Pubblicato in 27 March 2017

Phytophotodermatitis: sintomi, cause e Altro

Phytophotodermatitis è un tipo di dermatite da contatto. Può essere più facile da capire, rompendo il suo nome in tre parti:

  • fito, che significa pianta
  • foto, il che significa che la luce del sole
  • dermatite, che è l’infiammazione della pelle

In questa condizione, con alcuni prodotti chimici pianta può causare infiammazione della pelle quando esposti alla luce solare. E ‘meno comune rispetto ad altri tipi di dermatite da contatto.

I sintomi di phytophotodermatitis possono essere preoccupante, ma la condizione di solito va via da solo nel corso del tempo. Più casi gravi possono essere trattati da un dermatologo.

I sintomi di phytophotodermatitis variano in base al ciclo della reazione. In un primo momento, si può verificare patch blister-come attraverso la pelle. Si tratta spesso di prurito e di forma irregolare. Queste patch appaiono ovunque la pelle è esposta alla sostanza vegetale. Le aree più comunemente colpite sono le:

  • gambe
  • mani
  • braccia

Oltre a bolle rotonde, i cerotti possono anche apparire in forma di gocce e striature.

Le bolle non prurito tanto dopo la reazione iniziale. Il rossore e l’infiammazione (gonfiore) va anche verso il basso. Tuttavia, si possono trovare pigmentazione scura al posto delle vesciche. Questo è chiamato pigmentazione post-infiammatoria. Questa fase può durare per diverse settimane , o addirittura mesi.

Phytophotodermatitis è causato da esposizione a furocoumarins. Questo è un tipo di prodotto chimico trovato sulle superfici vegetali. La sostanza chimica può diventare attivato dai raggi UVA attraverso il processo di fotosintesi. Se la pelle viene a contatto con le sostanze chimiche e chimico viene attivato, una reazione può accadere. Il contatto con questa sostanza attiva, anche per breve tempo, può causare reazioni cutanee in alcune persone. Phytophotodermatitis colpisce solo l’epidermide. L’epidermide è lo strato esterno della pelle.

Alcune piante che possono causare phytophotodermatitis includono:

  • carote
  • sedano
  • agrumi (più comunemente tigli)
  • fichi
  • aneto selvatici
  • prezzemolo selvatico
  • pastinaca selvatiche

I sintomi iniziali vesciche sono causati dagli effetti della sostanza chimica sull’epidermide. Furocoumarins sono anche responsabili della produzione di melanina in eccesso nelle cellule della pelle. Questo fa sì che la successiva decolorazione della pelle.

dermatite Berloque

Phytophotodermatitis ha anche un sottotipo chiamato dermatite da berloque. Questo è causato da alcune sostanze che si trovano in profumeria. I sintomi includono marchi striscia in cui si applica il profumo - il più delle volte intorno al collo e ai polsi.

dermatite Berloque è causato da una sostanza chiamata bergaptene, che può causare queste reazioni in quantità elevate. Anche se la condizione è rara, si potrebbe considerare evitando questa sostanza, se avete la pelle sensibile.

Non tutti sperimenteranno phytophotodermatitis dopo l’esposizione a furocoumarins. Si può essere a rischio maggiore se si dispone di una storia di dermatite da contatto con altre sostanze, come i metalli e detergenti.

Altri fattori di rischio per questa reazione cutanea possono includere:

  • lavorare o giocare all’aperto
  • giardinaggio
  • a piedi o altre attività in aree boschive
  • contattando piante durante il mezzogiorno quando i livelli di UVA sono superiori
  • entrando in contatto con le piante in quota
  • piante toccanti che hanno un sacco di linfa
  • fuochi, che può portare a esposizione accidentale da utilizzando legno furocoumarin contenenti
  • cucinare o bartending

Phytophotodermatitis è anche più prevalente in primavera e in estate. Questo è quando le piante sono generalmente più attivi nella produzione di sostanze che potrebbero essere tossici per la pelle umana. Inoltre, si può essere più probabilità di andare fuori nel corso di questi mesi più caldi ed entrare in contatto con le piante.

E ‘possibile diffondere phytophotodermatitis prima furocoumarins sono esposti ai raggi UVA. Ciò vale in particolare tra genitore e figlio. In effetti, alcuni casi della malattia nei bambini sono erroneamente scambiato per abusi sui minori.

I casi lievi di phytophotodermatitis non necessariamente richiedono una visita medica. Parlate con il vostro fornitore di cure primarie o il dermatologo in caso di grave vesciche e prurito. Avrete anche bisogno di vedere un medico se si notano segni di infezione, come piaghe che trasudano.

Phytophotodermatitis è spesso confusa con altre malattie della pelle, come ad esempio:

Il medico può diagnosticare phytophotodermatitis con un esame fisico. Passeranno in rassegna i sintomi e si chiedere recenti attività che avete partecipato e quando i sintomi iniziato.

Phytophotodermatitis è principalmente trattato con cura a casa. vesciche moderata può essere placato con salviette fresche. unguenti d’attualità, come gli steroidi, possono aiutare le bolle iniziali e l’infiammazione in focolai più gravi. A loro volta, questi anche contribuire ad alleviare il prurito.

Per saperne di più: Contatto trattamenti dermatite »

Steroidi e altri farmaci topici non aiutano le alterazioni della pigmentazione che si verificano nella seconda fase. La migliore misura di trattamento per la pigmentazione post-infiammatoria è tempo. scolorimento della pelle spesso svanire da solo nel corso di diverse settimane. Ridurre l’esposizione al sole può anche aiutare a prevenire la decolorazione da oscurare ancora di più.

Photochemotherapy, spesso utilizzati in altre malattie della pelle come psoriasi, non è raccomandato per questa condizione perché può peggiorare alterazioni della pigmentazione. agenti sbiancanti hanno anche dimostrato di essere inefficace.

Le misure preventive dimostrano di essere più utile nel trattare con phytophotodermatitis. sapone di base e l’acqua va un lungo cammino per rimuovere le sostanze chimiche che causano questa reazione cutanea.

consigli di prevenzione

  • Lavare le mani e altre parti esposte della pelle subito dopo stare all’aria aperta.
  • Indossare guanti quando giardinaggio.
  • Indossare pantaloni e maniche lunghe in zone boschive.
  • Indossare la protezione solare prima si va all’aperto per evitare che un rash cutaneo accidentale dalle mani esposte.

Phytophotodermatitis non è una condizione grave, ma i suoi effetti possono durare per diverse settimane o addirittura mesi. Questa condizione non richiede un trattamento medico, tranne nei casi in cui i sintomi sono gravi. Nel corso del tempo, phytophotodermatitis schiarisce da solo.

casi ricorrenti di phytophotodermatitis non sono comuni. Una volta che si ottiene la condizione, è molto più probabile per prendersi cura in mezzo alla natura ed evitare certe piante e frutti per evitare l’esposizione futuro. Consulta il medico se si dispone di un’eruzione cutanea che non è sempre meglio o sta peggiorando in modo che possano escludere la possibilità di un altro tipo di condizione della pelle.