Pubblicato in 15 May 2019

Si può morire da un sequestro? Cosa sapere se si dispone Sequestri

Caduta o soffocamento è una preoccupazione tra le persone che vivono con l’epilessia - ma non è l’unico. Il rischio di sudep (SUDEP) è anche una paura.

Se voi o una persona cara ha crisi epilettiche , una serie di domande potrebbe correre attraverso la vostra mente. Ad esempio, si può morire per un attacco epilettico? In alternativa, si può morire per un sequestro nel sonno?

La risposta è sì, ma mentre è possibile, la morte di epilessia è anche raro.

Quando si sente di qualcuno morire di un sequestro, si potrebbe supporre la persona è caduto e ha colpito la loro testa. Ciò può accadere.

SUDEP, tuttavia, non è causato da lesioni o annegamento. Si riferisce a una morte che è improvvisa e inaspettata. La maggior parte, ma non tutti, i decessi si verificano durante o subito dopo un sequestro.

La causa esatta di queste morti è sconosciuta, ma i ricercatori ritengono una pausa estesa nella respirazione porta a meno ossigeno nel sangue e soffocamento. Un’altra teoria è che il sequestro provoca una perturbazione fatale nel ritmo cardiaco, con conseguente arresto cardiaco.

Ogni anno ci sono 1,16 episodi di morte improvvisa per ogni 1.000 persone con epilessia, secondo il Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie (CDC). Gli esperti ritengono che sia probabile che molti casi SUDEP non vengono segnalati e quindi il numero di casi SUDEP possono essere superiori.

Il tuo cervello contiene cellule nervose innumerevoli che creano, inviano e ricevono impulsi elettrici. Convulsioni si verificano quando un disturbo elettrico improvviso nel cervello provoca queste cellule nervose di misfire.

Questo può innescare:

  • spasmi incontrollabili del corpo
  • perdita di conoscenza
  • confusione temporanea
  • perdita di coscienza

Convulsioni variano in gravità e durata. convulsioni più lievi possono non causare convulsioni e può dura solo 30 secondi. Altri convulsioni, tuttavia, può causare intero corpo di una persona per agitare rapidamente e dura tanto quanto 2 a 5 minuti.

Un sequestro può essere un evento di una volta dopo un trauma cranico , ictus , o infezione. Epilessia è una condizione caratterizzata da crisi ricorrenti.

Anche se raro, è ancora importante conoscere i fattori di rischio per SUDEP. Se siete a rischio, è possibile adottare misure per aiutare a prevenire un attacco fatale.

Mentre ancora bassa, la probabilità di morire di un attacco è più alto nelle persone che hanno una storia di frequenti, convulsioni incontrollabili, così come coloro che hanno una storia di crisi tonico-cloniche (a volte chiamato crisi di grande male).

Crisi tonico-cloniche sono un tipo grave di attacco epilettico. Questi possono causare improvvisa perdita di coscienza, convulsioni, e la perdita di controllo della vescica.

La probabilità di morte improvvisa è anche più alta nei soggetti la cui crisi epilettiche iniziare in giovane età. Tuttavia, la morte inaspettata è estremamenteraro nei bambini piccoli.

Il rischio di morte improvvisa aumenta anche il più a lungo si vive con epilessia.

Non prendere il farmaco e di bere troppo alcol può anche contribuire a SUDEP. Sequestri che si verificano durante il sonno sembrano essereun fattore di rischio per SUDEP.

fattori di rischio per morire di convulsioni
  • storia frequenti, convulsioni incontrollabili
  • crisi tonico-cloniche
  • avere crisi epilettiche da quando eri molto giovane
  • una lunga storia di epilessia
  • Non prendere il farmaco anti-sequestro come prescritto
  • bere troppo alcol

Prendete il vostro farmaco anti-sequestro come indicato per prevenire crisi epilettiche. Consultare un medico se la terapia attuale non è efficace. Il medico può essere necessario regolare il dosaggio o prescrivere un farmaco diverso.

E ‘anche utile per identificare i fattori scatenanti sequestro . Questi variano da persona a persona, in modo da individuare i trigger specifici può essere difficile. Potrebbe essere utile tenere un diario di sequestro.

cosa tenere nel tuo diario sequestro

Record quando convulsioni accadere, e quindi notare le informazioni che potrebbero essere rilevanti. Per esempio:

  • A che ora del giorno si è verificato il sequestro?
  • E ‘successo il sequestro dopo l’esposizione a brillanti, luci lampeggianti?
  • Hai bevuto alcol prima di un sequestro? se cosi, quanto?
  • eri sotto stress emotivo prima di un sequestro?
  • Forse si consuma caffeina prima del sequestro?
  • Hai avuto la febbre?
  • Siete stati privati ​​del sonno o troppo stanco?

Tenere un diario sequestro può identificare i modelli o le situazioni che portano sui sequestri. Evitando i trigger potrebbe potenzialmente ridurre il numero di attacchi.

Utilizzare la funzione “note” sul telefono per rintracciare convulsioni, o scaricare un diario app colpi per il vostro smartphone o tablet.

Si può anche ridurre il rischio di una crisi fatale evitando troppo alcol. Inoltre, assicurarsi che la famiglia sa sequestro di pronto soccorso .

Ciò include che li mette sul pavimento e si disteso su un lato del corpo. Questa posizione può aiutare a respirare più facile. Essi dovrebbero anche allentare cravatte e camicie unbutton intorno al collo.

Se un attacco dura più di 5 minuti, si deve chiamare il 911.

Condizioni che possono mimare un sequestro includono un attacco di emicrania , ictus, la narcolessia e la sindrome di Tourette .

Per diagnosticare con precisione un sequestro, il medico vi chiederà sulla vostra storia medica e gli eventi che hanno portato fino al sequestro. Si può avere un elettroencefalogramma (EEG) , che è un test che registra l’attività elettrica nel cervello. Esso consente di rilevare anomalie nel onde cerebrali.

Un EEG può diagnosticare diversi tipi di crisi epilettiche, e contribuire a prevedere se un sequestro è probabile che si verifichi di nuovo.

Il medico può anche ordinare test per determinare la causa di convulsioni. Un esame neurologico può cercare le anomalie nel sistema nervoso, mentre un esame del sangue può verificare la presenza di infezioni o condizioni genetiche che possono contribuire a crisi epilettiche.

esami di imaging sono utilizzati anche per cercare i tumori, lesioni o cisti nel cervello. Questi includono una TAC, una risonanza magnetica, o una PET.

Un sequestro innescato da un evento isolato di solito non richiede trattamento. Se si dispone di più di un sequestro, tuttavia, il medico può prescrivere un farmaco anti-sequestro per prevenire attacchi futuri.

Diversi farmaci sono efficaci contro le convulsioni. Il medico consiglia uno o più farmaci possibili in base al tipo di crisi.

Quando i farmaci anti-sequestro non funzionano, il medico può raccomandare un intervento chirurgico per rimuovere la parte del cervello dove hanno origine le convulsioni. Tenete a mente che questa procedura funziona solo quando le convulsioni iniziano nello stesso posto.

Si potrebbe anche essere candidato per la terapia di stimolazione. Le opzioni includono la stimolazione del nervo vago , stimolazione neurale reattivo, o la stimolazione cerebrale profonda . Queste terapie aiutano inibire le convulsioni regolando normale attività cerebrale.

Vivere con epilessia ha le sue sfide, ma si può vivere una vita normale con la condizione. Alcune persone alla fine diventano troppo grande crisi epilettiche, o andare in anni tra le convulsioni.

La chiave per attacchi di gestione è capire il rischio e l’adozione di misure per evitare trigger comuni.

Secondo la Fondazione Epilessia , con il trattamento, quasi 6 su 10 persone che vivono con l’epilessia diventerà nel giro di pochi anni libero da crisi.

Sì, un sequestro può causare la morte. Ma mentre possibile, questo è un caso raro.

Si rivolga al medico se si sente che la terapia anti-sequestro attuale non funziona. Si può discutere di una diversa combinazione di farmaci o esplorare add-on terapie per contribuire a controllare i vostri attacchi.