Pubblicato in 7 April 2017

Può non-fumatori sviluppano BPCO?

Il fumo è un fattore di rischio per la malattia polmonare ostruttiva cronica (BPCO). Ma non tutti i fumatori ottenere la BPCO, e non tutti coloro che hanno fumi BPCO. Anche le persone che non hanno mai fumato può ottenere BPCO.

BPCO è un termine generico usato per condizioni segnate da infiammazione permanente dei bronchi, i tubi che portano l’aria nei polmoni. BPCO comprende anche i danni per i sacchi d’aria dei polmoni. Questo può rendere difficile respirare.

La BPCO colpisce circa 65 milionidi persone nel mondo. Unostimadai Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie mette il numero di persone negli Stati Uniti con BPCO a 15,7 milioni. Il numero reale è probabilmente molto più alto, come i ricercatori ritengono che molte più persone non sono consapevoli di avere la condizione.

Inoltre, gli studi suggeriscono che la malattia è molto più comune tra i non fumatori di quanto precedentemente creduto. Tra il 10 e il 20 per cento delle persone con BPCO non hanno mai fumato. Un recente grande studio di residenti canadesi ha scoperto che non fumatori costituiscono quasi il 30 per cento di quelli con BPCO.

Per saperne di più: gli effetti della BPCO sui polmoni in immagini »

Entrambe le persone che attualmente non fumano (non fumatori) e le persone che non hanno mai fumato (i non fumatori) possono ottenere la BPCO. Altri fattori di rischio, oltre l’aiuto di fumare prevedono la BPCO nei non fumatori.

Quattro i principali fattori di rischio per la BPCO sono:

  1. L’esposizione al fumo passivo: essere esposti al fumo passivo come un adulto può portare a BPCO.
  2. L’esposizione all’inquinamento atmosferico: È possibile sviluppare la BPCO se si è esposti a lungo termine all’inquinamento atmosferico. È anche possibile sviluppare BPCO da inalazione di polveri o fumi del combustibile bruciato per il riscaldamento o la cottura. BPCO può essere causato anche da sostanze chimiche o vapori presenti sul posto di lavoro.
  3. Genetica: BPCO ha una forte componente genetica. Tanti quanti5 per centodelle persone con BPCO hanno una condizione genetica conosciuta come deficit di alfa-1-antitripsina. Le persone con questa condizione hanno troppo poco alfa-1-antitripsina, una proteina aiuta a proteggere i polmoni da eventuali danni. Avere troppo poco di esso può causare i polmoni a deteriorarsi, che porta alla BPCO. Questa condizione colpisce anche il fegato.
  4. Età: La maggior parte delle persone che hanno BPCO sono più di 40 anni.

Ulteriori fattori includono fattori di stress per i giovani, i polmoni in via di sviluppo. Questi fattori includono il fumo materno durante la gravidanza, basso peso alla nascita, esposizione al tabacco durante l’infanzia, e le infezioni respiratorie infantili. Queste condizioni potrebbero anche aiutare a identificare le persone a rischio per la BPCO.

Avendo l’asma può anche svolgere un ruolo nello sviluppo di BPCO. Unostudia ha scoperto che la presenza di asma ha contribuito a predire la BPCO nei non fumatori.

I sintomi più comuni della BPCO sono:

  • la necessità di svuotare la gola spesso a causa di eccesso di muco
  • essendo a corto di fiato, anche dopo lieve esercizio
  • respiro affannoso, o respirazione rumorosa
  • oppressione toracica
  • tosse cronica
  • avente bassa energia
  • infezioni respiratorie ricorrenti

I sintomi della BPCO sono gli stessi in entrambi i fumatori e non fumatori. Ma la ricerca ha dimostrato che i non fumatori con BPCO possono avere sintomi più lievi rispetto a entrambe le attuali ed ex fumatori. A Danishstudiaesaminato i risultati di 6.623 persone con BPCO. Di queste persone, 1.476 avevano mai fumato, 2.696 erano ex fumatori e 2.451 erano fumatori correnti. Le persone che non avevano mai fumato sperimentato un minor numero di sintomi, una forma più lieve della malattia, e meno infiammazione di attuali o ex fumatori.

La BPCO è spesso diagnosticata quando le persone sollevano preoccupazioni con il loro medico, perché la mancanza di respiro è diventato un problema. Tuttavia, i sintomi della BPCO di solito non appaiono fino a quando non v’è già significativo danni ai polmoni. Poiché la malattia può essere meno grave nei non fumatori, questo può portare a loro la diagnosi di BPCO in età più avanzata.

I non fumatori hanno anche un minor numero comorbidità o altre condizioni che si verificano allo stesso tempo come la BPCO. Ma non fumatori possono ancora sperimentare le fiammate dei loro sintomi della BPCO, noto come le riacutizzazioni.

Non esiste un unico test per la diagnosi di BPCO. I medici si affidano a vostra anamnesi, esame fisico, test di funzionalità polmonare, e test di imaging petto come una radiografia o TAC .

Uno strumento chiave utilizzata per la diagnosi di BPCO è il test di funzione polmonare conosciuta come la spirometria , un test che misura il flusso d’aria dai polmoni. Tuttavia, alcuni medici possono invece contare sulla presenza di fumo e sintomi fisici. Ciò ha portato a una preoccupazione che la malattia potrebbe essere overdiagnosed nei fumatori e sottodiagnosticata nei non fumatori.

Per aiutare i medici di assistenza primaria identificare chi dovrebbe essere testato per la BPCO con spirometria, i ricercatori hanno lavorato su un semplice, test di cinque domande. Si chiama CAPTURE : C OPD A VALUTAZIONE in P rimary operatore T o identificare U ndiagnosed R espiratory malattie e E xacerbation rischio.

“E ‘in realtà non include una domanda sul fumo,” dice il Dott Meilan re Han, professore associato di medicina presso l’Università del Michigan. Lei dice che in base alla loro ricerca , altri fattori, oltre il fumo erano più propensi a prevedere chi era probabilità di essere diagnosticati con BPCO. Dr. Han è uno dei ricercatori che hanno contribuito a sviluppare il questionario , che appare sotto.

Per saperne di più: Come gestire BPCO »

Consigli per prevenire per la BPCO di solito ruotano intorno raccontare i fumatori a smettere. Se non fumi, non iniziare. Un altro modo per ridurre il rischio di sviluppare la BPCO è di evitare il fumo passivo, l’inquinamento atmosferico, e altri fumi o sostanze chimiche.

Non c’è alcuna cura per la BPCO, ma si può prevenire la condizione di diventare peggio. Ottenere una diagnosi nella fase iniziale e seguendo il piano di trattamento sono i passi più importanti per rallentare la progressione della BPCO.