesso descritti come palpitante e associati a nausea - sintomi simili a quelli di un’emicrania (13).

Si stima che circa il 47% dei consumatori abituali di caffè esperienza di un mal di testa dopo l’astensione da caffè per 12-24 ore. Essa diventa a poco a poco peggio, con un picco tra i 20-51 ore di astinenza. Questo può durare per 2-9 giorni (14).

La probabilità di astinenza da caffeina mal di testa aumenta con l’aumentare l’assunzione di caffeina al giorno. Eppure, non più di 100 mg di caffeina al giorno, o circa una tazza di caffè, è sufficiente a causare mal di testa su ritiro (12, 15).

Se si ottiene il mal di testa a causa di astinenza da caffeina, si dovrebbe cercare di mantenere il vostro programma di caffè o abbassare gradualmente l’assunzione di caffeina nel corso di un paio di settimane (11).

Limitare l’assunzione di caffeina o smettere di bevande ad alto contenuto di caffeina del tutto può essere l’opzione migliore per alcuni (8).

Riassunto astinenza da caffeina è un noto trigger di mal di testa. Quelli con l’emicrania che bevono regolarmente caffè o altre bevande contenenti caffeina altamente dovrebbe cercare di mantenere la loro assunzione regolare o ridurre gradualmente la loro assunzione.

Circa 9-18% delle persone con emicrania riferire sensibilità al formaggio stagionato (16, 17).

Gli scienziati ritengono che questo può essere a causa del suo alto contenuto di tiramina. Tiramina è un composto che si forma quando batteri abbattere l’aminoacido tirosina durante il processo di invecchiamento.

Tiramina si trova anche nel vino, estratto di lievito, cioccolato e prodotti a base di carne trasformati, ma formaggio stagionato è una delle sue fonti più ricche (18).

I livelli di tiramina appaiono più alta nelle persone con emicrania cronica, rispetto alle persone sane o con altre cefalee (19).

risultati misti Tuttavia, il ruolo di tiramina e altre ammine biogene in emicrania è discusso, come gli studi hanno fornito (11, 20).

Formaggi stagionati può anche contenere l’istamina, un altro potenziale colpevole, di cui si parla nel prossimo capitolo (21).

Riassunto Formaggi stagionati può contenere quantità relativamente elevate di tiramina, un composto che potrebbe causare mal di testa in alcune persone.

La maggior parte delle persone hanno familiarità con il mal di testa sbornia dopo aver bevuto quantità eccessive di alcol (22).

In alcune persone, le bevande alcoliche possono scatenare l’emicrania entro tre ore di consumo.

Infatti, circa il 29-36% di quelli con emicrania crede che l’alcol può scatenare un attacco di emicrania (11, 23).

Tuttavia, non tutte le bevande alcoliche si comportano nello stesso modo. Gli studi condotti su persone con emicrania hanno scoperto che il vino rosso era molto più probabile che scatenare l’emicrania rispetto alle altre bevande alcoliche, soprattutto tra le donne (24, 25).

Alcune evidenze indicano che il contenuto di istamina di vino rosso può giocare un ruolo. L’istamina si trova anche in carni lavorate, alcuni pesci, formaggi e alimenti fermentati (11, 26).

L’istamina è prodotto nel corpo, anche. E ‘coinvolto nella risposta immunitaria e funziona come un neurotrasmettitore (27, 28).

Alimentare l’intolleranza di istamina è un disturbo di salute riconosciuto. A parte il mal di testa, altri sintomi includono vampate di calore, dispnea, starnuti, prurito, eruzioni cutanee e stanchezza (29).

E ‘causata da una ridotta attività di diammina ossidasi (DAO), un enzima responsabile per abbattere istamina nel sistema digestivo (30, 31).

È interessante notare che, ridotta attività di DAO sembra essere comune nelle persone con emicrania.

Uno studio ha trovato che l’87% di quelli con emicrania aveva ridotto l’attività DAO. Lo stesso vale per solo il 44% di quelli senza emicrania (32).

Un altro studio ha mostrato che l’assunzione di un antistaminico prima di bere vino rosso ha ridotto in modo significativo la frequenza di mal di testa tra le persone che soffrono di mal di testa dopo aver bevuto (33).

Sommario Alcune bevande alcoliche, come il vino rosso, possono scatenare l’emicrania. I ricercatori ritengono che l’istamina può essere colpevole.

Circa il 5% delle persone con emicrania possono sviluppare Ore mal di testa o addirittura minuti dopo il consumo di prodotti a base di carne trasformati. Questo tipo di mal di testa è stato definito un “mal di testa hot dog” (34, 35).

I ricercatori ritengono che nitriti , un gruppo di conservanti che comprende nitrito di potassio e nitrito di sodio, può essere la ragione per cui (36).

Questi conservanti sono spesso trovati in carni lavorate . Essi impediscono la crescita di microbi nocivi come Clostridium botulinum . Inoltre aiutano a preservare il colore di carni trasformate e contribuire al loro sapore.

carni trasformate che contengono nitriti includono salsicce, prosciutto, pancetta e carni pranzo come il salame e la mortadella.

salsicce Hard-stagionati possono anche contenere quantità relativamente elevate di istamina, che potrebbe innescare l’emicrania nelle persone con intolleranza all’istamina (21).

Se si ottiene l’emicrania dopo aver mangiato carni lavorate, prendere in considerazione la loro eliminazione dalla vostra dieta. In ogni caso, mangiare carne meno elaborati è un passo verso uno stile di vita più sano.

Sommario Alcune persone con emicrania può essere sensibile ai nitriti o istamina nei prodotti a base di carne trasformati.

Le persone hanno segnalato altri trigger di emicrania, anche se le prove sono raramente solido.

Di seguito sono riportati alcuni esempi notevoli:

5. Il glutammato monosodico (MSG): Questo esaltatore di sapidità comune è stato implicato come un trigger mal di testa, ma poche prove sostiene questa idea (37, 38).

6. Aspartame: Alcuni studi hanno associato il dolcificante artificiale aspartame con un aumento della frequenza di emicrania mal di testa, ma l’evidenza è mista (39, 40, 41).

7. sucralosio : Diversi case report suggeriscono che il dolcificante artificiale sucralosio può causare emicranie in alcuni gruppi (42, 43 ).

8. Agrumi : In uno studio, circa l’11% di quelli con emicrania hanno riferito gli agrumi ad essere un trigger di emicrania (44).

9. Cioccolato : Ovunque 2-22% delle persone con emicrania rapporto di essere sensibile al cioccolato. Tuttavia, gli studi sugli effetti del cioccolato rimangono inconcludenti (11, 44).

10. glutine : frumento, orzo e segale contengono glutine. Questi cereali, così come i prodotti fatti da loro, possono scatenare l’emicrania in persone intolleranti al glutine (45).

11. digiuno o saltare i pasti : Mentre il digiuno e saltare i pasti può avere benefici, alcuni possono sperimentare l’emicrania come un effetto collaterale. Tra il 39-66% di quelli con emicrania associare i loro sintomi con il digiuno (46, 47, 48).

Gli studi suggeriscono anche che l’emicrania può essere una reazione allergica o di ipersensibilità a determinati composti negli alimenti, ma gli scienziati non hanno ancora raggiunto un consenso su questo (48, 49).

Sommario Diversi fattori dietetici sono stati associati con l’emicrania o mal di testa, ma le prove dietro di loro è spesso limitata o mista.

Se si verificano emicranie, visitare il vostro medico per escludere eventuali patologie concomitanti.

Il medico può anche raccomandare e prescrivere antidolorifici o altri farmaci che potrebbero funzionare per voi.

Se si sospetta che alcuni alimenti innescare la tua emicrania, provare a eliminare dalla vostra dieta per vedere se questo fa alcuna differenza.

Per informazioni dettagliate su come seguire una dieta di eliminazione, consultare questo articolo. Inoltre, in considerazione tenere un diario alimentare dettagliata.

Alcune ricerche supporta l’uso di integratori per il trattamento dell’emicrania, ma le prove sulla loro efficacia è limitata. Qui di seguito sono riassunti dei principali.

butterbur

Alcune persone usano un integratore a base di erbe noto come butterbur per alleviare l’emicrania.

Alcuni studi controllati hanno dimostrato che il 50-75 mg di butterbur può ridurre in modo significativo la frequenza di emicrania nei bambini, adolescenti e adulti (50, 51, 52).

L’efficacia sembra essere dose-dipendente. Uno studio ha dimostrato che 75 mg è risultata significativamente più efficace di un placebo, mentre il 50 mg non è stato trovato per essere efficace (52).

Tenete a mente che butterbur non trattato può essere tossico, in quanto contiene composti che possono aumentare il rischio di cancro e danni al fegato. Questi composti vengono rimossi dalla varietà commerciali.

Riassunto Butterbur è un integratore a base di erbe dimostrato di ridurre la frequenza delle emicranie.

Coenzima Q10

Il coenzima Q10 (CoQ10) è un antiossidante che svolge un ruolo essenziale nel metabolismo energetico.

E ‘sia prodotta dal corpo e ha trovato in vari alimenti. Questi includono carne, pesce, fegato, broccoli e prezzemolo. E ‘anche venduto come integratore.

Uno studio ha trovato che la carenza di CoQ10 può essere più comune nei bambini e negli adolescenti con emicrania. È inoltre emerso che i supplementi di CoQ10 significativamente ridotto la frequenza della cefalea (53).

L’efficacia di integratori CoQ10 è stato confermato da altri studi pure.

In uno studio, prendendo 150 mg di CoQ10 per tre mesi ridotto il numero di giorni di emicrania del 61% in più della metà dei partecipanti (54).

Un altro studio ha mostrato che l’assunzione di 100 mg di CoQ10 tre volte al giorno per tre mesi ha avuto risultati simili. Tuttavia, gli integratori hanno causato problemi digestivi e pelle in alcune persone (55).

Sommario integratori coenzima Q10 può essere un modo efficace per ridurre la frequenza di emicrania.

Vitamine e minerali

Alcuni studi hanno riportato che di vitamine o minerali integratori possono influenzare la frequenza degli attacchi di emicrania.

Questi sono i seguenti:

  • Il folato : Diversi studi hanno associato a basso apporto di folati con un aumento della frequenza degli attacchi di emicrania (56, 57).
  • Magnesio : insufficiente apporto di magnesio può aumentare il rischio di emicrania mestruale (58, 59, 60).
  • Riboflavina : Uno studio ha mostrato che l’assunzione di 400 mg di riboflavina al giorno per tre mesi ha ridotto la frequenza degli attacchi di emicrania della metà nel 59% dei partecipanti (61).

sono necessari ulteriori dati prima di eventuali reclami forti possono essere fatte sul ruolo di queste vitamine in emicranie.

Sintesi inadeguato apporto di folati, riboflavina o magnesio può aumentare il rischio di emicranie. Tuttavia, l’evidenza è limitata e sono necessari ulteriori studi.

Gli scienziati non sono del tutto sicuro che cosa causa l’emicrania.

Gli studi dimostrano che alcuni alimenti e bevande possono scatenare loro. Tuttavia, la loro rilevanza è discusso, e la prova non del tutto coerente.

Comunemente riportati trigger emicrania dietetici comprendono le bevande alcoliche, carni lavorate e formaggi stagionati. astinenza da caffeina, il digiuno e alcune carenze nutrizionali sono anche sospettati di svolgere un ruolo.

Se si ottiene l’emicrania, un professionista della salute può consigliare il trattamento, compresi i farmaci da prescrizione.

Supplementi come il coenzima Q10 e butterbur possono anche ridurre la frequenza delle emicranie in alcune persone.

Inoltre, un diario alimentare può aiutare a scoprire se qualcuno di alimenti che mangiate sono collegati agli attacchi di emicrania. Dopo aver identificato i potenziali fattori scatenanti, si dovrebbe vedere se la loro eliminazione dalla vostra dieta fa la differenza.

Soprattutto, si dovrebbe cercare di mantenere uno stile di vita sano, evitare lo stress, dormire bene e mangiare una dieta equilibrata.