Pubblicato in 23 October 2015

My Type 1 Life: Jennifer Story

“In un primo momento è incredibile, quindi ci si sente impossibile, poi solo difficile, ma poi diventa sopportabile. Alla fine è solo uno stile di vita, ancora difficile, ma possibile. Nessuno ha mai detto che sarebbe stato facile, ma sarà a posto.”

Non so esattamente dove questa citazione è venuto da o chi l’ha scritto e se stavano parlando di diabete o qualche altra malattia o di qualsiasi lotta per la vita per quella materia. Mi sono imbattuto in qualche tempo fa durante la ricerca di tipo 1. informazioni sul diabete. E ‘risuonato con me e ha plasmato il mio pensiero in questo viaggio.

medici ufficio DiabeteCondividi su Pinterest

Mi ricordo il giorno diagnosi dicendo a tutti che avrebbe ascoltato che mio figlio ha bevuto un succo di frutta sulla strada per l’ufficio del medico. li volevo sapere che forse è per questo che i suoi livelli di zucchero nel sangue erano così in alto; sembrava impossibile che quello che mi dicevano era vero.

Il suo pediatra, i medici di pronto soccorso, le infermiere tutto continuava a dirmi la stessa cosa: “Tuo figlio ha il diabete di tipo 1” Un medico, in particolare, mi ha detto che anche se il suo pancreas stava lavorando, poteva bere diversi scatole di succo e un milkshake con un cheeseburger e il suo zucchero nel sangue non sarebbe 589. Sembrava incredibile e così ingiusto per mio figlio, che era solo nella scuola materna.

Poi viene la parte impossibile: Trascorrere due giorni in ospedale e imparare tutto ciò che riguarda il tipo 1. Come controllare lo zucchero nel sangue, contare i carboidrati, e somministrazione di insulina al mio allora 5 anni. E ‘stato un vortice di informazioni che stavamo cercando di assorbire. Mio figlio sembrava assorbire il tutto come una spugna. E siamo sentiti come vadano a finire per il più grande esame della nostra vita che abbiamo avuto alcuna possibilità di passaggio.

Ci siamo sentiti impreparati, per lo meno, di lasciare l’ospedale con questa nuova serie di regole. Ricordo di aver pensato: “Come possono ci mandano a casa? Io non sono un infermiere o un dietista. Non sto certamente qualificato per essere in grado di gestire tutto questo “. Ma poi, basta fare.

Il diabete infantile Jackson sulla barcaCondividi su Pinterest

La nostra vita ormai è decisamente diverso rispetto a prima. Il nostro figlio Jackson è ormai 8 anni e nelTerzo grado. Egli ci mostra ogni giorno la sua capacità di recupero e courageousness. La giornata tipo per Jackson si compone di prova il suo zucchero nel sangue da cinque a sette volte, con un minimo di quattro colpi di insulina, il monitoraggio i suoi numeri di zucchero nel sangue sul suo monitor continuo del glucosio di tenerli in un range di sicurezza, così come il conteggio dei carboidrati. E ‘veramente una malattia 247 che richiede un monitoraggio costante. A volte è come avere un neonato quando si guarda la quantità di volte siamo fino alla sperimentazione di notte e cercare di curare un basso.

C’è stato insegnato fin da subito che il tempo che abbiamo fatto scelte alimentari sane e ci ha permesso dolci occasionali (come prima il diabete), mio ​​figlio sarebbe in grado di mangiare qualsiasi cosa suo fratello ha mangiato tutto il tempo che aveva insulina per coprire i carboidrati. Questo è tutto bene in teoria, ma la realtà è che da quando Jackson è su più iniezioni giornaliere che non può solo mangiare ogni volta che vuole. In questo modo significherebbe un’iniezione supplementare.

Cose semplici come andare fuori per il gelato devono essere pianificati in combinazione con un pasto o lui deve avere un quinto di insulina iniezione - che a volte lui è disposto a farlo se questo significa una pallina di biscotti e crema!

Condividi su Pinterest

Il consiglio più importante che potrei dare ad altri di tipo 1 i genitori è che questa malattia non è certamente one-size-fits-all ed è spesso imprevedibile. Si può fare la stessa cosa che hai fatto ieri ei numeri risultare diversa. A volte semplicemente non ha alcun senso.

Mio marito e io cerco di lavorare insieme e anche provare a controllare gli uni sugli altri in modo da poter ridurre al minimo i nostri errori. Abbiamo ancora fatto un sacco, come miscounted i carboidrati in pasti, iniettato troppa insulina, o dimenticati per iniettare a tutti. Ci muoviamo in avanti e continuiamo a fare del nostro meglio per mantenere in buona salute di Jackson.

Come dice la citazione, il diabete è ancora difficile, ma non si sente più impossibile.


Jennifer Roche è un ex insegnante di liceo che ora gode di essere una mamma soggiorno-at-home a due ragazzi, il più giovane dei quali ha il diabete di tipo 1. Quando non li sta Chauffeuring all’allenamento di calcio, durante la preparazione dei pasti, dare una mano alla loro scuola, o la lotta contro la guerra di lavanderia senza fine, la famiglia ama trascorrere del tempo insieme canottaggio, wakeboard, paddle boarding, e la pesca. Attualmente vivono a Lindenhurst, Illinois.