Pubblicato in 11 December 2017

Le calcificazioni seno: Ottenere un secondo parere

Molte donne non hanno alcun sintomo che hanno il cancro al seno . Essi non possono sentirsi diverso. Essi possono anche perdere i sintomi rivelatori di cancro al seno, come grumi o altri cambiamenti nel loro seno. E ‘possibile perdere i segnali di allarme, ma una mammografia in grado di dimostrare se si dispone di una calcificazione al seno. In alcune donne, che può essere un segno di cancro.

Se la mammografia mostra calcificazioni al seno, il radiologo può raccomandare di immagini o di una biopsia . Se pensi di aver bisogno di una biopsia, si può chiedere un secondo parere prima di subire qualsiasi procedura. Si consiglia inoltre di avere un secondo parere dopo la vostra biopsia per assicurarsi. Questo assicurerà la diagnosi è precisa e che la raccomandazione di trattamento è appropriato.

Quali sono calcificazioni al seno?

calcificazioni mammarie sono depositi di calcio all’interno di tessuto mammario. Su mammografie, sembrano macchie bianche o macchie e di solito sono così piccole che non si può fisicamente sentire. Sono comune nelle donne anziane, in particolare coloro che sono passati attraverso la menopausa.

calcificazioni mammarie appaiono in circa il 50 per cento di tutte le mammografie nelle donne oltre i 50 anni e in circa uno su 10 mammografie nelle donne sotto i 50.

calcificazioni mammarie possono formare in molti modi diversi. Il più comune è quella di formare naturalmente come parte del processo di invecchiamento. La calcificazione può verificarsi anche a causa di:

  • cambiamento non canceroso nel tuo seno, come ad esempio un fibroadenoma o cisti al seno
  • infezione
  • lesioni al seno
  • chirurgia
  • protesi al seno
  • lesioni mammarie cancerose e non tumorali

Tipi di calcificazioni al seno

La maggior parte delle calcificazioni seno sono noncancerous (benigni). Alcuni modelli di calcificazioni possono essere un’indicazione di cancro al seno. Se calcificazioni sono in gruppi ristretti con forme irregolari, o se si sviluppano in una linea, che potrebbero indicare il cancro. I due principali tipi di calcificazioni mammarie che possono apparire su una mammografia sono macrocalcificazioni e microcalcificazioni.

Macrocalcificazioni appaiono sulla mammografia aa una grande forma rotonda. Possono avere l’aspetto di trattini e sono più spesso benigne. Non avrete bisogno di alcun test aggiuntivo o di follow-up.

Microcalcificazioni sono piccole. Sulla mammografia, possono sembrare belle, macchie bianche come grani di sale. Microcalcificazioni possono rientrare in tre categorie il radiologo, che possono apparire sul vostro rapporto di mammografia:

  • benigno
  • probabilmente benigna
  • sospetto

Qualsiasi modello che è sospetto dovrebbe essere sottoposte a biopsia per escludere il cancro. Calcificazioni che appaiono benigni di solito non sono sottoposte a biopsia. Ma essi devono essere monitorati per eventuali modifiche. Ripetendo mammografie ogni sei a 12 mesi è un raccomandato di monitorare calcificazioni benigne. Il radiologo confronterà più recenti immagini per immagini più vecchie di eventuali modifiche di modello o le dimensioni delle calcificazioni.

E ‘una buona idea quella di avere il vostro mammografie fatto nello stesso luogo in modo che la tecnica e risultati seguono lo stesso standard. Potrebbe anche essere necessario mammografie addizionali che forniscono ingranditi vista sulla zona, o potrebbe essere necessario una biopsia al seno. Come con qualsiasi condizioni mediche, è importante capire che cosa calcificazioni seno sono e se è necessario un secondo parere

Ottenere un secondo parere

Nessuno conosce il tuo corpo meglio di te. E ‘sempre bene per ottenere un secondo parere, a prescindere dal tipo di calcificazione visto sulla mammografia. Si dovrebbe ottenere un secondo parere, se la mammografia mostra microcalcificazioni, dal momento che questo tipo può segnalare il cancro.

Se il medico ritiene tuoi calcificazioni mammarie sono cancerogene, una seconda opinione è importante. Assicurati di vedere uno specialista. Si può prendere i risultati mammografia ad un centro di imaging del seno essere riesaminata da un radiologo imaging del seno o di consultare un altro medico.

Il medico sarà a bordo con qualunque sia la vostra decisione è preoccupante la diagnosi medica. E ‘importante parlare con loro. Il medico farà una nota di eventuali calcificazioni al seno che appaiono sul vostro mammografia. Essi possono anche raccomandare a ottenere un secondo parere, soprattutto se hai avuto il cancro o hanno una storia familiare di cancro.

Follow-up e test aggiuntivi

Se si decide di avere un secondo parere, il medico può ancora vi incoraggio a tornare in sei mesi per un follow-up. Vorranno vedere se le calcificazioni mammarie hanno cambiamenti. Entrambe le forme di calcificazioni del seno sono normalmente innocui, ma i cambiamenti nella microcalcificazioni possono essere un indicatore di cancro al seno.

Se la mammografia indica il cancro, il medico può aiutare a ottenere un appuntamento per un secondo parere e parlare di opzioni di trattamento.

Il medico può darvi copie o registrazioni di trasferimento che potrebbe essere necessario per il vostro appuntamento. Al centro di imaging del seno, il radiologo può confrontare le vostre mammografie passato e cercare eventuali cambiamenti notevoli. Essi possono anche raccomandare ulteriori test.

Dal momento che microcalcificazioni sono molto piccole, a volte possono essere difficili da vedere. Potrebbe essere necessario ottenere una mammografia utilizzando quello che viene chiamato un “mammografia digitale a pieno campo”. Esso fornisce gli stessi risultati, ma rende molto più facile per vedere le microcalcificazioni chiaramente.

Assicurazioni e domande comuni

Controllare con la vostra assicurazione se non si sa se la vostra visita sarà coperto e di trovare un fornitore della rete. Molti piani di assicurazione coprono ora un secondo parere, e sono trattati solo altri appuntamenti.

Se il secondo parere differisce dalla prima, è importante capire le differenze. Gli errori sono possibili, ma i tuoi calcificazioni al seno potrebbero essere cambiati. E ‘anche possibile che certe cose o aree non erano chiaramente visibili sulla mammografia originale.

Sentirsi a proprio agio a chiedere le vostre domande medico. Assicurarsi di ottenere la mammografia annuale e seguire le istruzioni del medico. calcificazioni al seno nelle donne in genere non sono un motivo per essere preoccupati, ma si dovrebbe capire i pericoli nascosti. Ricorda l’importanza di un secondo parere e che si può chiedere uno in qualsiasi momento durante il trattamento. Quando si tratta di lotta contro il cancro, la diagnosi precoce è fondamentale.