Pubblicato in 28 November 2018

Global HIV tariffe per uomini che fanno sesso con uomini: fatti, problemi e altro

A prima vista, le ultime statistiche globali su HIV sono incoraggianti. Secondo l’UNAIDS, più di 21 milioni di persone sono attualmente ricevendo terapia antiretrovirale per l’HIV, il trattamento più efficace a disposizione. E il numero di decessi per AIDS è oggi meno di un milione all’anno - il più basso è stato dall’inizio del 21 ° secolo.

Inoltre, molti paesi in tutto il mondo si sono impegnati a raggiungere “90-90-90” obiettivi entro il 2020. Ciò significa che ponendosi l’obiettivo per il 90 per cento delle persone sieropositive per conoscere il loro stato, il 90 per cento delle persone che conoscono il loro status per ricevere trattamento, e il 90 per cento delle persone che ricevono un trattamento di avere una carica virale non rilevabile.

Ma nonostante questi sviluppi promettenti, il tasso di nuove diagnosi di HIV continua ad aumentare tra alcune popolazioni. Ciò è particolarmente vero per gli uomini che hanno rapporti sessuali con altri uomini (MSM), il cui rischio di contrarre l’HIV è l’incredibile cifra di 27 volte superiore rispetto agli altri dati demografici.

E ‘importante chiedere perché MSM ancora affrontare un rischio molto più elevato di diagnosi di HIV, rispetto ad altri gruppi. Perché, dopo tanto tempo e il progresso, questo è ancora il caso? E, ancora più importante, cosa si può fare per proteggere gli uomini più a rischio?

statistiche regionali

Mentre il rischio di infezione da HIV è più alta per CSM in tutto il mondo, il tasso di nuovi casi varia da regione a regione. UNAIDS ha raccolto i dati e rilasciato una ripartizione approssimativa globale di nuove diagnosi di HIV per il 2017. Secondo questa ricerca, i nuovi casi di HIV tra CSM rappresentano circa:

  • 57 per cento di tutti i nuovi casi in Nord America, l’Europa centrale e l’Europa occidentale
  • 41 per cento di tutti i nuovi casi in America Latina
  • Il 25 per cento di tutti i nuovi casi in Asia, Pacifico e Caraibi
  • 20 per cento di tutti i nuovi casi in Europa orientale, Asia centrale, Medio Oriente e Nord Africa
  • Il 12 per cento di tutti i nuovi casi in Africa occidentale e centrale

Anche se c’è qualche variazione regionale, non si tratta di una tendenza isolato. In molte parti del mondo, MSM faccia maggiore rischio di diagnosi di HIV rispetto ad altri gruppi.

sfide regionali e universali

Alcune regioni del mondo hanno i loro propri ostacoli uniche quando si tratta di prevenire nuove trasmissioni di HIV.

Ad esempio, in molti paesi - e in particolare in Africa e nel Medio Oriente - il sesso tra uomini è criminalizzato. Questo spinge MSM per nascondere le loro pratiche sessuali e per evitare che cercano consigli medici su HIV e altre malattie sessualmente trasmissibili. Essa può anche rendere più difficile per gli operatori sanitari e gruppi di difesa per offrire informazioni sulla salute sessuale per CSM su come possono ridurre il rischio di trasmissione dell’HIV.

In tutto il mondo - anche in paesi in cui le pratiche dello stesso sesso, le relazioni e matrimoni sono legali - la discriminazione e l’omofobia persistere. In misura diversa, questo può influire sulla capacità e la volontà di accedere a servizi sanitari di alta qualità e le informazioni di MSM. Lo stigma che può accompagnare una diagnosi di HIV ha anche un impatto.

La disponibilità di test HIV varia in tutto il mondo. Inoltre, se MSM teme il giudizio potenziale fornitori di assistenza sanitaria, possono essere meno probabilità di fare il test.

Quando le persone non vengono testati per l’HIV, non possono sapere se hanno il virus. A loro volta, essi non avranno accesso il trattamento e la terapia antiretrovirale. Sono anche più probabilità di trasmettere il virus ad altri.

Sulla base dei dati provenienti dai Centers for Disease Control and Prevention (CDC), circa 1 a 6MSM negli Stati Uniti, che hanno l’HIV non sono consapevoli che stanno vivendo con il virus. In alcuni paesi, la situazione è peggiore. Ad esempio, in Kenya, il Malawi e il Sudafrica, circa uno su tre CSM con l’HIV non sanno di averlo.

Alcuni fattori biologici possono anche mettere MSM a maggior rischio di HIV. La maggior parte MSM contratto il virus dal fare sesso anale senza preservativo. il sesso anale Condom-meno ha un più alto rischio di trasmissione di HIV rispetto ad alcuni altri pratiche sessuali, come il sesso orale.

Preservativi aiutare a prevenire la trasmissione di HIV, ma i tassi di uso del condom tra CSM variano in tutto il mondo. La mancanza di educazione sessuale, la mancanza di accesso ai preservativi, e le norme culturali in giro per i preservativi sono questioni chiave che i tassi di impatto di utilizzo. Nei paesi in cui l’uso del preservativo è bassa, MSM sono a maggior rischio di contatto con altre malattie sessualmente trasmissibili, tra cui la sifilide, gonorrea, - in aggiunta a HIV.

trattamenti antiretrovirali anche ridurre significativamente il rischio di trasmissione dell’HIV. Questi includono la profilassi pre-esposizione (PrEP) e la profilassi post-esposizione (PEP) farmaci. Anche con l’esposizione al virus, come ad esempio attraverso il sesso preservativo-less, PrEP e PEP sono altamente efficaci nel prevenire la trasmissione. Ma in tutto il mondo, le persone più a rischio per l’HIV possono avere difficoltà ad ottenere questi farmaci, sia a causa di mancanza di accesso o la mancanza di informazioni.

soluzioni attuabili

Il superamento di queste sfide può sembrare scoraggiante, ma è possibile. In tutto il mondo, la prova è in crescita che alcuni approcci possono fare una grande differenza quando si tratta di ridurre il tasso di nuove diagnosi di HIV.

Uno dei passi più importanti verso la riduzione di nuovi casi in MSM è per i paesi per fornire terapie antiretrovirali come PrEP su larga scala. programmi PrEP diffuse sono in corso in diversi paesi, tra cui Australia, Brasile, Kenya, Sud Africa, Stati Uniti, e Zimbabwe.

Finora, i risultati sono stati promettenti. Per esempio, in una regione dell’Australia, la rapida introduzione di Prep E ‘stato collegato a un 35 per cento calo delle nuove diagnosi di HIV. Quando Prep è reso ampiamente disponibile, campagne pubblicitarie e iniziative locali sono fondamentali per educare il pubblico sulla disponibilità e l’efficacia del farmaco.

Uno spostamento verso la cura su base comunitaria è un’altra strategia importante per ridurre i nuovi casi di HIV. programmi di sensibilizzazione personale con gli operatori sanitari comunità può aumentare la probabilità che le persone con HIV si attacchi al loro piano di trattamento.

La tecnologia offre anche nuove soluzioni. In Cina, uno smartphone datazione applicazione chiamata azzurrato ha sviluppato un sistema per collegare i suoi 40 milioni di utenti al sito test HIV più vicino. Questo rende più facile per le persone per prenotare un appuntamento. I dati dal 2016 suggeriscono che le cliniche promosse in app ha visto un 78 per cento aumento del numero di persone testate.

De-criminalizzare pratiche dello stesso sesso e le relazioni, rispondendo anche stigmatizzazione e la discriminazione, fa una grande differenza. UNAIDS note questo incoraggia le persone con HIV a iscriversi a programmi di assistenza sanitaria e bastone con un piano di trattamento.

Infine, UNAIDS riferisce che è fondamentale per i governi di offrire assistenza sanitaria a prezzi accessibili ed eliminano servizi sanitari canoni di utenza. Questo non solo rende la terapia antiretrovirale più accessibile, ma riduce anche gli oneri finanziari connessi con l’HIV.

L’asporto: Guardando il quadro generale

Il tasso di nuove infezioni da HIV tra gli uomini che hanno rapporti sessuali con gli uomini è aumentato in tutto il mondo, ma l’obiettivo di raggiungere gli obiettivi 90-90-90 entro il 2020 non è stato dimenticato. Per arrivarci - o almeno di avvicinarsi - la collaborazione tra le singole comunità e sistemi sanitari nazionali è un imperativo. test per l’HIV e la terapia antiretrovirale devono essere accessibili alle persone più a rischio del virus.

Politici, comunità, e uomini d’affari di tutto il mondo hanno bisogno di intensificare e lavorare verso gli investimenti finanziari e dei cambiamenti politici necessari per garantire che il progresso accade. Per fermare la minaccia di HIV e AIDS per MSM, e tutte le persone, abbiamo bisogno di radunare insieme - non solo a livello locale, ma a livello globale, anche.