Pubblicato in 13 July 2016

Ernia Dopo C-Sezione: sintomi e trattamento

Un parto cesareo comporta fare un’incisione nell’addome e nell’utero per accedere al bambino di una donna. Ci sono molte ragioni il medico può raccomandare un parto cesareo, tra cui se il vostro bambino è podalico o hai avuto un parto cesareo prima. L’ernia è una delle possibili, ma rare complicazioni di un parto cesareo.

Che cosa è un ernia?

Ernia è quando una parte del corpo sporge o spinge attraverso un’altra parte del corpo dove non dovrebbe. Nel caso di un laparocele, rivestimento addominale di una persona passa attraverso l’incisione chirurgica da un parto cesareo.

Le donne sono più a rischio per questo se:

  • sono obesi (il peso supplementare mette pressione aggiunto sullo stomaco)
  • avere una grande incisione cesareo
  • hanno il diabete
  • hanno tessuto che non è forte

Mentre laparoceli di solito non causano sintomi al di là delle loro caratteristiche fisiche, non andrà via senza trattamento. intervento chirurgico è l’unico trattamento per un laparocele dopo un parto cesareo.

rigonfiamento addominale

Il sintomo più comune di ernia dopo un parto cesareo è un rigonfiamento del tessuto che sembra provenire da una zona della vostra cicatrice chirurgica. Oppure si può verificare solo un rigonfiamento di pelle in o intorno alla vostra cicatrice.

Ernie non sempre sviluppano subito dopo l’parto cesareo, quindi è possibile notare questi mesi rigonfiamento dopo aver avuto il bambino. Di solito è più evidente nelle seguenti circostanze:

  • quando si sta in piedi molto dritto e alto
  • quando si è coinvolti in attività fisica, come il sollevamento di un oggetto sopra la testa
  • quando si tossisce

La pelle sull’addome (da cui l’utero restringe dopo la gravidanza) può apparire postparto sciolto, fossette, o sporgenti. Questo può rendere più difficile dire se una donna sta avendo sintomi di ernia o è semplicemente la guarigione da un parto cesareo.

Il dolore e / o disagio

A volte, un laparocele può causare dolore e disagio, soprattutto quando il rigonfiamento dello stomaco è più evidente. Questo sintomo può essere una sfida per una nuova mamma a riconoscere in un primo momento. Il processo di guarigione dopo un parto cesareo può causare disagio. Ma il disagio da un’ernia continuerà dopo il tempo di guarigione normale da un parto cesareo.

Nausea e / o costipazione

Un laparocele colpisce le aree intorno allo stomaco, in modo che possa causare mal di stomaco. Questo include la nausea e anche vomito. La costipazione è un altro sintomo perché l’ernia può causare l’intestino a muoversi fuori posto. Questo rende la defecazione più difficile.

Uno studio di ricerca pubblicato sulla rivista PLoS One ha trovato che una stima 2 su 1.000 parti cesarei causato un ernia che ha richiesto la riparazione chirurgica entro 10 anni dalla consegna.

E ‘possibile che più donne hanno ernie dopo il parto cesareo, ma non possono ottenere un intervento chirurgico per correggere loro per qualche tempo, o affatto.

Lo studio ha anche scoperto che le donne che hanno una linea mediana (su e giù) incisione sono più probabilità di avere un ernia dopo un parto cesareo rispetto alle donne con una trasversale (lato a lato) incisione. La metà del ernie che si è verificato dopo cesarei causato sintomi entro il primo anno.

Questo tipo di laparocele è un tipo di ernia ventrale, il che significa che i rigonfiamenti ernia attraverso i muscoli addominali. Questo tipo rappresenta il 15 al 20 per cento dei casi di ernia.

I medici possono spesso diagnosticare un’ernia, cercando in suo aspetto e la conduzione di un esame fisico. Ma ci sono alcune condizioni che possono verificarsi dopo un cesareo con sintomi simili a ernia.

Esempi di tali condizioni includono:

  • ascesso
  • ematoma
  • endometriosi della parete addominale
  • rottura uterina
  • infezione della ferita

I medici a volte usano anche gli studi di imaging per escludere altre condizioni e per confermare la diagnosi di un’ernia, o valutare se intestino è intrappolato dentro l’ernia. Esempi includono ecografia o TAC.

La chirurgia è il trattamento usuale per un laparocele. Ma i medici di solito non consigliamo di chirurgia a meno che una donna sta avendo alcuni sintomi.

Questi includono:

  • ernia sta diventando molto più grande e più evidente
  • ernia sta causando disagio che rende difficile per una donna per completare le sue attività quotidiane
  • ernia è incarcerato (intestino è intrappolato in l’ernia e non ottiene il flusso di sangue molto, di solito causando un sacco di dolore)

Un’ernia incarcerata è rara. Quando accade, è un’emergenza medica.

Non ci sono farmaci che si possono adottare per fare un ernia più piccolo. Alcune donne indossano un legante addominale, che è una cinghia elastica che mantiene l’ernia sporga. Questo non farà l’ernia andare via, ma può aiutare ad alleviare i sintomi. Solo la chirurgia può ridurre definitivamente l’aspetto della ernia.

Un chirurgo può valutare la vostra ernia e raccomandare un approccio specifico per ripararlo. Ad esempio, alcuni chirurghi useranno una tecnica “aperta”. Si tratta di fare una grande incisione per riparare l’ernia. In alternativa, tecniche laparoscopiche o minimamente invasive implicano la realizzazione di piccole incisioni per accedere all’area interessata.

Tipicamente con entrambi gli approcci chirurgici, il medico sarà posto un pezzo di rete chirurgica sopra la zona debole. Questo aiuta a tenerlo in posizione corretta.

La riparazione chirurgica di un laparocele è di solito una procedura di successo. Si stima che dal 5 al 20 per cento dei pazienti che hanno avuto le riparazioni laparocele rivivere un’ernia.

Se una madre sta prendendo in considerazione avere un altro bambino, lei è a maggior rischio di recidiva. A volte i medici raccomandano attesa fino a quando una donna non desidera più di concepire per ridurre il rischio che un ernia sarebbe successo di nuovo dopo la riparazione chirurgica.