Pubblicato in 20 September 2017

Sono andato silenzioso sui Social Media a causa della mia malattia invisibile

Il mio nome è Olivia, e ho usato per eseguire la pagina selfloveliv Instagram. Sono anche un blogger di salute mentale con disturbo bipolare e parlo molto circa lo stigma dietro la malattia mentale. Io cerco di fare quanto possibile per sensibilizzare l’opinione pubblica su diversi tipi di malattie mentali e di assicurarsi che le persone si rendono conto che non sono soli.

Mi piace essere sociale, parlando con altre persone che hanno la stessa malattia come me, e di essere reattivo. Tuttavia, nelle ultime settimane ho nessuna di queste cose stata. Sono completamente andato fuori dalla griglia, e ho perso il controllo completo della mia malattia mentale.

Utilizzando la ‘tecnica ben’ per descrivere l’effetto delle malattie mentali

Il modo migliore che posso descriverlo sta usando la tecnica di mia mamma usa quando spiega la malattia mentale alla nostra famiglia e gli amici. E ‘la sua tecnica “bene” - come nel pozzo dei desideri tipo di bene. Il ben rappresenta le nuvole negativi una malattia mentale può portare. Quanto vicino una persona è al pozzo rappresenta il nostro stato mentale.

Per esempio: se il pozzo è in lontananza, lontano da me, questo significa che sto vivere la vita al pieno . Sono in cima al mondo. Niente può fermare me e sono incredibili. La vita è fantastica.

Se mi descrivo come “accanto al pozzo,” Sto bene - non eccezionale - ma andare avanti con le cose e ancora in controllo.

Se mi sento come se fossi nel pozzo, è cattivo. Sono probabilmente in un angolo a piangere, o in piedi continuando a fissare nel vuoto, voler morire. Oh, che momento gioioso.

Sotto il bene? E ‘codice rosso. Codice nero anche. Heck, è il codice buco nero di miseria e disperazione e incubi infernali. Tutti i miei pensieri ora ruotano intorno alla morte, mio ​​funerale, quali canzoni che voglio lì, le opere complete. Non è un buon posto per essere per chiunque sia coinvolto.

Quindi, con questo in mente, mi permetta di spiegare il motivo per cui sono andato tutti “Mission Impossible: Protocollo fantasma” su tutti.

Lunedi 4 settembre ho voluto uccidermi

Questo non era un sentimento insolito per me. Tuttavia, questa sensazione era così forte, non ho potuto controllarlo. Ero al lavoro, completamente accecato dalla mia malattia. Per fortuna, invece di voler agire sul mio piano di suicidio , sono andato a casa e subito a letto.

I prossimi giorni sono stati un enorme sfocatura.

Ma ricordo ancora un paio di cose. Mi ricordo di aver spento le mie notifiche dei messaggi, perché non volevo che nessuno in contatto con me. Non volevo che si sapesse quanto male che ero. Poi ho disattivato il mio Instagram.

E mi è piaciuto molto questo account.

Ho amato collegamento con la gente, ho amato sentirsi come stavo facendo la differenza, e mi è piaciuto essere parte di un movimento. Eppure, come ho scorrere attraverso l’applicazione, mi sono sentito completamente e assolutamente solo. Non potevo sopportare di vedere la gente felice, godendo la loro vita, che vivono la loro vita in pienezza quando mi sentivo così perso. Mi ha fatto sentire come se mi stava venendo a mancare.

La gente parla di recupero di questo grande obiettivo finale, quando, per me, non può mai accadere.

Non potrò mai recuperare da disturbo bipolare. Non c’è cura, nessuna pillola magica per trasformare me da uno zombie depressivo ad un luminoso felice, fata, energico. Non esiste. Così, vedendo le persone che parlano di ripresa e di quanto erano felici ora, mi ha fatto sentire arrabbiato e solo.

Il problema valanga in questo ciclo di voler essere solo e non voler essere solo, ma alla fine, mi sentivo ancora sola perché ero da solo. Vedere la mia situazione?

Ma posso sopravvivere e tornerò

Come passare dei giorni, mi sono sentito sempre più isolato dalla società, ma terrorizzata di tornare. Più a lungo ero via, più difficile è stato quello di tornare sui social media. Cosa dovrei dire? La gente dovrebbe capire? Avrebbero volermi indietro?

Sarei in grado di essere onesto e aperto e reale?

La risposta? Sì.

La gente al giorno d’oggi sono incredibilmente la comprensione, e soprattutto coloro che hanno vissuto le stesse sensazioni come me. La malattia mentale è una cosa molto reale, e più ne parliamo, il meno stigma ci sarà.

Tornerò presto social media, nel tempo, quando il vuoto mi lascia sola. Per il momento, sarò. Io respirare. E come diceva il famoso Gloria Gaynor, I will survive.

La prevenzione del suicidio:

Se pensate che qualcuno è a rischio immediato di autolesionismo o di ferire un’altra persona:

  • Chiamare il 911 o il numero di emergenza locale.
  • Resta con la persona fino all’arrivo dei soccorsi.
  • Rimuovere eventuali pistole, coltelli, i farmaci, o altre cose che possono causare danni.
  • Senti, ma non giudicare, discutere, minacciare, o urlare.

Se pensate che qualcuno sta prendendo in considerazione il suicidio, o sei, ottenere aiuto immediato di una crisi o di suicidio prevenzione hotline. Prova la National Suicide Prevention Lifeline al 800-273-8255.


Olivia - o Liv in breve - è 24, dal Regno Unito, e un blogger di salute mentale. Ama tutte le cose gotiche, in particolare di Halloween. Lei è anche un appassionato di tatuaggio enorme, con oltre 40 finora. Il suo conto Instagram, che può scomparire di volta in volta, può essere trovato qui .