Pubblicato in 8 April 2016

Ipotiroidismo primario: cause, sintomi e diagnosi

Tiroide controlla il metabolismo del corpo. Per stimolare la tiroide, la ghiandola pituitaria rilascia un ormone conosciuto come ormone stimolante la tiroide (TSH). La tiroide rilascia poi due ormoni, T3 e T4. Questi ormoni controllano il metabolismo.

In ipotiroidismo, la tiroide non produce abbastanza di questi ormoni. Questo è anche noto come un ipotiroidismo.

Ci sono tre tipi di ipotiroidismo: primaria, secondaria, e terziaria.

In ipotiroidismo primario, la tiroide viene stimolato in modo corretto. Tuttavia, non è in grado di produrre abbastanza ormoni tiroidei per il vostro corpo a funzionare correttamente. Ciò significa che la tua tiroide stessa è la fonte del problema.

In ipotiroidismo secondario, la ghiandola pituitaria non è stimolante la tiroide a produrre abbastanza ormoni. In altre parole, il problema non è con la tua tiroide. Lo stesso vale con ipotiroidismo terziario.

La causa più comune di ipotiroidismo primario è la malattia di Hashimoto. Questa è una malattia autoimmune che causa il sistema immunitario ad attaccare erroneamente la tua tiroide.

Si potrebbe anche sviluppare ipotiroidismo primario per una serie di altri motivi.

Se aveste ipertiroidismo (o iperattività della tiroide), il trattamento potrebbe hai lasciato con ipotiroidismo. Un trattamento comune per l’ipertiroidismo è iodio radioattivo. Questo trattamento distrugge la tiroide. Un trattamento meno comune per l’ipertiroidismo comporta la rimozione chirurgica di parte o di tutta la tiroide. Entrambi possono provocare ipotiroidismo.

Se tu avessi il cancro della tiroide, il medico avrebbe rimosso chirurgicamente la tiroide, o parte di esso, per curare il cancro.

Altre possibili cause di ipotiroidismo includono:

  • insufficienti iodio nella dieta
  • una malattia congenita
  • alcuni farmaci
  • tiroidite virale

In alcuni casi, una donna potrebbe sviluppare ipotiroidismo dopo il parto. Secondo il National Institutes of Health , la malattia è più comune nelle donne e le persone più di 60 anni.

I sintomi di ipotiroidismo variano notevolmente da persona a persona. I sintomi di solito si sviluppano lentamente, e dipendono dalla gravità della malattia.

In un primo momento, è possibile notare sintomi generali, tra cui:

  • fatica
  • letargo
  • sensibilità al freddo
  • depressione
  • debolezza muscolare

Poiché gli ormoni tiroidei controllano il metabolismo di tutte le cellule, si potrebbe anche aumentare di peso.

Altri possibili sintomi includono:

  • dolore alle articolazioni o ai muscoli
  • stipsi
  • capelli fragili o le unghie
  • raucedine voce
  • gonfiore in faccia

Col progredire della malattia, questi sintomi diventano gradualmente più gravi.

Se il vostro ipotiroidismo è estremamente grave, si potrebbe cadere in un coma, noto come coma mixedema. Questa è una condizione pericolosa per la vita.

Se si mostrano sintomi fisici di ipotiroidismo, il medico potrebbe decidere di fare i test per verificare se si dispone di questa condizione.

Il medico in genere utilizzare un test del sangue per controllare il T4 e livelli di TSH. Se la tiroide non funziona correttamente, la vostra ghiandola pituitaria produrrà più TSH nel tentativo di ottenere la tiroide a produrre più T3 e T4. Un livello di TSH elevato può indicare al medico che ha un problema alla tiroide.

Il trattamento per ipotiroidismo comporta l’assunzione di farmaci per sostituire gli ormoni tiroidei mancanti. Il medico di solito si inizia con una dose bassa e aumentare gradualmente. L’obiettivo è per i livelli di ormoni tiroidei per tornare nel range di normalità.

Continuerai a prendere il farmaco della tiroide per tutta la vita. Il farmaco sostituisce gli ormoni tiroidei che la tiroide non è in grado di produrre. Essa non corregge la sua malattia della tiroide. Questo significa che se si smette di prenderlo, i sintomi torneranno.

Alcuni farmaci e gli alimenti possono interferire con i farmaci. Assicurati di informare il medico su tutti i farmaci che si stanno assumendo, tra cui over-the-counter farmaci. Alcune vitamine e integratori, in particolare quelli per il ferro e calcio, possono interferire con il trattamento. Si dovrebbe parlare con il medico su eventuali integratori che stai prendendo. Potrebbe anche essere necessario per ridurre il mangiare qualsiasi cosa a base di soia e di alcuni cibi ricchi di fibre.