Pubblicato in 6 December 2018

Vivere con emicrania cronica quotidiana e 8 consigli per rimanere positivo

Quando mi è stato diagnosticato con l’emicrania più di 20 anni fa, non avevo idea di cosa aspettarmi. Se si sta appena iniziando in questo viaggio, ho capito come ti senti - scoprire avete emicrania può essere schiacciante. Ma voglio dire che si impara a gestire la condizione, e diventare più forte per questo.

Emicranie non sono uno scherzo, ma purtroppo, non sono presi sul serio come dovrebbero essere. C’è uno stigma che circonda la condizione. Un sacco di persone non si rendono conto quanto dolore si è in buona salute perché si guarda all’esterno. Non sanno la vostra testa è palpitante, tanto che si desidera qualcuno avrebbe semplicemente rimuovere per un po ‘.

Le mie emicranie hanno preso un sacco del mio tempo. Hanno rubato preziosi momenti con la mia famiglia e gli amici. Lo scorso anno, ho perso il settimo compleanno di mio figlio a causa della mia condizione. E la parte più difficile è che la maggior parte delle persone assumono stiamo saltare per i nostri eventi per scelta. E ‘molto frustrante. Perché qualcuno dovrebbe voler perdere il compleanno del loro figlio?

Nel corso degli anni, ho imparato molto su come convivere con una malattia invisibile. Ho acquisito nuove competenze e ho imparato come rimanere ottimisti, anche quando sembra impossibile.

Di seguito sono cose che ho imparato su come gestire la vita con l’emicrania. Speriamo che, dopo aver letto quello che ho da dire, vi sentirete più preparato per il viaggio avanti e rendersi conto che non siete soli.

1. cose Approccio positivo

È comprensibile sentirsi arrabbiati, sconfitti, o perso. Ma la negatività servirà solo a rendere la strada più difficile da navigare.

Non è facile, ma la formazione voi stessi a pensare positivamente contribuirà a dare la forza necessaria per gestire la sua condizione e godere di una buona qualità di vita. Piuttosto che essere duro con te stesso o soffermarsi su ciò che non si può cambiare, vedersi ostacolo come una possibilità di provare voi stessi e le vostre capacità. Hai questo!

Alla fine della giornata, però, si sono umani - se ti senti triste, a volte, va bene! Finché non lasciate che i sentimenti negativi, o la vostra condizione, definire.

2. Ascolta il tuo corpo

Con il tempo, si impara ad ascoltare il tuo corpo e sapere quando è meglio per trascorrere la giornata a casa.

Prendere tempo per nascondersi in una stanza buia per un paio di giorni o settimane non vuol dire che sei debole o uno che molla. Tutti hanno bisogno di tempo per riposare. Prendendo tempo per se stessi è l’unico modo per ricaricare e tornare più forte.

3. Non sentitevi in ​​colpa

Sentendosi in colpa o incolpare te stesso per la tua emicrania non farà andare via il dolore.

E ‘normale sentirsi in colpa, ma si deve sapere che la salute viene prima. Lei non è un peso per gli altri, e non è egoista per mettere al primo posto la salute.

E ‘bene avere a saltare su eventi quando i sintomi di emicrania divampare. Tu devi prenderti cura di te!

4. Educare quelli intorno a te

Solo perché qualcuno è vicino a voi o vi ha conosciuto per lungo tempo, non significa che essi sanno quello che stai passando. Si può essere sorpresi di apprendere che anche i vostri amici più stretti non capiscono ciò che vivono con l’emicrania è in realtà come, e che non è colpa loro.

Non ci sono attualmente una mancanza di informazioni su emicrania. Parlando up ed educare coloro che vi circondano sulla tua malattia, si sta contribuendo a diffondere la consapevolezza e fare la vostra parte per zucca stigma.

Non vergognarti della tua emicrania, essere un avvocato!

5. Imparare a lasciare che la gente va

Per me, una delle cose più difficili da accettare è che vivere con l’emicrania prende un tributo sui vostri rapporti. Tuttavia, ho imparato nel corso degli anni che la gente viene e la gente va. Coloro che veramente importa che si attacchi intorno, non importa quale. E a volte, devi solo imparare a lasciare la gente va.

Se qualcuno nella tua vita ti fa dubitare di te stesso o il vostro valore, si potrebbe voler riconsiderare il loro mantenimento nella vostra vita. Si meritano di avere gente intorno che ti sollevare e aggiungere valore alla tua vita.

6. Festeggiate il vostro progresso

Nel mondo di oggi, siamo abbastanza abituati a una gratificazione immediata. Ma ancora, le cose buone richiedono tempo.

Non essere duro con te stesso se non stai progredendo più velocemente vuoi. Celebrare i vostri successi, non importa quanto piccoli essi siano. Imparare a adattarsi alla vita con l’emicrania non è facile, e ogni progresso che fai è un grosso problema.

Per esempio, se hai recentemente provato solo un nuovo farmaco per scoprire che non ha funzionato per voi, che non è un passo indietro. Al contrario, ora è possibile attraversare che il trattamento dalla vostra lista e provare qualcos’altro!

Il mese scorso, sono stato finalmente in grado di prendere il tempo di spostare tutta la mia medicina dal mio cassetto del comodino, così ho festeggiato esso! Potrebbe non sembrare un grosso problema, ma non ho visto quel cassetto pulito e organizzato in decenni. Era enorme problema per me.

Ognuno è diverso. Non confrontare se stessi o il vostro progresso verso gli altri, e capire che questo richiederà tempo. Un giorno, si guarderà indietro e realizzare tutti i progressi che hai fatto, e vi sentirete inarrestabile.

7. Non abbiate paura di chiedere aiuto

Tu sei forte e capace, ma non si può fare tutto. Non abbiate paura di chiedere aiuto! Chiedere l’aiuto di altri è una cosa coraggiosa da fare. Inoltre, non si sa mai che cosa si può imparare da loro nel processo.

8. Credi in te stesso

È possibile - e sarà - fare cose incredibili. Credete in voi stessi, e le cose buone inizieranno ad accadere.

Invece di aver pietà di te o di circostanze, pensare a tutto quello che hai compiuto in vita fino ad ora, e rendersi conto quanto lontano andrai in futuro. Ho usato a pensare che la mia emicrania sarebbero mai andare via. E ‘stato solo una volta ho iniziato a credere in me stesso che ho imparato a navigare la vita con questa condizione e trovare la mia strada verso la guarigione.

Porta via

Se vi sentite bloccati o paura, questo è comprensibile. Ma vi prometto, v’è una via d’uscita. Fiducia in voi stessi, ascoltare il proprio corpo, magro sugli altri, e sapere che si può vivere una vita felice e sana.


Andrea Pesate è nato e cresciuto a Caracas, Venezuela. Nel 2001, si trasferisce a Miami per frequentare la Scuola di Comunicazione e Giornalismo presso la Florida International University. Dopo la laurea, si trasferisce di nuovo a Caracas e ha trovato lavoro in un’agenzia di pubblicità. Pochi anni dopo, si rese conto che la sua vera passione è la scrittura. Quando le sue emicranie è diventato cronico, ha deciso di smettere di lavorare a tempo pieno e ha iniziato la propria attività commerciale. Si è trasferita di nuovo a Miami con la sua famiglia nel 2015 e nel 2018 ha creato la pagina di Instagram @mymigrainestory per aumentare la consapevolezza e lo stigma fine circa la malattia invisibile vive con. Il suo ruolo più importante, tuttavia, è di essere una madre per i suoi due figli.