Pubblicato in 13 July 2017

È Pentole antiaderenti in Teflon come sicuro da usare?

Persone in tutto il mondo utilizzano pentole antiaderenti e pentole per la loro cucina di tutti i giorni.

Il rivestimento antiaderente è ideale per lanciare i pancake, girando salsicce e friggere le uova. Può essere utile per la cottura di cibi delicati che altrimenti potrebbero attaccare alla padella.

Ma c’è polemica intorno rivestimenti antiaderenti, come il Teflon.

Alcune fonti sostengono che sono nocivi e legata alle condizioni di salute come il cancro, mentre altri insistono sul fatto che la cottura con pentole antiaderenti è completamente sicuro.

Questo articolo prende uno sguardo dettagliato alle pentole antiaderenti, i suoi effetti sulla salute e se non è sicuro per cucinare.

pentole antiaderenti, quali padelle e casseruole, è stato rivestito con un materiale chiamato politetrafluoroetilene (PTFE), comunemente noto come Teflon.

Teflon è un prodotto chimico sintetico costituito da atomi di carbonio e fluoro.

E ‘stata la prima volta nel 1930, e fornisce un non reattivo, antiaderente e la superficie quasi priva di attrito ( 1 ).

La superficie antiaderente rende pentole teflonato comodo da usare e facile da pulire. Si richiede inoltre poco olio o burro, rendendolo un modo sano per cucinare e friggere il cibo.

Teflon ha un certo numero di altre applicazioni. È anche usato per fare rivestimenti di fili e cavi, tessuto e tappeti protettori, e tessuti impermeabili per vestiti esterni come impermeabili ( 2 , 3 ).

Tuttavia, negli ultimi dieci anni, la sicurezza delle pentole antiaderenti è stato oggetto di indagine.

Le preoccupazioni si sono concentrati su una sostanza chimica chiamata acido perfluoroottanoico (PFOA), che è stato usato in precedenza per la produzione di pentole antiaderenti, ma non viene utilizzato oggi.

Le indagini hanno inoltre esaminato i rischi associati con il surriscaldamento del Teflon.

Sommario: pentole antiaderenti è rivestita con un materiale chiamato politetrafluoroetilene (PTFE), noto anche come Teflon. La sicurezza di pentole antiaderenti è sotto inchiesta negli ultimi dieci anni.

Oggi, tutti i prodotti in Teflon sono esenti da PFOA. Pertanto, gli effetti sulla salute dell’esposizione PFOA non sono più un motivo di preoccupazione.

Tuttavia, PFOA è stato utilizzato per la produzione di Teflon fino al 2013.

Mentre la maggior parte del PFOA pentole stato normalmente bruciato a temperature elevate durante il processo di fabbricazione, una piccola quantità rimasta nel prodotto finale ( 3 ,4).

Nonostante questo, la ricerca ha trovato che il Teflon pentole non è una fonte significativa di esposizione PFOA ( 3 ,5).

PFOA è stato collegato a una serie di condizioni di salute, tra cui disturbi della tiroide, malattia renale cronica, malattie del fegato e cancro ai testicoli. E ‘stato anche legato alla sterilità e basso peso alla nascita (6, 7, 8, 9, 10, 11).

Cosa c’è di più, è stato trovato nel sangue di oltre il 98% delle persone che hanno preso parte negli Stati Uniti, 1999-2000 National Health and Nutrition Examination Survey (NHANES) (12).

Il mirato alla PFOA, lanciato nel 2006 dalla US Environmental Protection Agency (EPA), ha stimolato l’eliminazione di PFOA dai prodotti di Teflon ( 13 ).

Questo programma ha coinvolto otto aziende leader PFOA, tra cui il creatore di Teflon, ed è finalizzata a ridurre i rischi per la salute e l’ambiente connessi con l’esposizione PFOA, eliminando l’uso PFOA e le emissioni entro il 2015.

Tutte le aziende sono incontrati gli obiettivi del programma, in modo che tutti i prodotti Teflon, tra cui pentole antiaderenti, sono stati esenti da PFOA dal 2013 ( 13 ).

Sommario: PFOA è una sostanza chimica che è stato precedentemente utilizzato per la fabbricazione di Teflon. Esso è stato collegato a condizioni di salute come il rene e malattie del fegato. Tuttavia, tutti i prodotti in Teflon sono stati esenti da PFOA dal 2013.

In generale, Teflon è un composto sicuro e stabile.

Tuttavia, a temperature superiori a 570 ° F (300 ° C), rivestimenti in teflon sull’inizio pentole antiaderenti per abbattere, rilasciando sostanze chimiche tossiche nell’aria (14).

Inalare questi fumi può causare febbre da polimero, noto anche come l’influenza Teflon.

febbre da fumi di polimero costituito da, sintomi simil-influenzali temporanei come brividi, febbre, mal di testa e dolori muscolari. L’esordio si verifica dopo 4-10 ore di esposizione, e la condizione di solito si risolve entro 12-48 ore (15, 16, 17).

Un piccolo numero di casi di studio hanno anche riferito effetti collaterali più gravi di esposizione al Teflon surriscaldato, tra cui danni polmonari (17, 18, 19, 20).

Tuttavia, in tutti i casi riportati, gli individui sono stati esposti a fumi da stracotta pentole Teflon a temperature estreme (390 ° C) almeno 730 ° C, e sono stati esposti per lunghi periodi di almeno quattro ore (17, 19, 20).

Mentre gli effetti sulla salute di surriscaldata teflon possono essere gravi, con metodi di cottura di buon senso vi aiuterà a evitare l’esposizione.

Sommario: Sopra (300 ° C) 570 ° C, rivestimenti Teflon può iniziare ad abbattere, rilasciando fumi tossici in aria. Questi vapori possono causare sintomi temporanei, simil-influenzali noto come febbre da fumi di polimero.

Se si seguono le precauzioni di sicurezza di base, la cottura con pentole antiaderenti è sicuro, sano e conveniente.

È possibile ridurre al minimo il rischio quando la cottura seguendo questi consigli:

  • Non preriscaldare una vaschetta vuoto: vaschette vuote possono raggiungere temperature elevate in pochi minuti, causando potenzialmente il rilascio di fumi di polimero. Assicurarsi di avere un po ‘di cibo o liquidi in pentole e padelle prima di preriscaldare.
  • Evitare la cottura a fuoco: Fate cuocere a fuoco medio o basso e di evitare cottura alla griglia, dato che questa tecnica di cottura richiede temperature superiori a quelle raccomandate per pentole antiaderenti.
  • Ventilare la vostra cucina: Quando sei cucinare, accendere il ventilatore di scarico o aprire le finestre per contribuire a chiarire eventuali fumi.
  • Utilizzare, in silicone o di plastica utensili in legno: Utensili in metallo può portare a graffi e graffi sulla superficie antiaderente, riducendo la durata del vostro pentole.
  • Lavaggio a mano: lavare delicatamente pentole e padelle con una spugna e sapone, acqua calda. Evitare l’uso di pagliette o spugne abrasive, in quanto possono graffiare la superficie.
  • Sostituire il vecchio pentole: Quando rivestimenti in Teflon cominciano a deteriorarsi visibilmente con graffi eccessivi, peeling, desquamazione e chipping, sono pronti per essere sostituiti.
Sommario: Ci sono un certo numero di modi per ridurre il rischio quando si cucina con pentole antiaderenti, tra cui la cottura a fuoco basso-medio, con ventilazione e prendersi cura della propria pentole.

Moderna pentole antiaderenti è generalmente considerato sicuro.

Tuttavia, se si è ancora preoccupato per uno qualsiasi dei potenziali effetti sulla salute, si può provare un’alternativa.

Qui ci sono alcuni grandi alternative senza Teflon:

  • Acciaio inossidabile: L’acciaio inossidabile è eccellente per rosolare e il cibo doratura. È durevole e resistente ai graffi. E ‘anche lavabile in lavastoviglie, che la rende facile da pulire.
  • Ghisa pentole: Quando è stagionato correttamente, in ghisa è naturalmente antiaderente. Dura anche molto tempo e può resistere a temperature ben superiori a quelli considerati sicuri per pentole antiaderenti e padelle.
  • Gres: Gres è stato utilizzato per migliaia di anni. Si riscalda in modo uniforme ed è antiaderente quando stagionato. È anche antigraffio e può essere riscaldato a temperature molto elevate.
  • Pentole di ceramica: pentole ceramica è un prodotto relativamente nuovo. Ha ottime proprietà antiaderenti, ma il rivestimento può essere facilmente graffiato.
  • Pentole silicone: silicone è una gomma sintetica che viene utilizzato principalmente in bakeware e utensili da cucina. E non regge bene a fuoco diretto, in modo che sia più adatto per la cottura.
Riassunto: La maggior parte moderna pentole antiaderenti è sicuro se lo si utilizza in modo corretto. È inoltre possibile scegliere tra una serie di alternative antiaderenti, tra cui ghisa, ceramica e pentolame in acciaio inox.

pentole antiaderenti si trova in molte cucine di tutto il mondo.

Il rivestimento antiaderente è costituito da una sostanza chimica chiamata PTFE, noto anche come Teflon, che rende la cottura e detersivo semplice e veloce.

agenzie sanitarie hanno sollevato preoccupazioni circa il composto PFOA, che è stato usato in precedenza per fare in Teflon. Tuttavia, Teflon è stato libero-PFOA dal 2013.

antiaderente di oggi e teflon pentole è completamente sicuro per la cottura a casa, fino a quando le temperature non superano i 570 ° F (300 ° C).

Quindi è possibile utilizzare il pentole antiaderenti sul fornello a fuoco basso-medio, ma non usarlo al massimo il calore, o per metodi di cottura più caldi come la cottura alla griglia.

Alla fine della giornata, Teflon pentole è un modo sano e conveniente per cuocere il cibo che è sicuro per l’uso quotidiano.

Tag: Nutrizione,