Pubblicato in 31 October 2014

HER2-Positive Breast Cancer: I tassi di sopravvivenza e altre statistiche

Il cancro al seno non è una singola malattia. In realtà è un gruppo di malattie. Quando la diagnosi di cancro al seno, uno dei primi passi è l’identificazione che tipo hai. Questo fornisce informazioni chiave su come il cancro può comportarsi.

Quando si dispone di una biopsia al seno , il tessuto viene testato per i recettori ormonali (HR). E ‘anche testato per una cosa chiamata fattore di crescita epidermico umano del recettore 2 (HER2). Ogni possono essere coinvolti nello sviluppo del cancro al seno.

In alcuni rapporti di patologia, HER2 è indicata come HER2 / neu o ERBB2 (Erb-B2 recettore tirosina chinasi 2). recettori ormonali sono identificati come gli estrogeni (ER) e progesterone (PR).

HER2 è un gene che crea proteine ​​HER2, o recettori. Questi recettori aiutare la crescita di controllo e riparazione delle cellule del seno. Una sovraespressione di proteina HER2 provoca riproduzione out-of-control di cellule del seno.

tumori al seno HER2-positivi tendono ad essere più aggressivi di tumori al seno HER2-negativo. Insieme con il grado del tumore e stadio del cancro, delle risorse umane e lo status di HER2 aiuta a determinare le opzioni di trattamento.

Continua a leggere per saperne di più sul cancro al seno HER2-positivo e che cosa ci si può aspettare.

In questo momento, non v’è stata alcuna ricerca specifica sui tassi di sopravvivenza per il solo carcinoma mammario HER2-positivo. Gli studi attuali sui tassi di sopravvivenza al cancro al seno si applicano a tutti i tipi.

Secondo l’ American Cancer Society , questi sono i tassi di sopravvivenza relativa a cinque anni per le donne con tutti i tipi di tumore al seno:

  • stadio 0 o stadio 1 (noto anche come localizzata o metastatico): quasi il 100 percento
  • fase 2: 93 per cento
  • fase 3: 72 per cento
  • fase 4 (noto anche come metastatico): 22 per cento

E ‘importante ricordare che queste sono solo statistiche globali. statistiche di sopravvivenza a lungo termine si basano su persone che sono stati diagnosticati anni fa, ma il trattamento sta cambiando ad un ritmo rapido.

Quando si considera la vostra prospettiva, il medico deve analizzare molti fattori. Tra questi vi sono:

  • stadio alla diagnosi : La prospettiva è migliore quando il tumore al seno non si è diffuso al di fuori del seno o si è diffuso solo a livello regionale all’inizio del trattamento. Carcinoma mammario metastatico, che è il cancro che si è diffuso in sedi lontane, è più difficile da trattare.
  • dimensione e grado del tumore primario : Questo indica quanto aggressivo è.
  • metastasi linfonodali : Il cancro può diffondersi da linfonodi di organi e tessuti distanti.
  • HR e di stato HER2 : terapie mirate possono essere utilizzati per i tumori HR-positivi e della mammella HER2-positivo.
  • salute generale : altri problemi di salute possono complicare trattamento.
  • risposta alla terapia : E ‘difficile prevedere se una particolare terapia sarà efficace o produrre effetti collaterali intollerabili.
  • età : le donne più giovani e quelli oltre i 60 anni tendono ad avere unOutlook peggio rispetto alle donne di mezza età, ad eccezione di quelli con la fase 3 del cancro al seno.

Negli Stati Uniti, si stima che più di 40.000 donne muoiono di cancro al seno nel 2017.

Circa il 12 per cento delle donne negli Stati Uniti si svilupperà il cancro al seno invasivo ad un certo punto. Chiunque, anche gli uomini, in grado di sviluppare il cancro al seno HER2-positivo. Ma èpiù probabilmentea colpire le donne più giovani. HER2-positivo rappresenta circa il 20 per cento di tutti i tumori al seno.

Carcinoma mammario HER2-positivo è più aggressiva e più il rischio di reiterazione del cancro al seno HER2-negativo. Ricorrenza può accadere in qualsiasi momento. Ma di solito avviene entro cinque anni di trattamento.

La buona notizia è che la ricorrenza è meno probabile oggi che mai prima. Questo è dovuto in gran parte ai trattamenti più mirati. In realtà, la maggior parte delle persone trattate per cancro al seno fase iniziale HER2-positivo non ricaduta.

Se il cancro al seno è HR-positivi, la terapia ormonale può contribuire a ridurre il rischio di recidiva.

lo stato delle risorse umane e lo stato di HER2 possono cambiare. Se il cancro al seno si ripete, il nuovo tumore deve essere testato in modo trattamento può essere rivalutato.

Il piano di trattamento sarà probabilmente includere una combinazione di terapie quali:

Le dimensioni, la posizione e il numero di tumori aiutano a determinare la necessità di chirurgia conservativa del seno o mastectomia, e se per rimuovere i linfonodi.

La radioterapia può avere come bersaglio le cellule tumorali che possono rimanere dopo l’intervento chirurgico. Può anche essere utilizzato per ridurre i tumori.

La chemioterapia è un trattamento sistemico. farmaci potenti possono cercare e distruggere le cellule tumorali in qualsiasi parte del corpo. il cancro al seno HER2-positivo in genere risponde bene alla chemioterapia.

carcinoma mammario HER2-positivo può anche essere HR-positivo. Se è così, i trattamenti ormonali può essere un’opzione.

trattamenti mirati per il cancro al seno HER2-positivo sono:

  • Trastuzumab (Herceptin) aiuta le cellule tumorali blocchi di ricevere i segnali chimici che stimolano la crescita. Un 2014 studio di oltre 4.000 donne ha dimostrato che quando aggiunto alla chemioterapia (paclitaxel dopo doxorubicina e ciclofosfamide) nel carcinoma mammario HER2-positivo precoce, trastuzumab ha comportato una significativa riduzione delle recidive e miglioramento della sopravvivenza. La sopravvivenza a 10 anni è migliorato da 75,2 per cento con la sola chemioterapia al 84 per cento con l’aggiunta di trastuzumab. I risultati hanno anche dimostrato un continuo miglioramento della sopravvivenza senza recidiva. Il tasso di sopravvivenza libera da malattia a 10 anni è aumentata dal 62,2 per cento al 73,7 per cento.
  • Ado-trastuzumab-emtansine (Kadcyla) combina il trastuzumab con un farmaco chemioterapico chiamato emtansine. Trastuzumab emtansine consegna direttamente alle cellule tumorali HER2-positivo. Può essere utilizzato per ridurre i tumori e prolungare la sopravvivenza nelle donne con carcinoma mammario metastatico.
  • Pertuzumab (Perjeta) è un farmaco che funziona come trastuzumab. Tuttavia, si attacca ad una parte diversa della proteina HER2.
  • Lapatinib (Tykerb) blocca proteine che causano la crescita cellulare incontrollata. Può aiutare a ritardare la progressione della malattia, quando il tumore al seno metastatico diventa resistente al trastuzumab.

Una volta che il trattamento per il cancro al seno non metastatici fini, sarà ancora bisogno di test periodici per i segni di recidiva. La maggior parte degli effetti collaterali del trattamento migliorerà con il tempo, ma alcuni possono essere permanenti.

carcinoma mammario metastatico non è considerato curabile. Il trattamento può continuare fino a quando si sta lavorando. Se un particolare trattamento smette di funzionare, è possibile passare ad un altro.

Secondo le stime, più di 3,1 milioni di donne negli Stati Uniti hanno una storia di cancro al seno.

Le prospettive per il cancro al seno HER2-positivo varia da persona a persona. I progressi nelle terapie mirate continuano a migliorare le prospettive sia per la fase iniziale e malattia metastatica.