Pubblicato in 18 January 2018

Angiodisplasia: trattamento, i sintomi, e tipi

Angiodisplasia è un’anomalia con i vasi sanguigni nel tratto gastrointestinale (GI). Il tratto GI comprende la bocca, esofago, intestino tenue e crasso, lo stomaco, e l’ano. Questa condizione provoca vasi sanguigni gonfiati o allargate, così come la formazione di lesioni sanguinamento nel colon e dello stomaco.

Il tipo di angiodisplasia è basata sulla posizione dell’allargamento vaso sanguigno. Il medico può classificare il tuo caso sia come angiodisplasia colon (allargamento dei vasi sanguigni nel colon), o angiodisplasia stomaco (allargamento dei vasi sanguigni nello stomaco). Inoltre, questa condizione può essere suddiviso nelle seguenti categorie in base alla posizione:

  • angiodisplasia del colon e dello stomaco
  • angiodisplasia dello stomaco e dell’intestino
  • angiodisplasia cecal
  • angiodisplasia intestinale duodenale e piccoli

Angiodisplasia può avvenire senza dolore e passare inosservati, oppure si possono avere sintomi lievi. L’anemia è un sintomo di questa condizione perché provoca lesioni e sanguinamento nel tratto GI.

L’anemia è quando il tuo numero di globuli rossi è inferiore alla norma. Ciò può causare una riduzione del flusso di ossigeno in tutto il corpo e innescare una serie di sintomi. Si può verificare una delle seguenti con angiodisplasia:

  • mancanza di respiro
  • stanchezza
  • debolezza
  • pelle pallida
  • vertigini
  • vertigini
  • battito cardiaco accelerato

Angiodisplasia può anche causare sanguinamento dal retto. La perdita di sangue può variare da lieve a grave, e il sangue può apparire luminoso rosso o nero e catramoso.

sanguinamento rettale può anche essere un segno di cancro al colon e di altri disturbi del tratto gastrointestinale.

La causa di angiodisplasia è sconosciuta. Ma spasmi normali che si verificano nel tratto gastrointestinale può essere responsabile per l’allargamento dei vasi sanguigni. Questo allargamento porta allo sviluppo di piccoli percorsi tra una vena e un’arteria, che possono colare con il sangue. Inoltre, indebolimento relativo all’età dei vasi sanguigni può anche causare angiodisplasia. Questo potrebbe spiegare perché la condizione èpiù comune nelle persone anziane.

Altri fattori di rischio per angiodisplasia includono una storia di malattie cardiache, come la stenosi aortica , così come l’assunzione di un anticoagulante o anticoagulante farmaci.

Se si presenta con sintomi di angiodisplasia, il medico può ordinare una serie di test per verificare la presenza di anomalie e sanguinamento nel tratto gastrointestinale. Questi possono includere:

  • Superiore endoscopia . In questo test, il medico esamina il rivestimento dell’esofago e dello stomaco inserendo un tubo con una telecamera collegata in gola e nello stomaco.
  • Esame delle feci. Il medico può chiedere per un campione di feci per verificare tracce di sangue.
  • Emocromocitometrico completo (CBC). Questo esame del sangue valuta il tuo numero di globuli rossi. I risultati possono confermare o escludere l’anemia.
  • Colonscopia . Questa procedura comporta l’inserimento di un tubo con una telecamera collegata in vostro ano per esaminare l’intestino. Il medico può visualizzare il rivestimento del vostro intestino crasso e controllare il sanguinamento e altre anomalie.
  • Angiogramma. Questo a raggi X crea immagini dei vostri vasi sanguigni e aiuta a identificare la posizione del sanguinamento. Il medico può raccomandare un angiogramma se una colonscopia non rivela alcuna lesione, ma il medico sospetta emorragia attiva.

A volte, sanguinamento causato da angiodisplasia fermate da solo senza intervento medico. Ma si può richiedere un trattamento per controllare l’emorragia e anemia retromarcia.

Il trattamento dipende dalla gravità della condizione e se si soffre di anemia. Se non si dispone di anemia, il medico può tenere a bada il trattamento della condizione finché non si inizia ad avere sintomi. Il trattamento può includere:

  • Angiografia. In questa procedura, il medico utilizza un tubo di plastica sottile per fornire la medicina ad un vaso sanguigno sanguinante. Questo farmaco chiude il vaso sanguigno e arresta il sanguinamento.
  • Cauterizzare. Una volta che il medico identifica il sito del sanguinamento, possono utilizzare cauterizzazione per chiudere una parte della vena e fermare l’emorragia. Questa procedura può essere eseguita utilizzando un endoscopio, un tubo flessibile che passa attraverso la bocca nello stomaco e parte superiore del piccolo intestino.
  • Chirurgia. Se si dispone di una grave emorragia dal colon, la chirurgia può essere l’unica opzione per fermare l’emorragia. In questo caso, il medico può rimuovere il lato destro del colon.

È medico può anche prescrivere o raccomandare over-the-counter integratori di ferro nei casi di anemia. Il ferro può stimolare la produzione di globuli rossi.

Non sembra essere un modo per evitare angiodisplasia.

E ‘importante che non ignorare i segni di angiodisplasia. Rivolgersi al proprio medico se si verificano insolita stanchezza, debolezza, vertigini, o sanguinamento rettale. Se non trattata, angiodisplasia può causare gravi perdite di sangue. E nei casi di anemia estrema, può essere necessario una trasfusione di sangue.

Le prospettive per angiodisplasia è buono quando il trattamento con successo controlla l’emorragia. Una volta che si arresta l’emorragia, anemia può risolversi, a quel punto si può recuperare energia. Tenete a mente che, anche con il trattamento, si potrebbe sperimentare sanguinamento di nuovo in futuro.