Pubblicato in 20 August 2015

Vivere con il cancro al seno: cosa vorrei che tu mi dici

Mandi Hudson, che scrive il premiato blog Darn Good Lemonade , vive con la fase 4 il cancro al seno. Seguila su Twitter @AdvertisingGeek .

Le persone con il cancro vogliono sapere che coloro che li circondano li amano, e in grado di offrire aiuto e sostegno. Ci sono un sacco di articoli là fuori su cosa non dire a qualcuno che ha il cancro, ma che cosa dovrebbe dire?

“So che questo fa schifo, ma io sono qui per te.”Condividi su Pinterest

A volte, la risposta più semplice è la migliore risposta. Diciamo che sono lì per loro, e sul serio. Le persone con il cancro tendono a trovare un importante cambiamento nei loro rapporti quando sono nel trattamento del cancro, e cattivi amici tendono ad ottenere eliminati abbastanza rapidamente.

Dove alcuni si intensificare e dare una mano, ci sarà anche una perdita di alcune amicizie, perché alcune persone non possono far fronte con una diagnosi di cancro e di evitarli.

“Vai avanti e di essere arrabbiato e triste, io sono qui per ascoltare.”Condividi su Pinterest

A volte hanno solo bisogno di qualcuno per sfogare a. Molti pazienti messo su una faccia felice, quando all’interno sono una pentola bollente di agitazione. Si potrebbe sentire come non hanno un posto sicuro dove sfogare molte delle loro frustrazioni e preoccupazioni. Lo stesso vale per custodi; hanno anche bisogno di un posto sicuro per parlare.

Essi dovrebbero essere autorizzati a dire che sono estremamente esausto per conciliare lavoro, la cura per la loro amata, e la vita. Cercando di essere positivo per tutto il tempo è faticoso ed a volte hanno solo bisogno di essere in grado di parlare della loro paure, il dolore, e quello che stanno attraversando.

Condividi su Pinterest

Laura Snyder, che scrive Riflessioni sul cancro , suggerisce di chiedere ciò che essi sono brama e portarlo. Lo stesso vale per pulizia della casa, cura dei bambini, tutto ciò che si può fare per aiutare. Offrendo un aiuto specifico è il tipo migliore da offrire.

Si deve destreggiarsi tra tante cose, quando si ha il cancro, può essere schiacciante per chiedere aiuto quando si finisce per averne bisogno. Inoltre, offrire un aiuto in tutto il loro trattamento. Un sacco di tempo, l’aiuto arriva a ondate, ognuno offre di cucinare la cena in una sola volta, e poi tre mesi di chemio, nessuno è.

Condividi su Pinterest

Questa è stata condivisa da Beth Caldwell di The Cult di Perfect maternità . Se non si sa circostanza del paziente (e anche se lo fate), sentir parlare il numero gloriosa di persone che sono sopravvissute e non sono sopravvissuti una particolare forma di cancro non è particolarmente utile quando ci si trova nel bel mezzo delle cose. Questo è un affare ancora più grande per qualcuno con cancro in fase terminale.

Lo stesso vale per chi cerca di convincere il paziente che il loro trattamento è veleno, e che le terapie alternative sono la strada da percorrere. Offerta di essere la voce della ragione, anche se è solo per una risata.

Condividi su Pinterest

Il malato di cancro può avere esperienze e cose felici che vogliono fare nel bel mezzo del loro trattamento (o dopo). Non tutti hanno una lista secchio, ma le priorità tipicamente spostare verso la famiglia, gli amici, e le esperienze di essere una priorità ancora più grande.

Prendendo il paziente fuori per un’esperienza divertente (anche se è solo un viaggio al cinema), o aiutandoli a realizzare un sogno per tutta la vita significherà molto per loro.

Condividi su Pinterest

Sapendo che si sono attivamente nella mente di qualcuno e che si preoccupano si è confortante. Evitare notando che il vostro “pensando a loro” coinvolge si bawling gli occhi aperti per tre ore. Nessuno vuole sentire che stanno rompendo il cuore e che sono preoccupati per loro.

Condividi su Pinterest

E ‘perfettamente bene a non sentire come avete la cosa giusta da dire. E ‘meglio che dire niente. Nessuno è veramente un esperto di ciò che si dovrebbe dire, e ognuno è diverso. Essere onesti quando si è ammutolito è perfettamente bene. Il malato di cancro può guidare l’utente su ciò di cui hanno bisogno o che cosa è utile per loro.