Pubblicato in 12 June 2019

Chronophobia o paura del tempo che passa: Rischi, sintomi, trattamento

In greco, la parola crono significa tempo e la parola fobia significa paura. Chronophobia è la paura del tempo. E ‘caratterizzata da una paura irrazionale ma persistente del tempo e dello scorrere del tempo.

Chronophobia è legato alla chronomentrophobia rara, la paura irrazionale degli orologi, come orologi.

Chronophobia è considerata una fobia specifica. Una fobia specifica è un disturbo d’ansia caratterizzato da un potente, la paura ingiustificata di qualcosa che poco o nessun pericolo reale, ma istiga evitamento e l’ansia. Di solito, la paura è di un oggetto, situazione, l’attività, o di una persona.

Ci sono cinque tipi di fobia specifica:

  • animale (per esempio, i cani, ragni)
  • situazionale (ponti, aeroplani)
  • il sangue, iniezione, o lesioni (aghi, prelievi di sangue)
  • ambiente naturale (altezze, tempeste)
  • altro

Secondo la Mayo Clinic , i sintomi di una fobia specifica sono suscettibili di essere:

  • sentimenti di paura travolgente, l’ansia , e panico
  • la consapevolezza che le tue paure sono ingiustificate o esagerate, ma sentirsi impotenti di gestirli
  • difficoltà a funzionare normalmente a causa della tua paura
  • rapida frequenza cardiaca
  • sudorazione
  • respirazione difficoltosa

I sintomi possono essere innescate quando sono presentati con la fobia per sé o si verificano quando si parla di fobia.

Per una persona con chronophobia, spesso una situazione specifica che mette in evidenza il passare del tempo può intensificare l’ansia, come ad esempio un:

  • di scuola superiore o laurea
  • anniversario di matrimonio
  • compleanno speciale
  • vacanza

Tuttavia, qualcuno con chronophobia può avvertire l’ansia come quasi un appuntamento fisso nella loro vita.

Secondo l’ Istituto Nazionale di Salute Mentale , circa il 12,5 per cento degli adulti statunitensi, volte nella loro vita sperimenteranno una fobia specifica.

Come chronophobia è legata al tempo, è logico che:

  • Esso può essere identificato in anziani e persone colpite da malattia terminale , preoccuparsi del tempo che hanno lasciato per vivere.
  • In prigione, chronophobia a volte mette in quando i detenuti contemplano la durata della loro carcerazione. Questo è comunemente indicato come la nevrosi prigione o come annoiarci.
  • Si può essere vissuta in situazioni, come ad esempio un disastro naturale, quando le persone sono in un periodo prolungato di ansia senza mezzi familiari di tempo di monitoraggio.

Inoltre, il senso di una diminuzione delle prospettive future ha, secondo un 2014 studio, Stati utilizzati come criteri diagnostici per il PTSD (disordine da stress post-traumatico) .

L’ Alleanza Nazionale sulla malattia mentale suggerisce che, anche se ogni tipo di disturbo d’ansia ha comunemente un proprio piano di trattamento, ci sono tipi di trattamento che vengono comunemente utilizzati.

Questi includono la psicoterapia, come la terapia cognitivo-comportamentale, e la prescrizione di farmaci, tra cui antidepressivi e farmaci anti-ansia , come beta-bloccanti e benzod iazepines .

trattamenti complementari e alternative proposte comprendono:

  • relax e distensione della tensione di tecniche, quali l’attenzione focalizzata e esercizi di respirazione
  • yoga per gestire l’ansia con esercizi di respirazione, meditazione e posture fisiche
  • esercizio aerobico per alleviare lo stress e l’ansia

fobie specifiche possono portare ad altri problemi, come ad esempio:

  • disturbi dell’umore
  • isolazione sociale
  • alcool o abuso di stupefacenti

Anche se le fobie specifiche non sempre richiedono il trattamento, il medico dovrebbe avere alcune intuizioni e le raccomandazioni per aiutare.

Chronophobia, è fobia specifica descritta come una paura irrazionale ancora spesso inesorabile del tempo e del passaggio del tempo.

Se chronophobia, o qualsiasi fobia, interferisce con la vostra vita quotidiana, discutere la situazione con il vostro medico. Essi possono raccomandare uno specialista della salute mentale per aiutare con una diagnosi completa e per pianificare una linea di condotta per il trattamento.