Pubblicato in 26 September 2017

Una lettera per altri che vivono con NSCLC

Cari amici,

Sto scrivendo a voi per farvi sapere che si può ancora vivere la tua vita passata una diagnosi di cancro.

Sono Ashley Randolph-Murosky, e mi è stato diagnosticato un carcinoma non a piccole cellule del polmone fase 2 a 19 anni A quel tempo, ero il teen media in un college uno stile di vita del tutto normale.

Un giorno sono andato da un medico sul pensiero campus ho tirato un muscolo nella mia parte superiore della schiena. Il medico ha fatto una radiografia per assicurarsi che non avevo crollato mio polmone. Quando la radiografia è tornato, il medico mi ha detto mio polmone non era crollata, ma che ha visto una macchia scura su di esso. Non sapeva cosa fosse, ma mi ha mandato a vedere uno specialista in pneumologia.

Le cose cominciarono ad accadere così in fretta. I test ordinati pneumologo che hanno mostrato il tumore era cancerosa.

E ‘molto raro che si vede qualcuno giovane come me stesso con il cancro ai polmoni. Voglio che lo stigma che il cancro del polmone è la malattia di una persona anziana per essere andato.

Poco dopo la mia diagnosi, ho avuto una lobectomia in basso a destra. I chirurghi hanno eliminato circa il 20 per cento del mio polmone destro e il tumore. Ho subito quattro turni di via endovenosa (IV) la chemioterapia e le nove settimane di terapia radiante per cinque giorni alla settimana.

Ho anche ricevuto test genetici per il tumore. E ‘tornato come la mutazione chinasi del linfoma anaplastico (ALK), un raro tipo di cancro ai polmoni. Ci sono molti diversi tipi di mutazioni del cancro del polmone, e tutti vengono trattati in modo diverso.

Sono stato fortunato in quanto i miei medici sono stati di grande aiuto a me e sempre avere i miei interessi in mente. Sono diventati come una famiglia per me. Ma non sempre esitate a ottenere più di un parere.

Per tre anni dopo il mio trattamento, non avevo nessuna evidenza di malattia. Ma nel giugno del 2016, ho avuto la mia scansione annuale, ed ha mostrato che avevo recidiva. Ho avuto piccoli tumori in tutto i polmoni e le cavità pleurica, un tumore nel mio vertebre, e un tumore al cervello. Ho avuto un intervento chirurgico per rimuovere il tumore nel mio cervello e mirato radioterapia alla spina dorsale.

Ora, invece di chemioterapia IV, ho iniziato una terapia mirata. Non è come la chemioterapia tradizionale. Invece di trattare ogni cellula, esso si rivolge il gene specifico.

La cosa veramente importante è fare in modo di avere un buon assistente al tuo fianco per sostenervi, ma anche qualcuno che sa tutto di tua diagnosi, trattamenti e informazioni mediche. Mio marito è stato il mio più grande sistema di supporto. Quando mi è stato diagnosticato prima, abbiamo avuto solo frequentano da un anno. Lui era lì al 100 per cento del modo. La ricaduta ci ha colpito davvero difficile, ma lui è stato la mia roccia.

Sono 24 ora. Nel mese di novembre 2017, io raggiungo il mio quinto anno da quando mi è stato diagnosticato prima. In quel tempo, ho ottenuto coinvolto con l’American Lung Association POLMONE FORCE e sono andato a Advocacy Day a Washington, DC, per parlare con i miei senatori e membro del Congresso sul perché l’assistenza sanitaria è così importante. Ho parlato a municipi, la Casa Cancer Caucus in DC, e le passeggiate di LUNG FORCE.

Ho anche sposato. Recentemente ho festeggiato il mio primo anniversario di matrimonio. Ho avuto cinque compleanni. E stiamo cercando di avere un bambino attraverso la maternità surrogata.

La parte più difficile di questa malattia è che non sarò mai cancro-free. Tutto ciò che si può fare in questo momento è che il mio trattamento può mettere il gene “a dormire”.

Ma io sono la prova che si può andare oltre una diagnosi di cancro.

Amore,

Ashley


Ashley Randolph-Murosky era al secondo anno presso la Penn State University, quando le fu diagnosticato un tumore non a piccole cellule del polmone fase 2. Ora, lei è un American Lung Association POLMONE FORCE Eroe sostenendo per la diagnosi precoce e lo screening, ed è determinato a sbarazzarsi dello stigma che il cancro del polmone è la malattia di una persona anziana.