Pubblicato in 20 November 2017

Sindrome di Dressler: cause, diagnosi e trattamento

Sindrome di Dressler è un tipo di pericardite, che è l’infiammazione del sacco intorno al cuore (pericardio). E ‘chiamata anche sindrome post-pericardiotomia, la sindrome post-infartuati, o sindrome lesioni post-cardiaca. Questo perché la condizione si verifica in genere dopo un intervento chirurgico al cuore, infarto del miocardio ( attacco cardiaco ), o lesioni. Sindrome di Dressler è pensato che si verificano quando il sistema immunitario reagisce eccessivamente a seguito uno di questi eventi.

Se non trattata, l’infiammazione del pericardio può portare a cicatrici, ispessimento, e il rafforzamento dei muscoli del cuore, che può essere pericolosa per la vita. Il trattamento per la sindrome di Dressler include prendendo alte dosi di aspirina o altri farmaci anti-infiammatori. Per fortuna, la condizione è ora considerato molto raro a causa dello sviluppo di trattamenti moderni per gli attacchi di cuore.

La causa esatta della sindrome di Dressler non è chiaro. Si ritiene che si verificano quando un intervento chirurgico al cuore o infarto innesca una risposta immunitaria nel pericardio. In risposta a un infortunio, il corpo invia in genere le cellule immunitarie e gli anticorpi per aiutare a riparare la zona. Tuttavia, una risposta immunitaria a volte può causare una quantità eccessiva di infiammazione.

Alcuni degli eventi che sono stati conosciuti per innescare la sindrome di Dressler includono:

I sintomi possono verificarsi due a cinque settimane dopo l’evento iniziale. In alcune persone, i sintomi possono non sviluppare per fino a tre mesi.

I sintomi includono:

  • dolore al petto che è peggio quando si sta sdraiati
  • dolore al petto che peggiora con la respirazione profonda o tosse (dolore pleurico)
  • febbre
  • respirazione difficile o faticosa
  • fatica
  • diminuzione dell’appetito

Sindrome di Dressler è difficile da diagnosticare perché i suoi sintomi sono simili a quelli di molte altre condizioni. Questi includono la polmonite, embolia polmonare, angina, insufficienza cardiaca congestizia (CHF), e attacco di cuore.

Un medico può sospettare di avere la sindrome di Dressler, se si inizia a sentirsi male un paio di settimane dopo un intervento chirurgico al cuore o attacco cardiaco. Vorranno condurre test che aiutano a escludere altre condizioni e confermare una diagnosi.

Il medico in primo luogo prendere una storia medica completa e eseguire un esame fisico. Faranno ascoltare il tuo cuore con uno stetoscopio per i suoni che potrebbero indicare la presenza di infiammazione o fluido vicino al vostro cuore.

Altri test possono includere:

Se non trattata, l’infiammazione del pericardio può portare a gravi complicazioni. La risposta immunitaria che provoca la sindrome Dressler può anche causare una condizione nota come versamento pleurico . Questo è quando il fluido si accumula nelle membrane intorno ai polmoni.

In rari casi, l’infiammazione cronica nel cuore può portare a complicazioni molto gravi, tra cui:

  • Tamponamento cardiaco . Questo è quando i liquidi si accumulano nel sac intorno al cuore. Il fluido mette pressione sul cuore e gli impedisce di pompare sangue a sufficienza per il resto del corpo. Questo può portare a insufficienza d’organo, shock, e persino la morte.
  • Pericardite costrittiva . Questo è quando il pericardio diventa spessa o sfregiato a causa di infiammazione a lungo termine.

Il trattamento è volto a ridurre l’infiammazione. Il medico potrebbe suggerire di prendere over-the-counter (OTC) farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS) come l’ibuprofene (Advil, Motrin), naproxene (Aleve), o grandi dosi di aspirina. Potrebbe essere necessario prenderli per quattro-sei settimane.

Se i farmaci anti-infiammatori OTC non migliorano i sintomi, il medico potrebbe prescrivere:

  • colchicina (Colcrys), un farmaco anti-infiammatorio
  • corticosteroidi, che sopprimono il sistema immunitario e riducono l’infiammazione

A causa dei loro effetti collaterali, i corticosteroidi sono di solito l’ultima risorsa.

trattamento delle complicanze

Se si sviluppano complicazioni della sindrome Dressler, possono essere necessari trattamenti più aggressivi:

  • Versamento pleurico viene trattato drenando il fluido dai polmoni con un ago. La procedura viene chiamata una toracentesi .
  • tamponamento cardiaco è trattata con una procedura chiamata pericardiocentesi. Durante questa procedura, un ago o catetere viene utilizzato per rimuovere il liquido in eccesso.
  • pericardite costrittiva possono essere trattati con un intervento chirurgico per rimuovere il pericardio (pericardiectomia).

Le prospettive per la sindrome di Dressler è generalmente favorevole. Ma non dipende da quanto velocemente la condizione è diagnosticata e trattata. Anche se raro, a lungo termine di follow-up è consigliato a causa del rischio di complicanze, come il tamponamento cardiaco, che può essere fatale. Una persona che ha avuto un episodio di sindrome di Dressler è ad un rischio maggiore di avere un altro episodio.

Per fortuna, la condizione è meno comune ora grazie ai progressi nei trattamenti per gli attacchi di cuore.