Pubblicato in 5 July 2018

Heroes HIV-positivi, attivisti e leader

Negli ultimi decenni, tanto è cambiato per le persone che vivono con l’HIV. Le opzioni di trattamento sono drammaticamente migliore e più accessibile. La sensibilizzazione del pubblico e la conoscenza circa la condizione è aumentato. programmi di ricerca e di salute HIV finanziati dal governo esistono ora. Attraverso gruppi di sostegno su internet e di persona, le persone che vivono con l’HIV possono rimanere in contatto, creando una fiorente comunità.

Tutti questi cambiamenti sono stati portati sulla attraverso l’instancabile lavoro di dirigenti e attivisti della comunità HIV. Ma nonostante i numerosi successi, il lavoro non è finito. Abbiamo ancora una lunga strada da percorrere. Stigma e miti su HIV continuano a persistere, insieme con la discriminazione e gli atteggiamenti offensivi. Ci sono ancora persone che vivono con l’HIV che non possono accedere i trattamenti e le cure di cui hanno bisogno.

Ecco perché abbiamo bisogno di eroi. Abbiamo bisogno di militanti e dirigenti che lavorano duramente per portare avanti il ​​cambiamento e che ne fa le differenze per tutti noi.

Ecco la mia lista di 5 incredibili leader HIV + e attivisti che mi ispirano con il loro impegno a fare la differenza. Spero che si ispirano, anche.

Josh Robbins: l’ispiratore

Josh Robbins

Il suo lavoro

Josh gestisce le notizie e di advocacy sito HIV “Im Ancora Josh” presso imstilljosh.com .

Età

35

Vivere con l’HIV

Josh ha vissuto con l’HIV per sei anni.

Perché lui è coinvolto

“Volevo che la gente a vedere ancora me come qualcuno che era ancora lo stesso Josh. Volevo che fossero ancora in se stessi. Mi sentivo molto sola, così ho deciso di usare la mia diagnosi come un’opportunità per aumentare la discussione a livello locale “, dice Josh. “L’unico modo per farlo era quello di essere davvero onesti su tutto ad alta voce. Sono contento di averlo fatto!”

Il suo consiglio

Josh crede nel potere di cibo nutriente. Egli spiega: “Sembra semplice, ma quando qualcuno ottiene la notizia peggiore della loro vita, ho sempre chiedere loro: Hai mangiato? Lo stress sta prosciugando sul loro corpo e il sistema immunitario del loro corpo è già eccessivo - in modo di mangiare un pasto sano può davvero aiutare. Non voglio davvero parlare con qualcuno di nuova diagnosi fino a che non sono andati a mangiare un pasto sano. Non credereste il cambiamento dopo aver fatto una cosa così semplice “.

Jahlove Serrano: The Artist

Il suo lavoro

Jahlove è un artista ed educatore salute sessuale. Scopri di più sul suo lavoro al Interrompe HIV con Me .

Età

31

Vivere con l’HIV

Jahlove vive con l’HIV per 17 anni.

Perché lui è coinvolto

“Il mio viaggio vivono con l’HIV mi ha ispirato a diventare pubblico con il mio stato di sieropositività. Sapevo che da me raccontare la mia storia ho potuto ispirare qualcuno a fare il test e il trattamento se con diagnosi di HIV “, dice Jahlove.

Il suo consiglio

Il primo consiglio Jahlove offre è questo: “Va bene non essere a posto.” Il suo secondo consiglio è quello di ottenere istruiti e rimanere consapevoli. Egli dice: “Quando sono diventato un consumatore istruito, che quando sono diventato un potente fornitore.”

Kamaria Laffrey: Il Nurturer

Il suo lavoro

Kamaria è un esperto di HIV che parla circa la condizione di tutto il mondo. Lei è un organizzatore di comunità della Florida con la SERO progetto , una rete di persone che combattono lo stigma dell’HIV. Check out suo lavoro di advocacy su Instagram a @empowered_legacies o visitare il suo sito Kamaria.org .

Età

35

Vivere con l’HIV

Kamaria vive con l’HIV per 15 anni.

Perché lei è coinvolta

Due settimane dopo Kamaria ha dato alla luce sua figlia, ha imparato a conoscere il suo stato di HIV-positivi. Aveva paura e non sapeva dove trovare la cura, il sostegno, o il trattamento. Poi un case manager di nome Kathy Brown dal programma di famiglie sane della Florida è venuto a controllare su Kamaria e il suo bambino. Quella visita ha cambiato tutto.

“Si sedette con me per un’ora mentre ho versato le mie paure e pianto”, dice Kamaria. “Poi mi ha chiesto di scrivere una lettera che le lacune del servizio relativo al trattamento di HIV”. La lettera è stata condivisa con il reparto di sensibilizzazione in una clinica di cura di specialità, e Kamaria era collegato con i servizi.

Kamaria dice che Kathy è diventato come una famiglia. “Sono sempre in debito con il suo tempo presa per farmi vedere che la vita può accadere senza stigma”.

Oggi, Kamaria è coinvolto nel lavoro che potrebbe portare i servizi che cambia la vita alle donne nella sua zona. Lei spiega: “Dove vivo io, non ci sono programmi specifici per le donne di colore o di mamme single che vivono con l’HIV, ma sono a sviluppare rapporti e guadagnare abilità di cambiare speriamo che.”

Il suo consiglio

Kamaria vuole che la gente sappia che come si sentono è valido e che nessuno dovrebbe dire loro come si sentono. “Sono andato attraverso le onde di rabbia, depressione, senso di colpa, pensieri suicidi,” dice. “Se non avessi avuto il sostegno della mia famiglia per permettermi di piangere, ballare, scrivere, dormire quando avevo bisogno di - non so come avrei ottenuto attraverso la parte iniziale di esso.”

E aggiunge che documenta ogni giorno o settimana come ci si sente in un giornale o in video può essere utile. “Ti dà qualcosa da guardare indietro e rendersi conto se si ha superato ieri, oggi non sarà così male. Nessun giorno è permanente. Ogni respiro che si sta rimuovendo dal tuo passato e portando nel vostro futuro “.

Robert Breining: The Visionary

Il suo lavoro

Robert è l’ospite di POZ SONO Radio . È possibile controllare il suo lavoro su Twitter , Facebook , o su Instagram a @poziamradio.

Età

38

Vivere con l’HIV

Robert ha vissuto con l’HIV per 17 anni.

Perché lui è coinvolto

“Quello che prima mi ha motivato a diventare un avvocato era come ignoranti i miei amici, familiari e colleghi erano circa la malattia. Dopo essere andato online per trovare e parlare con altri che vivono con l’HIV / AIDS, ho scoperto la Voce di speranza.”Questo è l’organizzazione che ha iniziato la fa da HIV mi assomiglia? campagna, Robert spiega. “Mi sono ispirato a condividere la mia storia e inviato in un video. Sono orgoglioso di dire che il mio video è stato incluso nella campagna.”

Nel 2005, Robert ha iniziato il suo attivismo online con la creazione del POZ SONO comunità online. Poi, nel 2007, ha lanciato POZ SONO Radio.

Il suo consiglio

Per consigli, Robert condivide la sua citazione firma, “I tuoi sogni non sono infetti.”

Margot Kirkland: The Protector

Il suo lavoro

Margot è il direttore del programma a Voci per una seconda possibilità, un’organizzazione non-profit che sostiene i detenuti e rimpatrio dei cittadini di essere attivi, membri produttivi della loro comunità.

Età

64

Vivere con l’HIV

Margot ha vissuto con l’HIV per 27 anni.

Perché lei è coinvolta

“Ho partecipato ad una riunione di HIV a Capitol Hill un giorno. Le donne non facevano parte dell’ordine del giorno. Le persone di colore sono state pronunciate per i danni come garanzia. HIV individui infetti nel loro complesso sono stati parlato di come meritevole di questa malattia a causa dei nostri comportamenti ‘assunti’. Mi ricordo diventando molto arrabbiato che queste ipotesi sono stati fatti su di me “, spiega Margot.

Margot ha avuto un bambino che è morto per complicazioni legate alla trasmissione del virus HIV. Nel corso della riunione a Capitol Hill, lei dice che nessuno parlava dei bambini morti. La gente alla riunione implicavano che le morti per HIV erano dovute a comportamento delle persone. Si ricorda, “In quel momento mi alzai in piedi e ha parlato fuori. In quel momento sono diventato un sostenitore dei diritti umani e dei diritti delle persone che vivono con l’HIV “.

Il suo consiglio

“Hai un virus, niente di più, niente di meno. . . Sappiate che siete amati e hanno una grande famiglia di supporto globale che si prende cura “.


Guy Anthony è un ben rispettato attivista per l’HIV / AIDS, leader della comunità, e autore. Con diagnosi di HIV come un adolescente, Guy ha dedicato la sua vita adulta al perseguimento di neutralizzare stigmatizzazione HIV / AIDS-related locale e globale. Ha pubblicato “Pos (+) itively Bella: A Book of Affermazioni, Advocacy e consigli” sul World AIDS Day nel 2012. Questa raccolta di racconti ispiratori, immaginario cruda, e affermando aneddoti ha guadagnato Guy molto successo, tra cui essere nominato uno dei top 100 leader di prevenzione HIV sotto i 30 anni di POZ Magazine, una delle top 100 nero LGBTQ / SGL Emerging leaders per guardare dalla National Justice nero Coalition, e uno dei DBQ Magazine LOUD 100, che risulta essere l’unica lista LGBTQ di 100 persone influenti di colore. Più di recente, Guy è stato nominato uno dei Top 35 Influencers Millennial da Next Big Thing Inc. e come uno dei sei Società Nero Si deve sapere”Di Ebony Magazine.