Pubblicato in 18 November 2016

Il ciclo di vita di epatite C

L’epatite C è una malattia ematica che colpisce il fegato. E ‘causata dal virus dell’epatite C (HCV). Il virus si diffonde da persona a persona attraverso il contatto con sangue infetto.

Dopo che il virus si è diffuso in un nuovo ospite, deve cercare e attaccarsi alle cellule del fegato. Una volta che il virus ha infettato le cellule del fegato, è in grado di riprodurre. Questo è il motivo per cui il virus è associata a malattie del fegato.

l’infezione da HCV può essere a breve termine (acuta) oa lungo termine (cronica). La prima volta che sviluppare la malattia, è considerata acuta. Questa fase dura per circa 6 mesi.

Molte persone non avvertono alcun sintomo durante questo tempo e non sanno di avere il virus. Se il vostro corpo non scompare, o liberarsi, del virus, andrai a sviluppare l’epatite cronica C.

Quanto prima siete trattati per l’epatite C, meglio è. Quindi è importante capire il ciclo di vita del virus. Ha otto tappe:

Fase 1

HCV si accomoda in casa in una cellula del fegato. Il virus è ricoperta con un rivestimento che contiene proteine ​​specifiche. Queste proteine ​​individuare e allegare ad un elemento sulla superficie della cella fegato chiamato un recettore. Il recettore riceve i segnali per la cellula di fegato.

Fase 2

Il virus entra barriera esterna del vostro cellule del fegato. La barriera quindi circonda il virus, inghiotte in su, e lo porta nella cella.

Fase 3

Il rivestimento virus si rompe. RNA virale che trasporta le informazioni genetiche viene rilasciato nel tuo cellule del fegato. Questo può accadere quando il virus penetra la barriera esterna. Potrebbe anche essere causa di enzimi epatici dissoluzione della cella.

Fase 4

L’RNA virale si prepara a riprodursi. Imita RNA del vostro cellule del fegato e comincia a produrre i suoi materiali di RNA. Può anche impedire che il cellulare del fegato di funzionare correttamente. A volte, l’RNA virale provoca il cellule del fegato di riprodurre, anche.

Fase 5

Le cose amplificare l’RNA virale costruisce un modello per replicarsi. Il processo di replicazione del virus non è completamente noto. L’RNA virale viene clonato più e più volte per creare nuovi virus.

Fase 6

rivestimento del virus è fatta di diversi rivestimenti a base di proteine. Questi sono stati sviluppati da ribosomi, o costruttori di proteine ​​delle cellule, in questa fase e rilasciati.

Fase 7

unità proteina chiamata capsomeri si uniscono e formano nuove particelle di tutto il RNA virale. Questi fanno una copertura a forma di sfera, noto come un capside. Il capside protegge il materiale genetico del virus.

Fase 8

Nella fase finale, il nuovo virus crea un bocciolo con se stesso dentro. Un rivestimento protettivo circonda la gemma. E ‘rilasciato attraverso la barriera del vostro cellule del fegato, pronto a infettare un altro dei tuoi cellule del fegato. Questo processo continua fino a quando la cellula infettata fegato muore.

virus a RNA evolvono più velocemente di altri organismi. Ciò si traduce in molte mutazioni che non sopravvivere. Ma il gran numero di figli assicura che queste mutazioni non minacciano la sopravvivenza del virus.

il sistema immunitario del corpo lavora duramente per distruggere HCV. Per alcuni, il virus sarà chiarire da solo. Tuttavia, la maggior parte non scoprono di avere il virus fino a quando la malattia è diventata cronica. DiDa 75 a 85 per cento di persone infettate con HCV andare a sviluppare infezione cronica.

Recenti progressi nel trattamento dell’HCV hanno reso possibile per le persone con epatite C cronica di eliminare il virus. Questi progressi hanno reso più efficace trattamento, oltre a ridurre gli effetti collaterali e di abbreviare la durata della terapia.

Se ha l’epatite C, parlare con il medico circa il miglior piano di trattamento per voi. Dopo aver determinato il corretto corso del farmaco, che può aiutare a navigare tra i diversi programmi e politiche disponibili per contribuire a coprire il costo del trattamento.

Continua a leggere: Cosa si deve sapere sui costi di trattamento dell’epatite C »