Pubblicato in 30 July 2018

Cirrosi scompensata: sintomi, cause, trattamento, speranza di vita

Cirrosi scompensata è un termine che i medici usano per descrivere le complicazioni della malattia epatica avanzata. Le persone con compensata cirrosi spesso non hanno alcun sintomo, perché il loro fegato è ancora funzionante. Dato che la funzione epatica diminuisce, può diventare cirrosi scompensata.

Le persone con cirrosi scompensata si stanno avvicinando allo stadio terminale insufficienza epatica e di solito sono candidati per un trapianto di fegato.

Continuate a leggere per saperne di più su cirrosi scompensata, inclusi i suoi sintomi e gli effetti sulla speranza di vita.

La cirrosi solito non causa alcun sintomo nelle sue fasi precedenti. Ma, come si progredisce a cirrosi scompensata, può causare:

  • itterizia
  • fatica
  • perdita di peso
  • facile sanguinamento e lividi
  • addome gonfio a causa di accumulo di liquidi ( ascite )
  • gambe gonfie
  • confusione, difficoltà di parola, o sonnolenza ( encefalopatia epatica )
  • nausea e perdita di appetito
  • teleangectasie
  • rossore sui palmi delle mani
  • contrazione testicoli e la crescita del seno negli uomini
  • prurito inspiegabile

cirrosi scompensata è uno stadio avanzato di cirrosi. Cirrosi riferisce alla cicatrizzazione del fegato. cirrosi scompensata accade quando questo sfregio diventa così grave che il fegato non può funzionare correttamente.

Tutto ciò che danneggia il fegato può causare cicatrici, che potrebbe eventualmente trasformarsi in cirrosi scompensata. Le più comuni cause di cirrosi sono:

  • A lungo termine, il consumo di alcol
  • epatite B o epatite C cronica
  • accumulo di grasso nel fegato

Altre possibili cause di cirrosi sono:

  • l’accumulo di ferro
  • fibrosi cistica
  • accumulo di rame
  • poco formate dotti biliari
  • malattie autoimmuni del fegato
  • lesioni biliare
  • infezioni epatiche
  • assunzione di alcuni farmaci, come metotrexato

In generale, i medici in grado di diagnosticare con cirrosi scompensata, quando si iniziano ad avere sintomi cirrosi, come ittero o confusione mentale. Faranno di solito confermano la diagnosi effettuando esami del sangue per determinare la funzione epatica .

Essi possono anche prendere un campione di siero di elaborare un modello per la malattia epatica in fase terminale (MELD) punteggio. Il punteggio MELD è il più comunemente usato strumento diagnostico per la malattia epatica avanzata. I punteggi variano da 6 a 40.

Medici talvolta fare una biopsia epatica , che consiste nel portare un piccolo campione di tessuto epatico e analizzarla. Questo li aiuterà a capire meglio come danneggiato il fegato è.

Essi possono anche utilizzare una serie di test di imaging per guardare le dimensioni e la forma del fegato e della milza, come ad esempio:

  • scansioni MRI
  • ultrasuoni
  • TAC
  • magnetica elastography risonanza o elastografia transitoria, che sono esponendo test che rilevano indurimento del fegato

Ci sono limitati opzioni di trattamento per cirrosi scompensata. In questa fase successiva della malattia epatica, di solito non è possibile invertire la condizione. Ma questo significa anche che le persone con cirrosi scompensata sono spesso buoni candidati per un trapianto di fegato .

Se si dispone di almeno un sintomo di cirrosi scompensata e un punteggio MELD di 15 o superiore, un trapianto di fegato è fortemente raccomandato .

Trapianti di fegato sono fatti o tramite un fegato parziale o intero da un donatore. Tessuto epatico può rigenerare, così qualcuno può ricevere una porzione di un fegato da un donatore vivo. Sia il fegato trapiantato e il fegato del donatore si rigenerano nel giro di pochi mesi .

Mentre un trapianto di fegato è un’opzione promettente, è una procedura importante con un sacco di aspetti da considerare. Nella maggior parte dei casi, un medico farà riferimento un paziente prospettico a un centro trapianti, dove un team di professionisti del settore medico valuterà quanto bene il paziente avrebbe fatto con un trapianto.

Faranno guardano:

  • stadio della malattia epatica
  • storia medica
  • la salute mentale ed emotiva
  • sistema di supporto a casa
  • capacità e la volontà di seguire le istruzioni postoperatorio
  • probabilità di sopravvivere alla chirurgia

Per valutare tutto questo, i medici utilizzano una varietà di test e le procedure, come ad esempio:

  • esami fisici
  • diversi esami del sangue
  • valutazioni psicologiche e sociali
  • test diagnostici per valutare la salute del tuo cuore, polmoni e altri organi
  • esami di imaging
  • screening di farmaci e alcool
  • HIV e epatite test

Le persone con malattia epatica alcool o legati alla droga sarà probabilmente bisogno di dimostrare la loro sobrietà. In alcuni casi, questo potrebbe implicare che mostra la documentazione da un impianto di trattamento delle tossicodipendenze.

Indipendentemente dal fatto che una persona si qualifica per un trapianto, un medico potrebbe anche raccomandare la seguente per migliorare la qualità della vita e di evitare altre complicazioni:

  • a seguito di una dieta a basso contenuto di sale
  • non usare droghe ricreative o alcol
  • prendendo diuretici
  • l’assunzione di farmaci antivirali per gestire l’epatite B o C cronica
  • limitare l’assunzione di liquidi
  • assunzione di antibiotici per trattare infezioni sottostanti o prevenire nuovi
  • l’assunzione di farmaci per aiutare coagulo di sangue
  • assunzione di farmaci per migliorare il flusso di sangue al fegato
  • fase di una procedura per rimuovere liquidi in eccesso dall’addome

cirrosi scompensata può ridurre l’aspettativa di vita. In generale, più alto sarà il punteggio MELD, minore è la probabilità sono per sopravvivere altri tre mesi.

Ad esempio, se si dispone di un punteggio MELD di 15 o inferiore, si dispone di un 95 per cento di possibilità di sopravvivere per almeno altri tre mesi. Se si dispone di un punteggio MELD 30, il tasso di sopravvivenza a tre mesi è il 65 per cento . Questo è il motivo per cui le persone con un punteggio MELD più alto sono la priorità nella lista dei donatori di organi.

Ottenere un trapianto di fegato aumenta notevolmente l’aspettativa di vita. Mentre ogni caso è diverso, molte persone tornare alle loro normali attività dopo un trapianto di fegato. Il tasso di sopravvivenza a cinque anni è di circa il 75 per cento.

cirrosi scompensata è una forma avanzata di cirrosi che è associato con insufficienza epatica. Anche se non ci sono molte opzioni di trattamento per esso, un trapianto di fegato può avere un grande impatto sulla speranza di vita.

Se siete stati diagnosticati con cirrosi scompensata, parlare con il medico circa la vostra idoneità per un trapianto. Essi possono anche riferirsi a voi per un epatologo, che è un tipo di medico specializzato nel trattamento di condizioni del fegato.