Pubblicato in 27 April 2017

7 Psoriasi Miti Debunked

miti sulla psoriasiCondividi su Pinterest

Negli ultimi 10 anni o giù di lì, la psoriasi è fatto strada alla ribalta. Da annunci pubblicitari che spingono vari trattamenti per la malattia di Kim Kardashian che pubblicizzano la sua diagnosi di psoriasi su “Stare al passo con i Kardashian”, la psoriasi è diventato più mainstream che mai. Scommetto che la maggior parte delle persone hanno sentito il termine psoriasi, anche se non si conoscono le esatte implicazioni della malattia.

Sebbene la conoscenza pubblica della psoriasi è in aumento, ci sono ancora molte idee sbagliate che devono essere affrontate. Potreste essere sorpresi da ciò che credevamo di sapere e ciò che ancora non si sa circa la malattia. Scopri questi miti gente comune ancora credere circa la psoriasi.

Mito 1: La psoriasi è solo una “cosa pelle”

Spesso, quando chiedo alla gente quanto sanno sulla psoriasi, si riferiscono ad essa come semplicemente avere la pelle secca. Molte persone credono che la psoriasi è solo una questione estetica, che può essere facilmente risolto con le lozioni giusti o saponi. Questo è totalmente falso. La psoriasi come una malattia immuno-mediata che provoca, chiazze rosse e squamose sollevate a comparire sulla pelle.

Psoriasi inizia con un sistema immunitario iperattivo, che dice al corpo per creare le cellule della pelle che in realtà non ha bisogno. Mentre le cellule cutanee nonpsoriatic muoiono dopo circa 21 a 28 giorni , le cellule della pelle in una persona con psoriasi replicano e muoiono entro 4 o 5 giorni. A causa di questo processo accelerato, le cellule morte della pelle non hanno abbastanza tempo per sfaldarsi del corpo. Invece, costruiscono sulla parte superiore della pelle, causando patch e l’infiammazione.

Mito 2: C’è un solo tipo di psoriasi

La forma più comune di psoriasi è la placca, che è il tipo 80 e il 90 per cento delle persone con l’incontro malattia. Ci sono altri quattro tipi di psoriasi, però, che includono guttata, inversa, pustolosa, e eritrodermica.

Ogni forma di psoriasi ha sintomi diversi e richiede diverse forme di trattamento. Psoriasi eritrodermica di solito si sviluppa in persone con una forma instabile di psoriasi a placche. Può essere pericolosa per la vita e richiede un trattamento unico. Guttata è comunemente innescato da mal di gola ed è caratterizzata da macchie puntiformi sul corpo simile a punture di insetto. psoriasi inversa è una forma della malattia si trovano in pieghe del corpo. Infine, psoriasi pustolosa produce bolle rosse con Puss, che non è contagiosa. E ‘importante ricordare che nessuna di queste malattie sono contagiose.

Mito 3: La psoriasi è dovuta alla cattiva igiene

Ho sentito molte storie di orrore da parte di persone con psoriasi. Alcune persone sono state accusate di “essere sporco” come la ragione per le placche e la pelle secca. Questo equivoco è ancora più comune in coloro che hanno psoriasi del cuoio capelluto . Alcune persone credono erroneamente l’accumulo di placca e fiocchi sul cuoio capelluto sono dovute ad una persona che non lo shampoo i capelli abbastanza. Ancora una volta, questo è un mito che può causare gravi insicurezze e imbarazzo per le persone che si occupano di psoriasi.

Mito 4: In realtà è l’eczema

A volte le persone confondono la psoriasi per l’eczema. Eczema è un’altra condizione della pelle che provoca un prurito, eruzioni cutanee infiammate della pelle, ma non è la stessa come la psoriasi. Eczema colpisce 30 milioni di persone negli Stati Uniti ed è molto più comune di quanto la psoriasi, che colpisce circa 7,5 milioni di americani .

Questo mito è così comune, infatti, che molte persone con cui ho parlato che hanno la psoriasi condiviso esperienze di essere mal diagnosticati con eczema quando apparvero prima i loro problemi di pelle. Non è stato fino trattamenti dopo falliti o una biopsia della pelle che hanno imparato che avevano psoriasi e non l’eczema. Anche se le malattie sono diverse, l’American Academy of Dermatology riporta che una persona può avere entrambe le malattie contemporaneamente.

Mito 5: Come liberarsi di psoriasi è semplice come cambiare la vostra dieta

Come qualcuno che vive con la psoriasi, non posso cominciare a esprimere quanto faticoso diventa avere persone diranno che cambiare la vostra dieta curerà la vostra malattia. E ‘importante capire che questa malattia è diverso per tutti, e attualmente non c’è alcuna cura. Che cosa può influenzare una persona non può influire su un altro.

Pertanto, mentre diete funzionano per alcuni, potrebbero non funzionare per tutti coloro che hanno la malattia. I suggerimenti comuni che sento sono di andare senza glutine, eliminare lo zucchero e prodotti lattiero-caseari, e per evitare le verdure nightshade. Un aggiustamento dieta non così facile come solo dicendo che - ci vuole un cambiamento di stile di vita reale, che può essere difficile per molti da fare. Cosa c’è di più, gli esperti dicono che c’è poco impatto del cambiamento di dieta e psoriasi . Detto questo, la ricerca è in corso, e molte persone giuro per cambiamenti di dieta per le esperienze che cambiano la vita.

Mito 6: La psoriasi colpisce solo la pelle

Mentre i sintomi della psoriasi sono più evidenti sulla pelle, le persone che vivono con la psoriasi sono ad aumentato rischio di sviluppare almeno 10 altre condizioni di salute, tra cui la depressione, il cancro, le malattie cardiovascolari, l’artrite, il morbo di Crohn, e il diabete.

A causa dei meccanismi di questa malattia, la depressione è la comorbidità superiore. E le persone con psoriasi hanno il doppio delle probabilità di diventare depressi rispetto a quelli senza, secondo il National Psoriasis Foundation . Questo può influenzare la propria autostima, le relazioni, la qualità della vita, la capacità di dormire, e molto altro ancora. E ‘importante capire la portata delle implicazioni della psoriasi e sapere che vanno al di là della pelle in profondità.

Mito 7: La psoriasi colpisce solo le persone del Caucaso

La psoriasi può interessare tutte le persone. E ‘un errore che le persone di colore non ottengono la psoriasi. Infatti, la condizione colpisce tutte le razze quasi ugualmente. Secondo la Fondazione Nazionale Psoriasi, negli Stati Uniti, il 3,5 per cento dei caucasici sono affetti da psoriasi, così come il 2 per cento degli afroamericani e 1,5 per cento degli ispanici.

Questo mito può esistere per una serie di motivi. Per uno, la psoriasi è spesso caratterizzata da “rosso, la pelle squamosa.” Per le persone dalla pelle scura, la psoriasi può guardare marrone, viola, o rosa. Ma solo perché ha un aspetto diverso non significa che sia meno grave.

Porta via

Grazie a casi di alto profilo e una migliore ricerca, sempre più persone capire di più sulla psoriasi e trattamenti per la psoriasi oggi. Anche così, le idee sbagliate comuni che circondano la malattia può causare stimmi e battute d’arresto per coloro che vivono con una condizione che è più grave di molti sospettano. Se conoscete qualcuno con psoriasi, un minuto per parlare con loro di ciò che ancora non potrebbe sapere. E se si vive con la psoriasi, non abbiate paura di parlare. Le più miti possiamo busto, più velocemente ti progresso.

Cosa comune psoriasi miti Senti ancora circa? condividerli con noi!


Alisha Ponti ha combattuto con psoriasi grave per oltre 20 anni ed è il volto dietro Essere me nella mia pelle , un blog che mette in luce la sua vita con la psoriasi. I suoi obiettivi sono quelli di creare empatia e compassione per coloro che sono meno compresi, attraverso la trasparenza di sé, paziente di advocacy, e l’assistenza sanitaria. Le sue passioni sono la dermatologia, la cura della pelle, così come la salute sessuale e mentale. Potete trovare Alisha su  Twitter e Instagram .