Pubblicato in 7 March 2019

Frutta per il diabete: quali sono le scelte migliori?

Condividi su Pinterest

Se si dispone di diabete di tipo 2 , si sa quanto sia importante prestare attenzione al tuo consumo di carboidrati. Quando si mangia carboidrati, il vostro corpo si trasforma in zucchero, che incidono direttamente i livelli di zucchero nel sangue.

Dal momento che la frutta tende ad essere ricca di carboidrati - in primo luogo gli zuccheri semplici, glucosio e fruttosio - ce l’ha un posto in un piano di diabete di mangiare?

La risposta è sì, la frutta è un ottimo modo per ottenere la nutrizione soddisfacendo la vostra golosità, secondo l’ American Diabetes Association (ADA) . L’ADA consiglia di contare frutta come carboidrati nel vostro programma del pasto.

La scelta migliore è la frutta fresca, a seconda del ADA . Essi hanno inoltre raccomandano congelati o la frutta che non ha zuccheri aggiunti in scatola. Controllare le etichette degli alimenti per aggiunta di zuccheri, ed essere consapevoli che lo zucchero ha molti nomi diversi sulle etichette. Questo include zucchero di canna, zucchero invertito, mais dolcificante, destrano, e sciroppo di fruttosio.

frutta fresca consigliati sono:

UN 2013 studio pubblicato sul British Medical Journal ha concluso che il consumo di frutta intere, mele, mirtilli e uva è significativamente associato con un minor rischio di sviluppare diabete di tipo 2.

La Mayo Clinic indica che una porzione dipende dal contenuto di carboidrati della frutta. Una porzione di frutta contiene circa 15 grammi di carboidrati.

porzioni di frutta che hanno circa 15 grammi di carboidrati sono:

  • 1 pezzetto di frutta fresca (4 once)
  • ½ tazza di frutta in scatola o surgelata (senza zucchero aggiunto)
  • 2 cucchiaini di frutta secca come ciliegie secche o uvetta

Altre porzioni che hanno circa 15 grammi di carboidrati sono:

Un terzo alla metà tazza di succo di frutta è di circa 15 grammi di carboidrati.

I risultati della ricerca sui succhi di frutta e il diabete sono misti:

  • UN 2013 studio che rintracciato migliaia di persone nel corso di un certo numero di anni ha concluso che il maggior consumo di succhi di frutta è significativamente associato ad un più alto rischio di diabete di tipo 2.
  • UN 2017 studiodi studi controllati casuali suggerito che il consumo di succo di frutta 100 percento non è associata ad aumentato rischio di diabete. Tuttavia, lo studio rileva inoltre che la ricerca più approfondita è necessaria per comprendere l’effetto del succo di frutta 100 per cento sulla regolazione e il mantenimento dei livelli di glucosio nel sangue.

L’ ADA raccomanda solo bere succo in piccole porzioni - circa 4 once o meno al giorno. Si consiglia inoltre controllare l’etichetta per essere sicuro che sia al 100 per cento di succo di frutta senza zuccheri aggiunti.

In generale, mangiare frutta intera con fibra alimentare è consigliato sopra succo di frutta. La fibra in frutta intera ritarda la digestione. Questo ritardo non solo aiuterà a sentirsi pieno, ma sarà anche possibile non spike i livelli di zucchero nel sangue più rapidamente se si fosse consumato il frutto in forma di succo.

La frutta può e dovrebbe essere una parte della vostra dieta del diabete . Ma attenzione alla porzione di controllo - circa 15 grammi per porzione - e assicurarsi di contare la frutta come un carb nel vostro programma del pasto.

Una buona alimentazione è un importante strumento di cura del diabete. Se hai il diabete, un piano alimentare personalizzato può aiutare l’equilibrio l’assunzione di carboidrati e farmaci per controllare il livello di zucchero nel sangue.