Pubblicato in 19 January 2018

Hodgkin: Lettera di un Survivor

Cari amici,

Il mio nome è Erica Campbell, e mi è stato diagnosticato un linfoma di Hodgkin stadio 4 marzo 2013. I miei sintomi prima ha avuto inizio nel novembre 2012. Ho avuto un colpo di tosse in corso che ho pensato che era un freddo, ma non farmaci aiutato.

Alla fine, sono tornato al mio medico e ha ricevuto una TAC. La scansione ha mostrato che i miei linfonodi sono infiammati intorno i miei polmoni. Il mio medico mi ha detto che potrebbe essere un linfoma di Hodgkin e mi ha mandato a vedere uno specialista per sottoporsi a una biopsia del linfonodo. Ho ricevuto una diagnosi ufficiale il 28 marzo 2013.

A questo punto, la mia salute si sentiva come se fosse stato seriamente in declino. Il mio numero di globuli rossi era così basso che avevo bisogno di una trasfusione di sangue. Dopo la diagnosi, ho avuto più complicazioni: herpes zoster, un coagulo di sangue, e un meticillino-resistente Staphylococcus aureus infezione (MRSA). Ero dentro e fuori l’ospedale per settimane. Ho dovuto alla fine ottenere una biopsia del midollo osseo, e che è stato quando ho capito che dovevo fase 4 linfoma di Hodgkin, il cancro si era diffuso al mio midollo osseo.

Ero così spaventata e confusa. Tutto era così estraneo a me. Tanti pensieri stavano attraversando la mia testa: Sto per morire? Sto andando a vivere per vedere 28 anni di età? Sto per essere in giro la mia famiglia per molto più a lungo?

Il mio medico mi ha assicurato che il linfoma di Hodgkin è altamente curabile, anche in fase 4. Ho ricevuto chemioterapia per sei mesi, e entro giugno 2013, ho avuto una scansione PET che non ha mostrato alcuna evidenza di cancro. Avevo ancora di continuare il trattamento, e ufficialmente finito nel settembre 2013. L’ultimo giorno di trattamento è stato il giorno più bello della mia vita.

Non avrei potuto ottenuto attraverso questo ottovolante emotivo senza la mia famiglia e gli amici. La diagnosi di cancro era nuovo per loro pure, così ho avuto anche un / assistente sociale consulente al mio centro del cancro. Lei mi ha dato i contatti per ottenere il supporto peer-to-peer e parlare con qualcuno, proprio come me. Sono stati in grado di dirmi che cosa la loro esperienza è stata come - anche se era diverso dal mio.

Il mio consiglio a qualcuno che è stato recentemente diagnosticato è quello di continuare a spingere. Non mollare mai e continuare a sopravvivere con il tuo bel sorriso. Non sei solo. Se hai bisogno di supporto, ci sono organizzazioni che sosterranno lungo il vostro viaggio.

Cinque anni più tardi, ho ancora giorni buoni e giorni cattivi in cui penso a tutto quello che ho passato. Ma per essere dove sono oggi e la mia difesa cancro e gruppo di sostegno, Dzire2Survive , attraverso il quale posso brillare una luce su linfoma di Hodgkin, sensibilizzare l’opinione pubblica, e parlare con gli altri, è ciò che mi fa andare avanti.

A volte andiamo attraverso giorni difficili, ma la cosa più importante da ricordare è quello di continuare a spingere attraverso. Sappiate che siete forti, e si può sopraffare quello che stai passando.

Il mio obiettivo a lungo termine è quello di Speriamo che un giorno debellare questa malattia. Ma in questo momento, la cosa più importante, il mio obiettivo è quello di dare speranza e per elevare. Nessuno sa cosa il giorno dopo detiene. Ma se si spinge attraverso, rimanere forte e non mollare, il vostro futuro e la qualità della vita può essere sorprendente.

Amore,

Erica


Erica Campbell è stato diagnosticato con la fase 4 linfoma di Hodgkin marzo 2013. Sei mesi più tardi, ha finito il trattamento ed è stata dichiarata libera da cancro. Oggi, Erica continua il suo viaggio come un altoparlante ispiratore, sostenitore cancro, fondatore di Dzire2Survive , e il modello.