Pubblicato in 15 March 2012

Il trattamento di parto pretermine: steroidi e antibiotici

Nascita pretermine può causare problemi di polmoni, cuore, cervello e altri sistemi del corpo di un neonato. I recenti progressi nello studio di parto pretermine hanno identificato farmaci efficaci che possono ritardare la consegna. Più a lungo un bambino può sviluppare nel grembo materno, meno è probabile che avranno problemi connessi con la nascita pretermine.

Se hai i segni di parto prematuro, chiamare immediatamente un medico. I sintomi di parto pretermine includono:

  • frequenti o consistenti contrazioni (serraggio nella pancia)
  • mal di schiena che è noioso e costante
  • pressione nella pelvi o inferiore zona addominale
  • crampi lievi nell’addome
  • rottura delle acque (perdite vaginali acquoso in un filo o un getto)
  • un cambiamento in perdite vaginali
  • spotting o sanguinamento dalla vagina
  • diarrea

Se siete meno di 37 settimane di gravidanza quando si verificano questi sintomi, il medico può tentare di impedire la consegna, offrendo alcuni farmaci. Oltre a dare farmaci tocolitici per prevenire le contrazioni, il medico può prescrivere steroidi per migliorare la funzione polmonare del bambino. Se l’acqua si è rotto, si può anche essere somministrato antibiotici per prevenire l’infezione e vi aiutano a rimanere più a lungo in stato di gravidanza.

Alcune donne vanno in travaglio molto presto. Se si esprime prima di 34 settimane, che ricevono iniezioni di corticosteroidi possono migliorare le probabilità del vostro bambino di fare bene. Questi aiutano i polmoni del bambino di funzionare.

Gli steroidi sono generalmente iniettati in uno dei grandi muscoli della madre (braccia, gambe e nelle natiche). Le iniezioni sono date due a quattro volte in un periodo di due giorni, a seconda di quale steroide viene utilizzato. Lo steroide più comune, betametasone (Celestone), è dato in due dosi, 12 mg ciascuna, 12 o 24 ore di distanza. I farmaci sono più efficaci da due a sette giorni dopo la prima dose.

I corticosteroidi non sono gli stessi dei bodybuilding steroidi utilizzati dagli atleti. molteplici studi hanno dimostrato che i corticosteroidi prenatali sono sicuri per madri e bambini.

Quali sono i vantaggi di steroidi?

Trattamento con steroidi riduce il rischio di problemi ai polmoni per i bambini che sono nati in anticipo, in particolare per coloro che sono nati tra il 29 e 34 settimane di gravidanza. I bambini nati più di 48 ore, ma meno di sette giorni , dalla prima dose di steroidi sembrano ricevere il maggior beneficio.

Questo trattamento steroideotaglia il rischio di malattia polmonare a metà e riduce il rischio di un bambino prematuro di morire fino al 40 per cento. Tutti i bambini nati a meno di 28 settimane hanno avuto problemi polmonari, ma i problemi erano più lievi per coloro che ha ottenuto gli steroidi prima della nascita.

Gli steroidi possono anche ridurre altre complicazioni nei bambini. Gli studi hanno dimostrato che alcuni bambini hanno meno problemi con i loro intestini e con sanguinamento nel cervello quando le loro madri hanno ricevuto un corso di betametasone prima della nascita.

Se stai ricoverato in un ospedale di parto pretermine o avete un problema medico che i medici si preoccupano richiederà una consegna anticipata, probabilmente verrà offerto un corso di steroidi. Rimanere incinta per i primi due giorni dopo un tiro corticosteroide è la prima tappa importante per voi e il vostro bambino (o bambini).

Quali sono i rischi di prendere steroidi?

Gli studi sugli animali hanno dimostrato che gli steroidi per dare una femmina incinta può influenzare il sistema immunitario, lo sviluppo neurologico, e la crescita della sua discendenza. Tuttavia, questi effetti hanno mostrato soltanto in studi in cui gli steroidi sono stati somministrati in dosi molto elevate o all’inizio della gravidanza. Nel trattamento del travaglio pretermine, gli steroidi sono date più avanti nella gravidanza.

Gli studi sull’uomonon hanno mostrato rischi significativi associati con un singolo ciclo di steroidi. Studi precedenti hanno seguito i neonati le cui madri sono state date steroidi durante la gravidanza fino a quando i bambini erano 12 anni. Questi studi non hanno mostrato effetti avversi da steroidi sulla crescita fisica del bambino o di sviluppo. Eppure, più studi devono essere fatte.

In passato, le donne a rischio di parto pretermine hanno ricevuto steroidi una volta alla settimana fino a quando ci hanno consegnato. I dati provenienti da neonati e studi su animali hanno dimostrato che molteplici cicli di steroidi sono statilegato a bambini con peso alla nascita inferioree teste più piccole. Attualmente, i corsi ripetuti non sono raccomandati, a meno che non si sta partecipando a uno studio di ricerca.

Chi dovrebbe prendere gli steroidi?

Nel 1994, il National Institutes of Health (NIH) ha pubblicato le linee guida sulla somministrazione di steroidi per le donne con parto pretermine. Secondo queste linee guida, i medici dovrebbero prendere in considerazione dando steroidi per tutte le donne che:

  • sono a rischio di parto pretermine tra le 24 e 34 settimane di gravidanza
  • ricevere farmaci per aiutare a fermare il lavoro (farmaci tocolitici)

Chi non dovrebbe prendere steroidi?

Gli steroidi possono rendere il diabete (sia lunga e connesse alla gravidanza) più difficile da controllare. Quando somministrato in combinazione con un farmaco beta-mimetici ( terbutalina , marchio Brethine), possono essere ancora più problematica. Le donne con diabete richiederà un attento monitoraggio di zucchero nel sangue per tre o quattro giorni dopo la ricezione steroidi.

Inoltre, le donne con infezione attiva o sospetta nel grembo materno ( corionamnionite ) non dovrebbero ricevere steroidi.

Alcune donne hanno più probabilità di altri di andare in lavoro precoce. Le donne ad alto rischio di un parto prematuro comprendono quelli che:

  • hanno già dato alla luce un bambino pretermine
  • stanno portando più di un bambino (gemelli, triplette, etc.)
  • rimasta incinta poco dopo una precedente gravidanza
  • uso di tabacco, alcool, o droghe illecite
  • concepito attraverso la fecondazione in vitro
  • hanno avuto più di un aborto spontaneo o un aborto
  • avere altri problemi di salute (come un’infezione, peso preoccupazioni, anomalie anatomiche dell’utero o della cervice, o determinate condizioni croniche)
  • avere carenze nutrizionali
  • esperienza di un evento molto stressante o traumatico durante la gravidanza (fisico o emotivo)
  • sono afro-americano

Nonostante questi rischi conosciuti, molte donne che presentano sintomi di parto pretermine non hanno fattori di rischio chiare.

Se hai avuto un parto pretermine, in passato, il ginecologo può raccomandare che si ottiene un colpo di progesterone o pessary (supposta vaginale). La forma più comune di ormone progesterone somministrato per prevenire la nascita pretermine è il colpo 17-OHPC, o 17-alphahydroxyprogesterone caproate.

Il colpo 17-OHPC è un progesterone sintetico che viene spesso somministrata prima della settimana 21 di gestazione. E ‘destinato a prolungare la gravidanza. L’ormone funziona mantenendo l’utero dal contraente. Il colpo è in genere somministrato nei muscoli della donna che riceve un trattamento su base settimanale.

Se progesterone è dato come pessario, viene inserito nella vagina della donna.

Una prescrizione è richiesta per questo trattamento ormonale, ed entrambi i colpi e le supposte deve essere somministrato da un medico.

Quali sono i vantaggi di colpi di progesterone?

UN revisione degli studi clinicidel 17-OHPC ha dimostrato la sua capacità di prolungare la gravidanza. Le donne che sono a rischio di partorire un bambino prima di 37 settimane possono essere in grado di rimanere incinta più a lungo se essi ricevono 17-OHPC prima del completamento delle 21 settimane di gravidanza.

Altri studi hanno dimostrato che se la nascita pretermine si verifica, i bambini che sopravvivono hanno meno complicazioni se le loro madri hanno ricevuto 17-OHPC prima della nascita.

Quali sono i rischi di colpi di progesterone?

Come con qualsiasi amministrazione colpo e ormoni, 17-OHPC colpi può causare alcuni effetti collaterali. I più comuni sono:

  • dolore o gonfiore nella pelle al sito di iniezione
  • una reazione cutanea al sito di iniezione
  • nausea
  • vomito

Qualche esperienza altri effetti collaterali come ad esempio:

  • sbalzi d’umore
  • mal di testa
  • dolore addominale o gonfiore
  • diarrea
  • stipsi
  • alterazioni del desiderio sessuale o comodità
  • vertigini
  • allergia
  • sintomi influenzali

Le donne che ricevono il pessario sono più probabilità di avere lo scarico spiacevole o irritazione nella loro vagina.

Non v’è alcuna indicazione che i colpi di 17 OHPC hanno alcun effetto negativo sulla aborto spontaneo, di nati morti, parto pretermine, o rischiano di difetto di nascita. Non c’è abbastanza conosciuto circa gli effetti a lungo termine sulle madri o neonati per raccomandare scatti per le donne con altri fattori predisponenti per la nascita pretermine.

Anche se i colpi di 17 OHPC possono ridurre il rischio di parto pretermine e alcune delle sue complicazioni, non sembra ridurre il rischio di morte infantile.

Chi dovrebbe ottenere scatti di 17 OHPC?

Le donne che hanno in precedenza sperimentato parto pretermine sono spesso offerti un colpo ormone chiamato 17-OHPC. IlAmerican College of Ostetrici e Ginecologi (ACOG)raccomanda che solo le donne con una storia di lavoro, prima di gestazione di 37 settimane di ricevere un colpo 17-OHPC. Le donne che hanno una storia di parto prematuro devono assumere questo farmaco .

Chi non dovrebbe ottenere scatti di 17 OHPC?

Donne senza un parto pretermine precedente non dovrebbero ricevere colpi da 17 OHPC fino ulteriori ricerche confermano la loro sicurezza ed efficacia per altri fattori di rischio. Inoltre, le donne con allergie o gravi reazioni al colpo potrebbe desiderare di interrompere il loro uso.

Come pure, ci sono alcune situazioni in cui una gravidanza più lungo può essere dannosi per la madre o il feto. Preeclampsia , amniosite , e anomalie fetali letali (o morte fetale imminente) possono rendere una gravidanza prolungata pericoloso o inutile. Consultare sempre accuratamente con un professionista della salute prima di decidere di ricevere i colpi di 17 OHPC o supposte.

farmaci tocolitici sono usati per ritardare la consegna. Una varietà di farmaciavere effetti similiper ritardare la consegna di 48 ore o più, quando una donna sta vivendo parto pretermine. farmaci tocolitici includono i seguenti farmaci:

  • terbutalina (anche se non è più considerato sicuro per l’iniezione)
  • ritodrina (Yutopar)
  • solfato di magnesio
  • calcio-antagonisti
  • indometacina (Indocin)

Tocolitici sono farmaci che devono essere somministrati solo tra le settimane 20 e 37 di gravidanza, se esistono i sintomi di parto pretermine. Non dovrebbero essere combinati se non sotto la stretta supervisione di un medico. La combinazione di tocolitici può causare problemi sia per la madre e il bambino.

In generale, i farmaci tocolitici solo ritardare la consegna. Essi non impediscono le complicazioni di parto pretermine, morte fetale, o problemi materni connessi con parto pretermine. Sono spesso indicati con corticosteroidi prenatali.

Quali sono i vantaggi di tocolitici?

Tutti tocolitici, ma gli inibitori delle prostaglandine, in particolare, sono efficacia ritardare la consegna tra le 48 ore e sette giorni. Questo permette di tempo corticosteroidi per accelerare lo sviluppo fetale.

Tocolitici stessi non diminuire le probabilità di morte o malattia per il neonato. Al contrario, non fanno che dare tempo in più per il bambino di sviluppare o per altri farmaci a lavorare.

Tocolitici possono anche ritardare la consegna abbastanza a lungo per una donna di essere trasportati ad un impianto con un’unità di terapia intensiva neonatale, se la nascita pretermine o complicazioni sono probabili.

Quali sono i rischi di tocolitici?

Tocolitici hanno una varietà di effetti collaterali che vanno da molto lieve a molto grave.

Gli effetti indesiderati comuni sono:

  • vertigini
  • mal di testa
  • letargo
  • risciacquo
  • nausea
  • debolezza

Più gravi effetti collaterali possono includere:

Perché alcuni farmaci tocolitici comportano rischi diversi, il farmaco specifico scelto dovrebbe dipendere la salute della donna e rischi personali.

C’è qualche polemica su se stessi tocolitici può causare problemi alla nascita, come problemi di respirazione per il bambino o l’infezione nella madre.

Chi dovrebbe ottenere tocolitici?

Donne che avvertono i sintomi di parto pretermine, in particolare prima di gestazione di 32 settimane, dovrebbero ricevere farmaci tocolitici.

Chi non dovrebbe ottenere tocolitici?

Secondo ACOG, Le donne non dovrebbero ottenere farmaci tocolitici se hanno sperimentato una delle seguenti:

  • grave preeclampsia
  • distacco della placenta
  • un’infezione dell’utero
  • anomalie fetali letali
  • segni di imminente morte fetale o la consegna

Inoltre, ogni tipo di droga tocolitico comporta dei rischi per le donne con determinate condizioni. Ad esempio, le donne con diabete o problemi di tiroide non dovrebbero ricevere ritodrina, e le donne con gravi problemi epatici o renali non dovrebbero ricevere inibitori della prostaglandina sintetasi.

Un medico dovrebbe avere una conoscenza approfondita di particolari problemi di salute della donna prima di prescrivere un farmaco specifico tocolitica.

Gli antibiotici sono somministrati di routine per le donne in travaglio pretermine quando la borsa di acqua che circonda il feto si è rotto. Questo perché rottura delle membrane messo una donna e il suo bambino più a rischio di infezione.

Inoltre, gli antibiotici vengono spesso utilizzati per trattare le infezioni come corionamnionite e streptococco di gruppo B (GBS) durante il travaglio prematuro. Gli antibiotici richiedono una prescrizione medica e sono disponibili in forma di pillola o di una soluzione per via endovenosa.

Quali sono i vantaggi di antibiotici?

Molte grandi, ben progettato studi aver mostrato che gli antibiotici riducono i rischi per madri e bambini e prolungano gravidanza dopo si rompono le acque di una donna in anticipo. alcuni studi hanno dimostrato che gli antibiotici possono ridurre i problemi nel neonato.

È possibile che gli antibiotici possono ritardare o prevenire prematurità trattando condizioni (come infezioni) che possono causare parto prematuro. D’altra parte, non è chiaro se gli antibiotici possono ritardare la consegna per le donne che sono in travaglio pretermine, ma non hanno rotto la loro acqua. Per il momento, l’uso di antibiotici per contribuire a trattare tutti i lavori prematuri rimane controverso.

Ci sono anche dati che dimostrano che gli antibiotici sono utili durante il travaglio pretermine per le donne che portano i batteri GBS. Circa una donna su cinque porterà GBS, e bambini che vengono infettati durante il travaglio e il parto può diventare molto malato. Gli antibiotici possono trattare GBS e ridurre le complicazioni di una successiva infezione nel neonato, ma comportare rischi per la madre.

La maggior parte dei fornitori di servizi sanitari testare le donne per i batteri circa un mese prima della loro data di scadenza. Il test consiste nel prelievo di campioni di tamponi dalla vagina inferiore e del retto. Perché può prendere due o tre giorni per i risultati dei test da restituire, la prassi generale è quello di iniziare il trattamento di una donna per GBS prima della conferma di infezione se una donna è in travaglio pretermine. La maggior parte dei medici ritengono che questa pratica è giustificata dal fatto che come molti come uno su quattro donne test positivo per GBS.

Ampicillina e penicillina sono gli antibiotici più comunemente utilizzati per il trattamento.

Quali sono i rischi di antibiotici?

Il rischio principale di antibiotici durante il travaglio pretermine è una reazione allergica dalla madre. Inoltre, alcuni bambinipuò essere nato con un’infezione che ha resistenza agli antibiotici, rendendo il trattamento di infezioni post-partum in quei neonati più difficili.

Chi dovrebbe ottenere gli antibiotici?

Secondo ACOG, Solo le donne con segni di infezione o di una membrana rottura (rottura dell’acqua precoce) dovrebbero ricevere antibiotici durante il travaglio prematuro. Al momento non è raccomandato per l’uso di routine in donne senza uno di questi problemi.

Chi non dovrebbe prendere antibiotici?

Donne senza segni di infezione e con membrane intatte dovrebbe probabilmente non riceverà gli antibiotici durante il travaglio pretermine.

Inoltre, alcune donne possono avere reazioni allergiche a particolari antibiotici. Una donna con allergie note agli antibiotici deve ricevere antibiotici alternativi o del tutto assenti, seguendo le raccomandazioni degli operatori sanitari che hanno familiarità con i rischi della madre.