Pubblicato in 21 June 2018

Quanto tempo l'HIV vivono al di fuori del corpo: in aria, su superfici

Ci sono molti miti e idee sbagliate su quanto tempo il virus dell’immunodeficienza umana (HIV), il virus che causa l’AIDS, vive ed è contagiosa in aria o su una superficie di fuori del corpo.

A meno che il virus viene tenuto in una siringa in condizioni particolari, la vera risposta non è molto lungo. Anche se causa una malattia incurabile seria che non può essere inattivato per il corpo, l’HIV è molto fragile nell’ambiente esterno di un corpo. E ‘rapidamente viene danneggiato e diventa inattiva ( “muore”) e in grado di trasmettere l’infezione quando il fluido è in è esposto all’aria. Una volta che è inattiva, HIV non può attivarsi nuovamente, quindi è lo stesso come se fosse morto.

HIV si diffonde quando il sangue o certi fluidi del corpo che hanno elevate quantità di virus attivo (sperma, liquidi vaginali, fluidi rettali, o il latte materno) sono esposte al proprio flusso sanguigno. Per una persona a diventare infetta, ci deve essere abbastanza virus attivo nel fluido che incontra il flusso sanguigno. Questo avviene attraverso una membrana di muco ( “pelle umida” come in bocca, retto, pene e vagina), una significativa apertura nella pelle, o iniezione. La trasmissione del virus avviene più spesso durante il sesso anale o vaginale, ma si verifica anche attraverso la condivisione di aghi.

I fattori che influenzano la sopravvivenza del virus HIV al di fuori del corpo includono:

  • Temperatura. HIV rimane viva e attiva, conservato al freddo, ma viene ucciso dal calore.
  • Luce del sole. La luce ultravioletta in danni sole il virus HIV in modo non è più in grado di riprodursi.
  • Quantità di virus nel fluido. In generale, maggiore è il livello di virus HIV nel fluido, più tempo ci vorrà per tutto questo per diventare inattivo.
  • Livello di acidità. HIV sopravvive meglio ad un pH intorno a 7 e si disattiva quando l’ambiente è anche solo un po ‘più o meno acido.

Quando uno qualsiasi di questi fattori non sono perfetti per l’HIV nel suo ambiente, tempo di sopravvivenza del virus va giù.

HIV non può sopravvivere a lungo nell’aria. Non appena il fluido lascia il corpo e è esposto all’aria, comincia rapidamente ad asciugarsi. Ciò danneggia il virus, rendendolo inattivo. Una volta che è inattiva, l’HIV è “morto” e non è più contagiosa.

Gli studi dimostrano che, anche a livelli molto più alti di quanto di solito si trova nei fluidi corporei e il sangue delle persone con HIV, 90-99 per cento del virus èinattiva entro poche ore dalla esposto all’aria.

Quando un fluido corporeo contenente HIV lascia il corpo e atterra su una superficie, come un sedile contatore o WC, il virus rimane attivo nel fluido per diversi giorni , anche se si asciuga fluido. Il virus muore a poco a poco nel corso di diversi giorni. Tuttavia, è importante notare che la quantità di virus in grado di trasmettere un’infezione in un piccolo volume come è trascurabile, e non è mai stato riportato un caso di trasmissione da una superficie (come un water).

Non c’è niente di speciale liquido seminale (o fluidi vaginali, fluidi rettali o il latte materno) che protegge l’HIV in modo che possa sopravvivere più a lungo fuori del corpo. Non appena uno dei fluidi che contengono HIV lasciare il corpo e sono esposti ad aria, il liquido si asciuga e inattivazione del virus inizia.

HIV nel sangue da qualcosa come un taglio o sangue dal naso può essere attiva per diversi giorni, anche in sangue secco. La quantità di virus è piccola, però, e in grado di trasmettere facilmente l’infezione.

Prolungamento del tempo di sopravvivenza del virus HIV in fuori fluido del corpo può verificarsi quando una piccola quantità viene lasciato in una siringa utilizzata per iniettare farmaci. Dopo l’iniezione in una persona con alti livelli di HIV, abbastanza soggiorni di sangue nella siringa di trasmettere il virus. Dal momento che è all’interno di una siringa, il sangue non è come esposto all’aria come è su altre superfici.

Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), Quando la temperatura e le altre condizioni sono solo a destra, l’HIV può vivere finchè 42 giorni in una siringa, anche se questo in genere comporta refrigerazione. HIV vive il più lungo in una siringa a temperatura ambiente, ma può ancora vivere fino asette giorni a temperature più elevate.

Uno studio ha dimostrato che dopo 1 o 2 ore in acqua di rubinetto, solo il 10 per cento del virus HIV era ancora attivo. Dopo 8 ore, solo il 0,1 per cento è stato attivo. Questo dimostra che l’HIV non sopravvive a lungo in presenza di acqua.

Tranne che in condizioni molto specifiche, l’HIV rimane attiva e in grado di causare un’infezione solo per un tempo molto breve, una volta che lascia il corpo. Perché c’è così tanta disinformazione circa il rischio di contrarre l’HIV attraverso il contatto casuale con fluidi infetti su superfici o l’aria, ilCDC afferma specificamente che HIV non può essere trasmesso da aria o acqua o da seduto su un wc.

Infatti, fatta eccezione per la condivisione di aghi e siringhe, non c’è mai stato un caso documentato di una persona sempre l’HIV dal contatto casuale con liquido infetto su una superficie nell’ambiente.