Pubblicato in 18 July 2017

Come ho avuto in mano miei attacchi di panico

“Dai, si può fare questo. E ‘solo un incontro, basta tenerlo insieme. Oh Dio, posso sentire l’onda a venire. Non adesso, per favore, non ora. battito del mio cuore troppo veloce, sta andando a esplodere. Questo non è giusto. Perché non riesco a riprendere fiato? Sono soffocante. I miei muscoli si sentono pesanti e la mia lingua è congelato. Non riesco a pensare dritto, sto per svenire? Devo uscire di qui. Non posso restare.”

Questo è un esempio di un dialogo interiore che ho avuto con me durante uno dei miei primi attacchi di panico.

Dopo aver sofferto con ansia per oltre un decennio e scegliendo di ignorarlo - non un grande piano, la fiducia di me - mi piacerebbe finalmente spinto il mio cervello troppo. Speravo che era solo una cosa di una volta, ma dopo il terzo attacco, sapevo di essere nei guai.

Terror iniettato nel cervello

Per qualcuno che non ha mai vissuto uno, il modo migliore che posso pensare di descrivere un attacco di panico è: E ‘come avere il terrore liquido iniettato nel vostro cervello. Una sensazione opprimente che qualcosa è molto sbagliato e sei incapace di fermarlo. Il cervello cerca disperatamente per una causa, ma non c’è nessuno per essere trovato. E ‘veramente una delle esperienze più dolorose che ho avuto.

I sintomi fisici più comuni di un attacco di panico possono includere:

  • battito cardiaco accelerato
  • sensazione come se non si può respirare
  • sudorazione
  • bocca asciutta
  • vertigini
  • nausea
  • crampi allo stomaco
  • muscoli rigidi

Durante un attacco, è comune a temere una delle due cose: “Io sto per morire” o “sto impazzendo.” Molte persone credono che sia un attacco di cuore o ictus. Questa è la cosa furba di attacchi di panico, imitano gravi sintomi di altre malattie.

Che cosa fa scattare uno? Beh, questo dipende - ancora una volta, così irritante. Non c’è nessuno causa definitiva.

Il mio più grande trigger è qualsiasi ambiente che mi ricorda la scuola. La scrivania, regolazione del gruppo, e la paura che da un momento all’altro avrei potuto essere fatto una domanda non so. Questo è il motivo per riunioni o cene possono essere innescare. Per le altre persone, è il trasporto pubblico, supermercati, o di guida durante il traffico pesante.

Tuttavia, non tutto è perduto! Non c’è bisogno di essere uno schiavo di panico per tutta la vita. Ci sono tecniche che possono essere molto vantaggioso per voi.

Migliori suggerimenti

1. Consultare un medico

Sembra ovvio, ma vi consiglio vivamente a chiunque vivendo gli attacchi di panico di andare a vedere un medico . Nelle fasi iniziali, mentre si sta imparando più circa la condizione, un medico potrebbe prescrivere alcuni farmaci a breve termine, come diazepam , a prendere il bordo al largo.

Inoltre, è sempre bene avere una conferma medico che non si dispone di una condizione del cuore e che è in effetti di ansia o attacchi di panico. Durante la mia prima visita, sono scoppiata in ufficio e ha dichiarato che stavo morendo! Il mio medico ha confermato il contrario.

2. Pratica profondo ventre di respirazione

Sapevate che molti dei sintomi di un attacco di panico, come la sensazione di vertigini e di un cuore che batte, sono in realtà intensificati perché non stai respirando correttamente ? Quando abbiamo panico, che respiriamo nelle nostre casse, che è conosciuto come respirazione superficiale .

Invece, provare a utilizzare i muscoli dello stomaco quando si respira. Ciò consentirà di aumentare la quantità di ossigeno nel corpo e contribuire a rallentare le cose. Guarda il mio video sulle tecniche di respirazione per maggiori dettagli.

3. Accettare che sta accadendo

Questo è un duro, ma l’accettazione è molto efficace quando si tratta di trattare con un attacco di panico. Noi combattiamo istintivamente attacchi di panico perché sono terribili e non vogliamo farne esperienza. E ‘come chiedere a un uomo, se gli piacerebbe un calcio nelle palle? No grazie! Tuttavia, questa resistenza si allunga la durata dell’attacco con l’invio di ulteriori segnali di pericolo per il cervello.

Quindi, come si accetta un attacco? Dite a voi stessi, sia a voce alta o internamente: “Questo è solo un attacco di panico. Non può farmi del male o di farmi andare folle. Non può farmi fare niente di stupido. La cosa peggiore che accadrà è che mi sento molto a disagio per un po ‘e poi ti passerà. Posso fare con questo. Sono al sicuro.”

Let it lavare su di voi come un’onda, e poi iniziare lentamente a pancia respirare. Tensing e poi rilassarsi i muscoli è buona, in quanto questo si sentirà confortante.

4. Esporsi per i trigger

Questa non è una tecnica facile da padroneggiare, ma una volta a ottenere il blocco delle nozioni di base, è un punto di svolta. Dopo un attacco, è il nostro istinto di evitare la situazione che ha scatenato esso. Per esempio, in natura, se sei stato attaccato da un coccodrillo nei pressi di un lago, poi si sarebbe diffidare di quel lago. E per una buona ragione!

Tuttavia, nel normale mondo giorno per giorno, evitando i trigger di un attacco è un grosso errore. Perché? Perché evitarli confermerà al cervello che la situazione era pericolosa, e ogni volta che ti trovi in ​​una situazione simile, un attacco di panico verrà attivato. Il vostro mondo sarà sempre più piccolo fino a quando il panico governa la vostra vita.

Il modo migliore per combattere questo è quello di esporre deliberatamente te stesso a situazioni che ti fanno sentire ansiosi, innescando in tal modo un attacco. Sì, so che questo suona orrendo, ma mi sento fuori. Se restare e accettare l’attacco, comunicherà al cervello che non c’è nulla di cui aver paura. Queste informazioni verranno memorizzate e siete meno probabilità di avere un attacco la prossima volta che siete in quel tipo di situazione.

La chiave è quello di iniziare piccolo e il tuo lavoro su. Se hai paura di guidare, allora non avete in programma un viaggio per il vostro primo compito! Fate una lista di cose da fare ogni giorno. Per esempio:

  • Sali in macchina, ma lasciare la porta aperta.
  • Sali in macchina e chiuse la porta.
  • Sali in macchina, mettere la cintura di sicurezza, e accendere il motore.
  • Sali in macchina e guidare lentamente fino alla fine della tua strada.

Lento e costante è la strada da percorrere con l’esposizione. Insegnate al vostro cervello che si può fare con un attacco quando succede.

5. esercizio

Gli attacchi di panico eseguiti su adrenalina in eccesso, quindi un buon modo per regolare i livelli di adrenalina è con esercizio cardio . Correre, sport di squadra, o anche una bella camminata sono tutti buoni. Assicuratevi di controllare con il vostro medico prima di iniziare un nuovo regime di esercizio.

Porta via

Nel 2013, ho avuto attacchi di panico ogni giorno. Come mi siedo e scrivo questo ora, non ho avuto uno in otto mesi. Eppure, se non colpire, sono al sicuro nella consapevolezza che posso farcela.


Claire Eastham scrive il premiato blog siamo tutti qui Mad e il suo best-seller libro su ansia è già disponibile.