Pubblicato in 3 October 2018

Better Sex Dopo il cancro al seno - Una storia della donna

Il mio compagno riusciva a malapena a toccare me senza piangere.

Avevo volato in California per trascorrere il Capodanno 2016 nella sua cabina nel deserto. Nelle foto di noi da quel viaggio, si ride, ha proposto davanti al slot machine in un casinò kitsch; suona la sua chitarra accanto alla stufa panciuta della cabina; Ho fascio di lui in un ristorante, i miei capelli lunghi.

Le foto non sono bugie, esattamente. Dopo tutto, questi momenti è accaduto. Ma quello che le foto non catturano: i momenti in cui il mio compagno e io erano terrorizzati.

Solo un mese prima, mi era stato diagnosticato un cancro al seno. Dopo aver scoperto che il cancro era in due posizioni nel mio seno sinistro (in più ci sono stati due tipi diversi), ho deciso di avere una mastectomia bilaterale, piuttosto che una mastectomia parziale con radiazioni. L’intervento è stato programmato per l’8 gennaio a Chicago.

Così, quei giorni di sole del deserto avevano la qualità surreale di nostalgia, anche mentre stavano accadendo; quelli erano i nostri ultimi giorni normali.

Solo che erano in alcun modo normale. Il mio compagno e io normalmente si comportavano come gli adolescenti che non riusciva a tenere le mani fuori a vicenda. Durante un soggiorno in albergo appena prima la mia diagnosi, aveva succhiato il mio capezzolo sinistro così a lungo e avidamente che avevamo sia addormentato in quel modo.

Post-diagnosi in cabina, ci tiene a vicenda in un nebbia asessuata, l’ascolto di Jonathan Richman, Jay Bennett, ei registri che bruciano nella stufa. “Hai intenzione di essere OK,” mi ha detto. “Non fare alcuna differenza per me se si dispone di seni.”

Non è che io non gli ho creduto. Eravamo entrambi quasi il 50, e, naturalmente, ho capito che non mi amava solo per i miei seni. E una settimana dopo, mentre teneva la mano mentre ho atteso un intervento chirurgico, poi strofinato i piedi e indietro come mi è venuto fuori l’anestesia, sapevo che sarei grato per la sua devozione e di essere vivo. Ma anche io non riuscivo a meno di chiedermi se la mia vita di donna sessuale era finita.

La mancanza di sostegno - o anche preoccupazione - per la mia salute sessuale dai miei medici è stato scioccante.

Non avevo assolutamente idea di dove rivolgersi per risposte a questa domanda. Ero nel bel mezzo di essere passati in giro un reparto di oncologia alla velocità della luce - da un terribilmente timido, topo chirurgo seno ad un farfallino resistente, chirurgo plastico di mezza età a un infermiere che ha coordinato gli appuntamenti e sembrava un insegnante di scuola cattolica . Nessuno ha menzionato il sesso per me. In realtà, nessuno di questi professionisti ha chiesto nulla sulla mia vita.

Sono fortunato ad avere un amico al fumo caldo che è stato attraverso la mastectomia e ricostruzione, così le ho mandato un messaggio. Mi ha incoraggiato a dare il mio tempo compagno e per cercare di “diretta” come il mio nuovo corpo bionico sarebbe percepito all’interno della nostra diade sessuale.

Dal momento che né lei né io ero interessato a diventare una “sorella spezzato” per i nostri amanti, lei mi ha suggerito di trovare un equilibrio tra intimità e l’onestà e il mistero mantenendo e il fuoco. “Abbiamo avuto fantastico, a volte strano, dopo l’intervento del sesso”, ha scritto, facendomi sicuro che il mio compagno e il mio fuoco sarebbe anche tornare.

Ma cosa succede, mi sono chiesto, per le donne che non hanno tali amici onesti e incoraggianti? Che cosa accade a coloro che vogliono mantenere il loro cancro privato? La mancanza di sostegno - o anche preoccupazione - per la mia salute sessuale dai miei medici è stato scioccante.

Ancora più sorprendente è che quando ho cercato di pensare a un modello di ruolo femminile nei media contemporanei che era sopravvissuto il cancro al seno pur riuscendo a mantenere viva la sua sessualità, ho potuto venire solo con Samantha su “Sex and the City”. E non ha mai perso il suo seno!

Da dove vengono le donne ottengono informazione, educazione e incoraggiamento quando i loro medici ei media li stanno fallendo?

Quando ho detto a mio terapista che avevo ripreso la mia vita sessuale meno di una settimana dopo l’intervento chirurgico, ha letteralmente senza fiato, “ Cosa?

“Il mio [oncologia] squadra non mi aveva preparato a tutti per il sesso post-cancro”, ha detto Natalie Serber, una New York Times Notable autore libro il cui libro di memorie “ Community Chest ” affronta il suo viaggio attraverso il cancro al seno, quando ho chiesto le sue esperienze .

“L’argomento non è mai venuto in tranne quella domanda ho chiesto al mio oncologo per quanto riguarda il sesso durante la chemio: Era sicuro? Onestamente, sembrava preso alla sprovvista, come se sarebbe mai venuto in mente di essere sessualmente attivi durante i tre mesi di chemio.”

L’esperienza di Serber combacia con la mia ricerca su Internet che ha scoperto migliaia di blog, riviste mediche, ospedaliere e siti web di avviso di anticipare la “perdita del desiderio” che accompagna il cancro al seno e dei suoi trattamenti.

“La mancanza di desiderio è il problema sessuale più comune per tutti i pazienti affetti da cancro”, annuncia US News & World Report nella sezione “Informazioni sulla sessualità e il cancro.” Un 2010 Journal of Sexual Medicine studio riporta che, due anni più tardi, il 70 per cento delle donne con problemi di un volto diagnosi di cancro al seno con il funzionamento sessuale.

Ricercatori hanno scoperto che 64 per cento dei pazienti con cancro al seno sessualmente attivi e libera da recidive che avevano completato la chirurgia, la chemioterapia e le radiazioni ha riportato l’assenza di desiderio sessuale, il 42 per cento dei problemi con esperienza con la lubrificazione, e il 38 per cento soffriva di rapporti sessuali difficili o dolorosi.

La disfunzione sessuale si verifica più frequentemente nelle donne che hanno avuto la chemioterapia, o nelle donne più giovani che non erano più le mestruazioni. “[C] hemotherapy può devastare capacità di una donna a raggiungere l’orgasmo”, avverte Kelly Connell, uno scrittore Caring.com. Leslie Schrover, una sessualità e la salute educatore ha osservato che, “Da quando problemi psicologici è diventato un centro dell’attenzione in oncologia, il trattamento del cancro al seno è stato visto come particolarmente traumatico per i rapporti sessuali delle donne.”

Potrebbe esserci una maggioranza silenziosa di donne che sono sessualmente meno influenzati da cancro al seno rispetto alla comunità medica, i blogger, ei ricercatori anticipare?

Anche i libri di riferimento liberi dato ai malati di cancro da parte del reparto ospedaliero di oncologia avvertono le donne che la loro mancanza di desiderio è normale e non qualcosa di cui dovrebbero sentirsi in colpa!

Questo è un buon consiglio per coloro che devono affrontare una malattia pericolosa per la vita, ma potrebbe tale gruppo-think medica diventare una profezia che si autoavvera? Potrebbero donne temere ed evitare il sesso, perché la comunità medica è dicendo loro che il sesso sarà doloroso o che essi non possono più l’orgasmo? Potrebbero le donne che stanno già combattendo il cancro non si sentono fino ad una seconda battaglia?

Per me, si è scoperto che il peggio fosse passato. Il mio compagno - anche se non può essere stato a conoscenza di esso - è stato così paura per la mia sicurezza durante l’attesa per il rapporto patologia che l’eccitazione sessuale era la cosa più lontana dalla sua mente.

Sei giorni dopo la mia mastectomia, ci siamo incontrati con il mio oncologo e siamo stati lieti di sentire che il cancro era sparito ed i miei linfonodi erano chiare. Il mio compagno ed io correvano avanti a casa mia e, con i miei figli a scuola, ha avuto le vertigini, appassionato sesso. Non importava a nessuno di noi che c’erano quattro canali di scolo di liquido di raccolta che pendono da buchi nel mio corpo o che il mio petto era una massa piatta di ferite e punti di sutura.

Quando ho detto a mio terapista che avevo ripreso la mia vita sessuale meno di una settimana dopo l’intervento, ha letteralmente senza fiato, “ Cosa?

Il suo shock, naturalmente, aveva un senso. Media e concentrarsi pubblicità sul seno e la salute “giovane” in modo così esclusivo che molte donne hanno difficoltà a sentire post-operatorio femminile o sexy.

Dylan Landis, autore di “ Rainey Reale ”, descritto per me come per diverse settimane dopo la sua mastectomia parziale, lei “coperta il nostro muro del bagno a specchio con il giornale, così ho potuto doccia senza vedere la mia auto appena deformata”.

Landis ha detto il suo chirurgo ricostruttivo offerto nessun consiglio su come gestire i suoi timori di spogliarsi di fronte a suo marito. “[Mio marito] avrebbe amato i miei seni se fossero viola”, ha detto Landis. “Il mio problema era meno sessualità immagine di sé, che naturalmente si porta a letto rispetto. Che è roba vaga per un chirurgo, se il paziente è 28 o 80.”

Amici che sapeva che ero ancora così sessualmente attive erano storditi e messo in chiaro mi comportavo al di fuori della norma per quello che è stato previsto per un senza seno, calva, donna nonmenstruating spingendo 50.

Dopo il mio primo ciclo di chemioterapia, sono andato in menopausa precoce. Attraverso tutti i quattro cicli, tuttavia - attraverso la perdita di capelli addetto e nausea, ulcere della bocca e dolori muscolari, e l’assottigliamento delle pareti vaginali che rende rapporti sessuali dolorosi - il mio compagno e ho fatto tesoro, e invocato, la nostra connessione sessuale.

Lubrificazione ha aiutato, ma la verità è che il sesso è una forza vitale per me in quei mesi, con i profitti emotive sentirsi come un vantaggio più grande delle impedimenti fisici. Amici che sapeva che ero ancora così sessualmente attivi sono stati, come il mio terapeuta, stordito e ha chiarito mi comportavo al di fuori della norma per quello che è stato previsto per un senza seno, calva, donna nonmenstruating spingendo 50.

Ma ero davvero un valore erratico? Potrebbe esserci una maggioranza silenziosa di donne che sono sessualmente meno influenzati da cancro al seno rispetto alla comunità medica, i blogger, ei ricercatori anticipare? Potrebbero hanno paura di parlare in su perché ci si sente “sconveniente” per una donna di 40 anni d’età per parlare di cose come il desiderio, la lubrificazione, o l’orgasmo?

Potrebbe essere che le donne anziane - e qualunque altra etichetta “malato” - tacere di sesso perché la società si rifiuta di sexualize chiunque ritenuto meno che perfetto? Dove finisce condizionamento culturale e fisiologia cominciano?

Un amico, che chiamerò “Cate,” è stato accoppiato ad una donna per più di 40 anni e così, ho immaginato, potrebbe essere immune da paure che avrebbe sembrare “meno femminile” per la sua moglie dopo un intervento chirurgico. Mi sbagliavo.

“Odiavo il mio seno destro dopo la mastectomia parziale,” Cate mi ha detto. “Odiato che sembrava sfigurato sul lato destro dove il chirurgo ha preso il tumore out, odiava come verde e gonfio era, odiava che era più piccolo del mio seno sinistro,” dice.

“Prima della chirurgia ero preoccupato che mia moglie non vorrebbe che il modo in cui guardava poi perché ama il mio seno. Non è mai importava a lei se ho guadagnato peso, perché significava che le mie tette ottenuto più grande e lei ama questo. Ma la mia preoccupazione circa che era infondata perché lei in realtà non importa; lei è solo contento di essere vivo.”

Cate ha anche detto che per “quasi un anno dopo l’intervento, il mio dolore al seno di essere toccato o premuto, quindi abbiamo dovuto navigare intorno a quello. E il mio lato destro era stretto e dolorante per la dissezione ascellare, quindi non c’era un sacco di provare nuove posizioni. Un sacco di piangere e ridere anche andato lungo con quello. Durante la chemio, non avevo voglia a tutti. Ero così malato tutto il tempo e sentivo indesiderabile con la testa calva “.

Avevo spesso pensato che la mia libido rimasto forte durante i miei trattamenti contro il cancro, perché il mio rapporto era nuovo - mi è stato diagnosticato con le cose ancora fresco e umido. Ma le conversazioni con le altre donne mi convincono che è la forza di un rapporto piuttosto che la sua durata che conta.

Quando profonda intimità è presente, il desiderio rendimenti nonostante problemi fisici o emotivi. Landis e il marito ama incondizionatamente, ad esempio, “ha iniziato una raccolta epico di vestaglie di seta. Nove anni dopo, ho ancora indosso uno a letto ogni notte. Posso cadere la cinghia sinistra, esponendo il ‘buono’ del seno … o sbucciare la vestaglia quando le luci sono spente,”ha relazioni. “Mi dà il controllo, e si guarda e si sente sexy -. Non flanella per me, baby”

Cate crediti la pazienza e l’accettazione del suo partner di aiutare il suo desiderio sessuale a riaffiorare. “Apprezzo così tanto che mia moglie ed io abbiamo una tale storia insieme … che nulla stava per farla scappare o mi lasci. Mi sono spesso chiesto che cosa deve essere come passare attraverso questo come una sola persona … e come questo potrebbe influenzare sentirsi sexy e desiderabile. La cosa che mi ha aiutato di più era sapere quanto profondamente [mia moglie] ama e mi vuole “.

Non avevo considerato la situazione sessuale delle singole donne con carcinoma mammario fino a quando ho cercato con Google. Per fortuna, i siti da Match.com per CURE sono pieni di articoli su esperienze post-cancro delle donne, sia positivi che negativi, offrendo consigli su tutto, da prendere confidenza essere nudi di nuovo per il momento migliore per rivelare la propria storia medica per un amante.

In datazione dopo il cancro al seno , il comico Lisa Kate David esplora come una doppia mastectomia lei liberata dalla tirannia del culto del corpo. “Ho usato per battere me stesso e cercare di nascondere ogni imperfezione del mio corpo”, scrive. “Ma il fatto che non ho cicatrici e senza capezzoli è impossibile da nascondere. C’è qualcosa di così liberatorio di tutto essere alla luce del sole. E ‘come un qualsiasi ideale di perfezione che avrei potuto mai sperato è andato fuori dalla finestra con i miei seni. Ognuno ha le cicatrici, le mie sono solo più visibile “.

Non a caso, però, articolo dopo articolo si concentra l’immagine del corpo, l’autostima, e “rompendo” la sorpresa dei seni modificati chirurgicamente per uomini su; l’attenzione è donna come oggetto. Tutti ignorano le questioni del desiderio sessuale di allattamento al proprietario o il compimento.

Naturalmente, le donne single di fronte affare cancro con ulteriori sfide che vanno ben oltre le preoccupazioni circa la libido. Survivor Deidra Bennett scrive su Raffineria 29 : “Una volta mi sono seduto su un gruppo di sostegno del cancro al seno solo per lasciare sentirsi più appesantito e più temibile - e ad essere onesti, geloso e arrabbiato, anche. ‘Lo faccio per mio marito ei miei figli,’ ha detto in lacrime una donna. ‘Non ho potuto farlo senza di loro’ … [t] donne ueste già avuto i loro partner ei loro figli; avevano un motivo per andare avanti. Non ero sicuro che avevo mai avuto l’opportunità di incontrare anche qualcuno un giorno.”

La ricerca pubblicata nel Journal of Psychology e la salute rivela che entrambe le donne single e le madri single sono a più alto rischio per la depressione dopo il cancro rispetto alle donne che stanno accoppiati. Sono costretti a preoccuparsi di come gestire una famiglia con bambini mentre malato e come affrontare la solitudine.

Per le donne con nuova diagnosi di cancro al seno che affrontano la paura e l’incertezza, offro questo: la sessualità femminile sembra essere così diversi come ogni altro aspetto della femminilità contemporanea. Non c’è one-size-fits-all descrizione di cosa aspettarsi. Se il medico, il vostro partner, i tuoi amici non stiamo parlando francamente, continuare a cercare e chiedere.

La sessualità è una parte in continua evoluzione di noi che non appassisce con l’età o la malattia. Ogni donna ho parlato sfidato le statistiche e riacquistato una vita sessuale e l’orgasmo.

Rompere il silenzio intorno mezza età sessualità femminile, intorno ai desideri sessuali di coloro che non sono conformi a stereotipi fisici, può aiutare a visualizzare la vostra sessualità come forza di vita positivo, soprattutto dopo il cancro.

Come Lisa Kate David afferma: “Mi sentivo più sexy e più a suo agio nel mio corpo di quanto avessi mai stato … Dopo aver ottenuto la mia doppia mastectomia, ho trovato un nuovo rispetto per me stesso e il mio corpo”. In effetti, la maggior parte delle donne, non indicano che la loro vita sessuale sono più ricche e più profondo ora che prima della malattia.

Passeggiando per il fuoco con il vostro partner e ancora in fase del tutto desiderato, avere qualcuno carezza o un bacio il seno cicatrici non perché sembrano perfetti, ma perché appartengono a voi, ora che è ciò che è veramente sexy.

Questo articolo è originariamente apparso su CoveyClub , un luogo di incontro virtuale per gli studenti per tutta la vita.


ultimo romanzo di Gina Frangello, “Ogni tipo di volere”, è stato rilasciato il Contrappunto nel settembre 2016. Il suo ultimo romanzo, “Una vita in Men” (Algonquin 2014), è stato selezionato per il Target Emerging serie Autori, è stato opzionato dalla Universal Cable Productions / Denver & Delilah, ed è stata una selezione club del libro per la rivista Nylon, The Rumpus, e The Nervous Breakdown. Lei è anche l’autore di altri due libri di narrativa: “Slut Lullabies” (Emergency Press 2010), che era una prefazione Magazine miglior libro del finalista dell’anno, e “Continente di mia sorella” (Chiasmus 2006). Ha quasi 20 anni di esperienza come editor, avendo fondato sia la stampa indipendente altre voci libri, e la sezione narrativa della famosa comunità letteraria online di esaurimento nervoso. Ha anche lavorato come editor per Domenica The Rumpus, il direttore esecutivo per la rivista Other Voices, e l’editor facoltà di TriQuarterly online. La sua narrativa breve, saggi, recensioni di libri, e il giornalismo sono stati pubblicati in luoghi come Salon, Dame, vomeri, il Boston Globe, BuzzFeed, il Chicago Tribune, l’Huffington Post, Staccionata, FiveChapters, Prairie Schooner, il Chicago Reader, e in molte altre riviste e antologie.