Pubblicato in 19 December 2017

HIV non significa la fine della vostra vita sessuale

Salute e la vita benessere tocco di ognuno in modo diverso. Questa è la storia di una persona.

Quando avevo 12 anni, ho visto il film “come è” su cavo. I 1986 film è incentrato su una coppia gay che fare con l’AIDS , indietro quando l’epidemia era ancora nuovo. Ho guardato in preda al panico, come uno degli uomini ha trovato un sarcoma di Kaposi (KS) lesioni sulla schiena del suo amante. Quel momento di terrore segnalato gli orrori che erano a venire a causa della malattia.

Dopo il film era finito, mi affrettai in bagno ed esaminai la mia schiena per paura che anch’io potrei avere una lesione. Non avevo mai avuto rapporti sessuali, e non mi chiamare me stesso gay, a quel punto, ma sapevo che mi piaceva altri ragazzi. Sapevo anche che l’HIV è stato qualcosa che è accaduto agli uomini in quel film. Uomini come me.

Quando sono diventato più grande e ha iniziato a fare sesso con gli uomini, la paura era sempre lì - come uno spettro aleggia su ogni incontro sessuale. Così era stigma. La religione, la cultura popolare, e molti nel nostro governo erano ancora riferiscono a persone gay come “pervertiti” e “crocette di malattia.” Nel frattempo, le campagne di prevenzione HIV ci hanno detto che si poteva stare HIV-negativi se tu fossi abbastanza abbastanza intelligente, o responsabili, o abbastanza buono.

Quando ho provato positiva, all’età di 23, sono stato chiamato “stupido”, “irresponsabile” e “spericolata”. Sembrava che tutti avessero un parere su quello che avevo fatto di male per finire sieropositivo. Ma non ho davvero tempo per loro. Ho dovuto capire cosa vivono con l’HIV stava andando a significare per me. Una preoccupazione principale è stata la mia vita sessuale.

Un senso di liberazione

Poco dopo essere risultato positivo, ho sperimentato qualcosa di inaspettato - un senso di liberazione. Avevo trascorso oltre 10 anni della mia vita terrorizzati di ottenere una malattia. Ma ora ho avuto, e non ho avuto di essere più paura. La nube che si era appeso sopra la mia vita sessuale era stato finalmente sollevato.

Sono stato in grado di perseguire il piacere e l’intimità in un modo che ho potuto ho mai immaginato. Il sesso era solo … il sesso.

Non Naturalmente, vale a dire la mia vita sessuale era senza complicazioni. Incontri e divulgazione era un intero terreno nuovo, ma almeno ero in controllo. Sapevo che non era sporco o cattivo, e che non c’era assolutamente nulla di male ad avere una vita sessuale appagante.

La comunicazione non è solo abilita, che può aiutare a combattere lo stigma

Se siete HIV-positivi e si è sessualmente attivi, è molto probabile che ti faccia un po ‘di senso di giudizio. E ‘di vitale importanza che la nostra risposta non rafforza tale sentenza, e che non rafforzare lo stigma e il sesso-negatività associata a tale sentenza. Invece, la nostra risposta dovrebbe funzionare a smantellarlo.

La divulgazione può essere un’esperienza difficile e snervante, e per me, raramente ha si è conclusa in modo soddisfacente. le paure della gente possono essere irrazionali, ma sono anche legittimi, come che sono stati rinforzati da 30 anni di messaggistica.

Quindi, per me, era in realtà molto più semplice - e molto più gratificante - per attaccare solo con altri ragazzi sieropositivi. C’era qualcosa di speciale e quasi radicale di trovare un’altra persona sieropositiva di avere rapporti sessuali con condomless. Siamo stati tutti i membri dello stesso club di “indesiderabili” che hanno avuto l’audacia di coltivare una sessualità mentre vivono con questa malattia.

E la tecnologia rende molto più facile per le persone sieropositive per trovare l’altro. Sulla datazione applicazioni, ad esempio, possiamo elencare esattamente ciò che stiamo cercando, così come includere il nostro status di HIV nei nostri profili. Non solo siamo in grado di individuare le persone positive intorno a noi, siamo in grado di ottenere divulgazione passato subito.

Dichiarare il proprio stato sul tuo profilo può essere che abilita e affermando. Non solo permette di prendere il controllo della conversazione divulgazione, essendo fuori e aperto circa lo stato è un ottimo modo per combattere lo stigma.

Le opzioni sono in espansione

Nel corso degli ultimi 35 anni, gli uomini gay sono cresciuti in un mondo dove il sesso e la malattia sono stati sempre intimamente connessi. Ma la comunità di gay - attraverso il sostegno così come la persistenza - è riuscita a trascendere la paura di creare una cultura di sesso-positivi fiorente. E questi sforzi stanno continuando.

Dopo anni di advocacy e di ricerca sforzi, i Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie (CDC) ha rilasciato una lettera di conferma che quando si ha una carica virale non rilevabile, la trasmissione di HIV non può verificarsi con il sesso condomless. Conosciuto come U = U ( “non rilevabile = untransmittable”), questa affermazione pubblica era enorme per le persone che vivono con l’HIV. Aiuta a ridurre la stigmatizzazione HIV-correlati e può alleviare gran parte l’ansia associata con il sesso.

Insieme con l’uso allargamento della profilassi pre-esposizione (PrEP) , la pillola prevenzione dell’HIV, viviamo in un periodo di innovazioni interessanti che stanno aiutando abbattere i muri di paura che spesso esistono tra le persone sieropositive e HIV-negativi.

Lei ha il diritto alla propria sessualità

La scienza e il mondo del virus HIV continuano a cambiare, ma una cosa rimane costante: la paura che recentemente diagnosticati persone sieropositive possono avere quando si tratta di sesso. E ‘molto importante ricordare - e credere - che l’HIV è nulla di cui vergognarsi. Tutti gli esseri umani hanno il diritto fondamentale alla propria sessualità.

Internet, e persino risalenti applicazioni, possono essere grandi risorse se si è appena risultato positivo. E i social media possono anche essere un buon modo per trovare altre persone sieropositive che hanno vissuto la stessa esperienza, e tagliare tutte le strette di mano associata a divulgazione. La comunità di persone che vivono con l’HIV, sia virtuale o di persona, un valore inestimabile per quelli di noi che sono positivi.

HIV non significa la fine della vostra vita sessuale. In effetti, può essere l’inizio di un nuovo viaggio sessuale. Ti costringe a esaminare quello che vuoi e parlare di ciò che tipo di sesso che si desidera.

Sesso, compreso il sesso condomless, ha significato e valore. Nessuno e niente può prendere che lontano da voi a meno che non li lascia. Quindi non li lasciate. Abbiate il coraggio di rivendicare la vostra sessualità come una persona HIV-positivi e scoprire che cosa una grande vita sessuale può significare per voi.


Alex Garner ha vissuto con l’HIV per 20 anni ed è attualmente lo stratega maggiore innovazione della salute sul Hornet , un’applicazione di social networking gay impegnato a dare ai suoi utenti di prendere decisioni informate sulla loro salute. Garner ha oltre 20 anni di esperienza di lavoro in HIV e l’organizzazione della comunità. Prima della Hornet, Garner ha gestito il programma di educazione PrEP a NMAC. E ‘stato il fondatore ed editore a PositiveFrontiers.com, una rivista nazionale HIV per gli uomini gay. Ha anche co-scritto e interpretato in “I monologhi infezione”, un gioco divertente e stimolante per la moderna esperienza di HIV.