Pubblicato in 22 March 2018

9 Celebrità con HIV

HIV e AIDS

L’HIV è un virus che indebolisce il sistema immunitario di una persona, distruggendo le cellule CD4, un tipo di globuli bianchi. Mentre non c’è ancora alcuna cura per l’HIV, è altamente gestibili con la terapia antiretrovirale. Con un trattamento regolare, una persona che vive con l’HIV può aspettarsi di vivere più a lungo una persona senza HIV.

Nonostante tutto quello che sappiamo circa l’HIV , rimane un sacco di stigma che lo circonda. Il fatto è che chiunque può contrarre l’HIV - anche le persone più ricche e famose del mondo. Ecco un elenco di nove personaggi famosi che hanno avuto il coraggio di fare il loro status pubblico HIV in modo che possano aumentare la consapevolezza e aiutare gli altri.

1. Arthur Ashe

Arthur Ashe

Arthur Ashe era un giocatore di tennis di fama mondiale, che fu attivo in HIV e AIDS consapevolezza. Ashe contratto l’HIV da una trasfusione di sangue dopo aver intervento chirurgico al cuore nel 1983. Egli è venuto pubblico con la sua condizione dopo le voci sono stati avviati dalla stampa.

Nel 1992, il New York Times lo ha citato in una conferenza stampa dicendo: “Così come sono sicuro che tutti in questa stanza ha qualche questione personale che lui o lei vorrebbe mantenere privata, quindi abbiamo fatto noi … Non era certo irresistibile medica o necessità fisica di rendere pubblica la mia condizione medica “.

Tali dichiarazioni hanno evidenziato il movimento per l’HIV e l’AIDS consapevolezza in quel momento, quando le celebrità sono stati cominciando a rendere pubblica la loro diagnosi con la condizione.

Ashe è morto per complicazioni correlate nel 1993, all’età di 49.

2. Eazy-E

Eric Lynn Wright, meglio conosciuto come Eazy-E, è stato un membro del gruppo hip-hop di Los Angeles NWA Eazy-E è morto nel 1995, un mese dopo aver ricevuto una diagnosi di AIDS.

Prima della sua morte, Eazy-E ha rilasciato una dichiarazione di redenzione e di ultime volontà: “Non sto dicendo questo perché sto cercando un morbido cuscino ovunque io sto andando, mi sento migliaia che ho e migliaia di giovani fan che hanno a conoscere ciò che è reale quando si tratta di AIDS. Come gli altri prima di me, mi piacerebbe girare il mio problema in qualcosa di buono che raggiungerà a tutti i miei homeboys e loro parenti.”

Suo figlio, il rapper Lil Eazy-E, ha continuato l’eredità musicale del padre, mentre diventando anche un noto attivista per HIV e AIDS.

3. Magic Johnson

Magic Johnson è un eroe su più livelli. Non solo è un ex star del basket, è anche una delle prime celebrità per informare il mondo che lui è sieropositivo. Johnson ha fatto il suo annuncio nel 1991 - un momento in cui il pubblico credeva un gran numero di idee sbagliate circa l’HIV. In una conferenza stampa , ha detto, “A causa del virus HIV che ho raggiunto, dovrò andare in pensione dai Lakers … Ho intenzione di continuare a vivere per molto tempo.”

Più di 25 anni dopo, Johnson ha fatto bene il suo piano. Mentre ancora coinvolti in sport come commentatore, ha anche iniziato la Magic Johnson Foundation, un’organizzazione educativa il cui scopo è quello di prevenire la diffusione del virus HIV.

4. Greg Louganis

Oltre ad essere conosciuto come un campione di tuffi olimpici nel 1980, Louganis è anche uno dei volti più noti di consapevolezza dell’HIV. È stato diagnosticato con l’HIV nel 1988 e ha utilizzato fin dalla sua passione di immersioni come una forza per tenerlo in corso.

In ripensando a sua diagnosi, Louganis ha detto ESPN nel 2016, “Il mio medico mi ha incoraggiato che la cosa più sana per me sarebbe quella di continuare la formazione per le Olimpiadi. L’immersione è stata molto più di una cosa positiva su cui concentrarsi. Ho fatto soffrire di depressione; se abbiamo avuto un giorno di riposo, non riuscivo ad alzarmi dal letto. Vorrei solo tirare le coperte sopra la mia testa. Ma fino a quando ho avuto qualcosa sul calendario, mi sono presentato.”

Oggi Louganis rimane un’ispirazione regolare - non solo per gli atleti, ma anche per coloro che combattono l’HIV stigma.

5. Freddie Mercury

Freddie Mercury ha mantenuto la sua diagnosi di HIV privato per anni. Il cantante della regina è morto per complicazioni da AIDS pochi giorni dopo aver annunciato pubblicamente che era sieropositivo. Il Los Angeles Times ha riferito l’ annuncio ha fatto poco prima di morire:

“Dopo l’enorme congetture sulla stampa nel corso delle ultime due settimane, desidero confermare che ho testato HIV-positivi e hanno l’AIDS.

“Mi sono sentito corretto per tenere queste informazioni private fino ad oggi al fine di proteggere la privacy di chi mi circonda.

“Tuttavia, il tempo è giunto per i miei amici e fan di tutto il mondo di conoscere la verità e spero che tutti si uniranno a me, i miei medici e tutti coloro che in tutto il mondo nella lotta contro questa terribile malattia.”

Aveva 45 anni al momento della sua morte nel novembre 1991. La sua voce e musicali talenti melodiche, così come la sua lotta contro l’HIV, continuano a ispirare le persone di oggi.

6. Chuck Panozzo

Questo membro fondatore e bassista della band Stige ha sostenuto l’attivismo per due motivi: i diritti degli omosessuali e la prevenzione dell’HIV. Chuck Panozzo ha annunciato nel 2001 che gli è stato diagnosticato l’HIV. Ha anche scritto un libro di memorie in dettaglio le sue esperienze.

Nel 2012, Panozzo ha dichiarato che essendo un membro della Styx è stata la sua ultima fonte di sostegno, dicendo: “Quello che la band mi ha insegnato psicologicamente è che ho bisogno di uscire e stare con la mia band che continuano la loro eredità nel rock ‘n ‘mondo rullo per sempre … Come potrebbe questo non mi aiuterà nel mio processo di recupero? Ho una band che è disposto a fare in modo che io resti in buona salute “.

Oggi, Panozzo mantiene la sua condizione con i farmaci durante il soggiorno attivo nella lotta contro l’HIV.

7. Danny Pintauro

Danny Pintauro è forse più noto per il suo ruolo di Jonathan nella sitcom “Chi è il capo?” Ora Pintauro è accreditato anche per l’attivismo HIV. Nel 2015, l’ex star bambina ha detto Oprah Winfrey per la sua diagnosi di HIV: “Volevo dirvi questo molto tempo fa, ma non era pronto. Sono pronto ora … sono HIV-positivi, e sono stato per 12 anni “.

Pintauro riconosce anche che non era pronto a parlare della sua condizione per tanti anni a causa della possibile stigmatizzazione.

8. Charlie Sheen

Nel 2015, l’attore Charlie Sheen ha annunciato pubblicamente la sua diagnosi di HIV. Sebbene Sheen è stato sieropositivo dal 2011, ha deciso di pubblicizzare la sua condizione di sensibilizzazione. Aggiungendo alla controversia è la sua ammissione di aver continuato ad avere rapporti con le donne sapendo che lui era sieropositivo al momento. Eppure, Sheen potrebbe essere alla ricerca di un po ‘di redenzione, affermando che lui deve “Non rifuggire da responsabilità e le opportunità che mi spingono a aiutare gli altri … ho la responsabilità ora di migliorare me stesso e aiutare un sacco di altre persone.”

9. Pedro Zamora

Pedro Zamora ha avuto un impatto significativo nel corso della sua breve vita. E ‘stato uno dei membri del cast di MTV “Real World: San Francisco” reality. Ha usato lo show come piattaforma per l’HIV e l’AIDS consapevolezza, così come i diritti degli omosessuali. Zamora è stato citato dicendo: “come gay giovani, che sono emarginati. Come i giovani che sono HIV-positivi e hanno l’AIDS, siamo totalmente ammortizzati.”

E ‘morto all’età di 22 nel 1994. Da allora, i suoi cari - tra cui gli ex membri del cast “mondo reale” - continua l’eredità e l’opera di Zamora per promuovere la conoscenza e la prevenzione dell’HIV.