Pubblicato in 19 April 2018

HIV: Does It causare un'eruzione cutanea sul pene?

Un rash è spesso uno dei primi segni di HIV. Appare in genere dopo la febbre e altri sintomi simil-influenzali. Questa eruzione di solito dura circa una settimana.

Sebbene un’eruzione HIV tende a comparire sulla parte superiore del corpo e del viso, può apparire ovunque sul corpo, compreso il pene.

L’HIV è un virus cronica che indebolisce il sistema immunitario. Di solito è trasmessa tramite contatto sessuale. Anche se una cura per l’HIV non è disponibile, i suoi sintomi sono curabili. Se l’HIV non è trattata, il virus può portare alla fase 3 HIV, noto anche come l’AIDS .

Una persona può avere l’HIV per diversi anni prima che progredisce verso l’AIDS. Tuttavia, il più a lungo che qualcuno attende per iniziare il trattamento , maggiore è il rischio per la loro salute.

Se una persona sviluppa AIDS, significa che il loro sistema immunitario è diventato gravemente indebolita. Questo li rende vulnerabili alle infezioni opportunistiche , come la polmonite jirovecii la polmonite o la toxoplasmosi . AIDS li rende anche vulnerabili alle infezioni tipici, come polmonite acquisita in comunità e la cellulite . Anche se queste infezioni possono essere dannosi per chiunque, possono essere particolarmente dannoso per una persona che vive con l’AIDS.

Entro un paio di settimane di contrarre l’HIV, una persona può sviluppare sintomi che sono un po ‘come quelli causati dalla influenza . Questi sintomi comprendono:

A volte, le persone con HIV scambiano questi sintomi per l’influenza e messo fuori vedendo un operatore sanitario.

Piaghe o ulcere

Alcune persone sviluppano piaghe o ulcere dopo aver contratto l’HIV. Queste piaghe sono spesso dolorose e possono apparire sul:

Come un’eruzione cutanea che può apparire sul pene, queste piaghe o ulcere di solito compaiono entro un mese dopo l’HIV si contrae. Non tutte le persone sieropositive ottengono queste piaghe, però.

ingrossamento dei linfonodi

Linfonodi nel collo e delle ascelle può anche gonfiarsi subito dopo l’HIV si contrae. Mentre i sintomi simil-influenzali e eruzioni cutanee possono scomparire da soli, gonfiore di alcuni linfonodi può durare per molto tempo. Questo può continuare anche dopo che una persona inizia il trattamento.

La mancanza di sintomi

E ‘anche possibile avere un caso delicato di HIV. Un caso delicato non può produrre un rash o altri sintomi evidenti subito dopo la trasmissione.

eruzioni genitali non sono sempre un segno di HIV. Essi possono derivare da una serie di altre condizioni, tra cui:

Eruzioni cutanee possono anche indicare la presenza di altre infezioni trasmesse sessualmente (STI) , come ad esempio:

Un rash sul pene non è sufficiente per diagnosticare l’HIV o qualsiasi altra condizione. Ad esempio, un lievito infezione può causare un’eruzione cutanea rossa a comparire sul pene. Può anche causare la punta del pene per sentire prurito. Anche se le donne sono molto più probabilità di sviluppare infezioni da lieviti, gli uomini possono ottenere queste infezioni, anche.

Indipendentemente dalla causa, un operatore sanitario deve valutare un’eruzione cutanea sul pene. Se una persona ha altri sintomi del virus HIV , essi dovrebbero essere sicuri di spiegare quei sintomi al proprio fornitore di assistenza sanitaria. Questa conoscenza può aiutare il medico fare una diagnosi.

L’unico modo per confermare la presenza del virus HIV è attraverso un esame del sangue . Se una persona ha un noto fattore di rischio per l’HIV e pensa che sono stati esposti al virus, si dovrebbe prendere in considerazione la pianificazione di un appuntamento con il loro fornitore di assistenza sanitaria.

Per lungo tempo, l’HIV potrebbe essere diagnosticata solo attraverso un esame del sangue che sembrava per gli anticorpi contro il virus. Dopo l’esposizione al virus, si può richiedere diverse settimane per l’organismo a produrre anticorpi contro l’HIV. Ciò significa che l’HIV non può essere rilevato se una persona è testato troppo presto dopo possibile esposizione.

HIV produce anche una proteina nota come p24, o antigene HIV. Appare molto presto dopo la trasmissione. Un esame del sangue per l’antigene HIV è disponibile. Può confermare se qualcuno ha l’HIV entro 15 a 20 giorni dopo un rapporto sessuale.

Se una persona ha un’eruzione cutanea sul loro pene e un test HIV negativo viene in su, il loro fornitore di assistenza sanitaria può essere loro prendere un test delle urine per cercare una possibile lievito o infezioni fungine.

Se un rash cutaneo sul pene non è correlato al virus HIV, un operatore sanitario sarà probabilmente consigliare un over-the-counter o prescrizione di farmaci o pomate per alleviare i sintomi. Il farmaco consigliato dipende dal fatto che l’eruzione è:

  • fungine
  • batterico
  • virale
  • non infettivo

Se il fornitore di assistenza sanitaria stabilisce che una persona ha l’HIV, uno dei prossimi passi sarà quello di discutere le opzioni di trattamento. Il trattamento standard per l’HIV si chiama terapia antiretrovirale. Esso comprende una combinazione di farmaci da assumere giornalmente per contribuire a ridurre la quantità di HIV nel corpo. Non può eliminare il virus, ma può ridurre al minimo il livello di virus in circolazione. Ridurre al minimo la quantità di virus presente nel corpo può aiutare a garantire che una persona sieropositiva è meglio protetta contro altre infezioni.

Se il virus viene soppresso al punto che diventa inosservabile, diventa praticamente impossibile per una persona HIV-positivi di trasmettere il virus a qualcun altro. Questo è il messaggio di inosservabile = Untransmittable , o (U = U), una campagna della campagna di prevenzione di accesso.

Con il trattamento, un’eruzione media generalmente andare via in una o due settimane.

Se una persona è stata diagnosticata con l’HIV, il loro fornitore di assistenza sanitaria lavorerà con loro per iniziare un regime di trattamento. Controllare l’HIV e prevenire la progressione di stadio 3 HIV richiede un impegno quotidiano alla terapia antiretrovirale. Le persone che vivono con l’HIV dovrebbe anche considerare l’utilizzo di preservativi durante il sesso ed evitando comportamenti che loro e la loro salute potrebbero mettere a rischio.

gestione HIV di successo richiede un rapporto di lavoro e la comunicazione aperta tra una buona persona sieropositiva e il loro fornitore di assistenza sanitaria. Se una persona che vive con l’HIV non si sente che stanno ottenendo le risposte che vogliono dal loro fornitore di assistenza sanitaria, che potrebbero voler cercare un nuovo uno che ha esperienza di lavoro con persone sieropositive.

Le persone possono limitare la loro possibilità di esposizione al virus HIV tramite l’uso di un preservativo durante il rapporto sessuale e impegnarsi in altre pratiche che aiutano a prevenire le malattie sessualmente trasmissibili. Ad esempio, può essere utile per parlare di test HIV prima di impegnarsi in attività sessuale con un nuovo partner. I partner possono prendere in considerazione di andare insieme a fare il test.

In caso di coppie miste di stato , il partner con HIV dovrebbero prendere in considerazione di andare avanti con il trattamento. Essi dovrebbero anche prendere in considerazione parlando con un operatore sanitario sui modi per evitare che il loro partner di contrarre l’HIV. Quando una persona sieropositiva è coerente sulla terapia antiretrovirale ed è in grado di mantenere una carica virale non rilevabile , diventano incapaci di trasmettere il virus ad un partner. L’assunzione di farmaci può quindi diventare un importante strategia di prevenzione.