Pubblicato in 19 May 2017

Come Pole Dancing è aiutare queste donne guarirò il suo dolore cronico

Pole dancing. Suona come un’attività controintuitivo per le donne con dolore cronico. Ma c’è un movimento delle donne che hanno adottato questa arte, lo sport, e la forma di danza - sì, può essere tutti e tre - e trovato sollievo.

Condividi su Pinterest
Photo credit: Jody Ryker da Matt Haber

La popolarità di pole dancing è cresciuto enormemente negli ultimi dieci anni, con studi in tutto il mondo che offrono corsi a persone di tutte le età, dimensioni e capacità.Anche la scienza è cresciuta interessati ai vantaggi di pole dancing. L’anno scorso, l’University of Western Australia reclutato ballerini polo per prendere parte ad uno studio per determinare i benefici fisici e mentali.

Mentre pole dancing ha un’associazione più scuro come un’occupazione di sfruttamento, ci sono donne con dolore cronico che hanno trovato (e costruito) un nuovo amore per il loro corpo, forza incredibile per gestire il dolore, e un senso di comunità in questo esercizio che abilita. Questo bellissimo matrimonio di benefici li aiuta a combattere il loro dolore.

Imparare ad amare di nuovo il tuo corpo

Esercizio in generale, è consigliato per le condizioni che causano dolore cronico, come la fibromialgia e artrite reumatoide. Esercizio ha benefici positivi per il dolore cronico, e pole dancing, mentre non convenzionale, può essere ideale perché coinvolge tutti i muscoli del corpo.

Pole dancing sviluppa nucleo del corpo con forza sia superiore e inferiore del corpo. E mentre ci sono rischi - l’essere lividi più comune, ustioni e problemi alla spalla da appeso a un braccio - questi non superano la ricompensa.

Molte persone che soffrono di dolore cronico si sentono come i loro corpi li hanno traditi. “Ti senti come se non sei davvero innamorato con il tuo corpo, perché è difficile amare qualcosa che è sempre nel dolore”, dice Christina Kish, il fondatore di Poletential , con sede a Redwood City, CA. “Ma palo permette di essere nel momento in cui non stai avendo dolore e il tuo corpo sta facendo le cose davvero incredibili.”

Kish usato per lavorare nel settore ad alta tecnologia ed è stato co-fondatore di Netflix. Il suo viaggio attraverso la ricerca di pole dancing e aprendo la propria attività pole dancing 11 anni fa le ha fornito con acume circa l’attività.

Le persone che sono più restii a venire in suo studio e cercare pole dancing spesso ottenere il massimo beneficio da esso. “Tutto ciò che può consumare voi e prendere tutta la vostra attenzione, che consente di avere una pausa dal dolore, è un sollievo”, dice Kish.

Kish ha finito per lasciare la sua posizione di VP Marketing di Netflix a causa di burnout e il dolore cronico . La combinazione ha reso impossibile per lei a tenere il passo con le responsabilità quotidiane del suo lavoro. Lei ha un problema non diagnosticato in cui entrambi i suoi occhi E ‘stato lì per un lungo periodo di tempo “hanno un spremitura affaticamento tipo di dolore per tutto il tempo.” - dal 1995. Il dolore che lei ha è ancora sempre presente e l’intensità dipende da come lei lo gestisce.

Condividi su Pinterest

La costruzione di forza per gestire il dolore

Secondo un altro appassionato di polo, Carlie Leduc, il full-body incorporazione e la forza accumulo da pole dancing ha notevolmente aiutata con la gestione del dolore cronico. “Non ho mai fatto uno sport che ha utilizzato la mia anima, la mia parte superiore del corpo, le mie gambe, e tutto il resto”, dice. Pratica Sirsasana, che si sono concluse le spasmi del collo ha usato per sperimentare, rafforzando i muscoli circostanti. “Diventare più attivo mi ha reso più acquisito nel mantenere il mio corpo come dolore-libero possibile … e rimanere su di esso su una base quotidiana.”

Condividi su Pinterest
Photo credit: Immagini lega

Anche l’Arthritis Foundation elenca pole dancing come consigliato esercizio per RA . “Movimento regolare, e sicuramente si estende, aiuta il mio dolore all’anca”, dice Jody Ryker, che ha l’artrite a causa della malattia autoimmune sindrome di Sjögren . Lei è una ballerina e trapezista a Santa Cruz, CA, e il fondatore del Polo diversità .

Partenza: 7 esercizi a mano per alleviare il dolore da artrite »

Condividi su Pinterest
Photo credit: Adam Freidin

In una lotta diversa, ma parallela,, Ryker dice che deve costantemente dissipare la percezione che tutti i ballerini del palo sono spogliarelliste. Nel mese di gennaio 2016, Quotidiano Dot riferito una polemica hashtag intorno ballerini del palo che volevano dissociarsi dalla stigma di essere una spogliarellista, utilizzando l’hashtag #NotAStripper campagna su Instagram. Coloro che ha fatto striscia per vivere si offese, rispondendo indietro con #YesAStripper, come l’arte ha origini sex worker che non possono essere ignorati.

Ryker non è una spogliarellista, ma lei afferma con enfasi, “La gente dovrebbe trattare spogliarelliste e ballerine sensuali con più rispetto.” Combattere questo stigma è il motivo per Ryker si ispira a mettere insieme un tipo circo di danza. Ryker caratterizza la sua danza come lirica nello stile e dice che la comunità è spazzato via dalla sua routine.

Condividi su Pinterest

Non importa il loro background, coloro che partecipano in pole dancing - sia come arte, sport, hobby, carriera, o allenamento - dovrebbe essere in grado di farlo senza giudizio che incombe su di loro.

Sostegno da una comunità aperta

Condividi su Pinterest
Photo credit: Immagini lega

Questa atmosfera avvolgente è ciò che fa appello alla maggior parte dei praticanti. La comunità di base ampia e aperta accetta le persone di tutte le provenienze, orientamenti e dimensioni.

“Amo la comunità”, dice Leduc, che è anche un insegnante di pole dancing a San Francisco. “La maggior parte sono donne, uomini, queer e persone della comunità transgender.”

Ryker condivide sentimenti simili. “Ho finalmente trovato una comunità. Ognuno proviene da un background diverso, ma è uno dei più accettare comunità che abbia mai visto. Quando andavo a ballare classi, non ho mai sentito che in sintonia perché ho un sacco di tatuaggi e muscoli ingombranti. Ma con il palo, si può essere se stessi e di essere accolti.”

Leduc ricorda la sua processo di apprendimento. Per lei, ha sempre avuto una “pancia squishy” che non le piaceva ed era veramente consapevole del suo corpo. Ma, attraverso l’apprendimento e la pratica pole dancing, ha imparato ad amare e sentirsi a proprio agio con il suo corpo.

Condividi su Pinterest

Ma, il sollievo dal dolore è l’obiettivo finale.

“Sono un bel tipo Una persona”, ammette Kish, “ma quando cammino in studio, tutto il mondo se ne va. E ‘l’unico momento e il luogo sono stato pienamente presente, e che include non pensare a quanto dolore io sono in “.

E si può sentire nelle storie di queste donne straordinarie. Tutti riportano un drastico cambiamento nella loro vita da quando ha scoperto pole dancing. Questa arte, lo sport, o forma di danza è anche un’identità che hanno costruito e sviluppato. Si tratta di una fondazione nucleo delle cose che rendono la vita bella: il sollievo dal dolore, accettazione del corpo, una comunità solidale, e un mondo da chiamare loro.

Continua a leggere: 7 semplici consigli per gestire il dolore cronico »


Stephanie Schroeder è uno scrittore freelance di New York City-based e autore. Un sostenitore di salute mentale / attivista, Schroeder ha pubblicato il suo libro di memorie, Bella Wreck: Sex, Lies & Suicidio, nel 2012. Attualmente è co-editando il Headcase antologia: LGBTQ scrittori e artisti sulla salute mentale e benessere, che sarà pubblicata dalla Oxford University Press nel 20182019. È lei può trovare su Twitter @ StephS910 .