Pubblicato in 17 June 2019

Miglior cambiamenti di dieta Se stai con nuova diagnosi di diabete di tipo 2

Mangiare una dieta equilibrata è una parte importante della gestione del diabete di tipo 2.

Nel breve termine, i pasti e spuntini che mangiate influenzano i livelli di zucchero nel sangue. A lungo termine, le tue abitudini alimentari possono influenzare il rischio di sviluppare complicanze da diabete di tipo 2.

Continuate a leggere per conoscere alcuni dei cambiamenti sani si può fare per la vostra dieta.

Se siete in sovrappeso, perdendo 5 al 10 per cento del peso corporeo può contribuire a ridurre i livelli di zucchero nel sangue, secondo i ricercatori sulla rivista Diabetes Care.

Perdere peso potrebbe anche ridurre il rischio di sviluppare malattie cardiache, una complicanza comune del diabete di tipo 2.

Per aiutarvi a raggiungere e mantenere il peso di destinazione, il medico probabilmente incoraggerà a praticare il controllo delle porzioni.

A seconda del vostro peso attuale, le abitudini alimentari, e la storia medica, essi possono consigliare di provare a ridurre il numero di calorie nei pasti o spuntini.

Praticare porzione di controllo può anche aiutare a mantenere i livelli di zucchero nel sangue entro il target range.

Mangiare una grande varietà di alimenti nutrienti può aiutare a soddisfare le esigenze nutrizionali del vostro corpo. In generale, il cibo “nutrienti”, un alimento che contiene un elevato numero di sostanze nutritive - come vitamine e minerali - per le sue dimensioni o il valore calorico.

alimenti nutrienti includono:

  • frutta e verdura
  • legumi, come fagioli e lenticchie
  • cereali integrali, come il frumento integrale e riso integrale
  • noci e semi, come mandorle e semi di girasole
  • magre fonti di proteine, come il pollo e tagli magri di carne di maiale
  • pesce e uova
  • prodotti lattiero-caseari, come lo yogurt zuccherato

Tuttavia, a seconda delle esigenze di salute, il medico o il dietista potrebbe consigliare di limitare alcuni di questi alimenti.

Ad esempio, alcune persone con diabete di tipo 2 possono beneficiare di seguire una dieta a basso contenuto di carboidrati che limita la frutta, verdure ricche di amido, legumi secchi e cereali.

Se questo è il caso per voi, attenersi a cibi ricchi di nutrienti che sono anche a basso contenuto di carboidrati, come le proteine ​​magre, noci e semi. Alcuni ortaggi - come verdure a foglia verde o broccoli - sono chockful di sostanze nutritive, ma a basso contenuto di carboidrati.

A prescindere dalla specifica modello di mangiare che si segue, è meglio mangiare alimenti che contengono un sacco di sostanze nutritive ad ogni pasto.

carboidrati raffinati tendono ad essere a basso contenuto di sostanze nutritive, ma ricchi di calorie. Mangiare troppi di loro può aumentare i livelli di zucchero nel sangue e contribuire all’aumento di peso.

Gli alimenti che sono ricchi di carboidrati raffinati sono:

  • alimenti e bevande zuccherate, come caramelle, biscotti, e soda
  • cereali raffinati, tra cui il riso bianco, pane bianco e pasta in bianco
  • succhi di frutta

Per aiutare a gestire i livelli di zucchero nel sangue e il peso, è meglio salvare questi alimenti per il trattamento occasionale. Invece, per raggiungere prodotti integrali o altri alimenti che sono ricchi di sostanze nutritive e fibre.

Secondo l’ American Diabetes Association , i tipi di grasso che si mangia sono più importanti rispetto alla quantità totale di grasso che si mangia.

Per ridurre il rischio di malattie cardiache, l’organizzazione raccomanda di mangiare cibi che sono ricchi di grassi monoinsaturi e polinsaturi.

Le fonti comuni di questi grassi sani includono:

  • avocado
  • frutta a guscio, come mandorle, anacardi, noci e arachidi
  • semi, come semi di zucca, semi di girasole, semi di sesamo e
  • pesci grassi, come il tonno, salmone, sardine e sgombri
  • prodotti di soia, come il tofu
  • olio d’oliva
  • olio di canola
  • olio di semi di cotone
  • olio di mais
  • Olio di semi di lino
  • Olio di arachidi
  • olio di cartamo
  • olio di semi di soia
  • olio di semi di girasole

D’altra parte, l’organizzazione raccomanda di limitare l’assunzione di grassi saturi e di evitare grassi trans.

Le fonti di grassi saturi per evitare includono:

  • carni alto contenuto di grassi, come ad esempio regolare carne macinata, salsicce, pancetta, Bologna, e hot dog
  • prodotti ad alto contenuto di grassi, come la panna, latte intero e formaggio grasso
  • pelle di pollame, come la pelle di pollo o di tacchino pelle
  • burro
  • lardo
  • olio di cocco
  • petrolio e di palmisti olio di palma

Le fonti di grassi trans sono:

  • snack trasformati, come patatine
  • bastone di margarina
  • Grasso solido vegetale o animale per cucinare

Al di là di questi principi di base, non c’è one-size-fits-all mangiare modello per quando si vive con diabete di tipo 2.

Alcune persone trovano utile per seguire il Mediterraneo o DASH modello di mangiare. Questi modelli alimentari sono ricca di cereali integrali, legumi e altri carboidrati complessi.

Altre persone hanno riportato successi con i piani di mangiare basso contenuto di carboidrati. Questo stile di mangiare si concentra su alimenti che sono ricchi di proteine e povera di carboidrati.

L’approccio migliore è probabilmente uno che è personalizzato alle vostre esigenze e preferenze.

Per aiutare a sviluppare un piano alimentare che funziona per voi, in considerazione di chiedere al vostro medico per un rinvio ad un dietista registrato.

Un dietista può aiutare a progettare un piano personalizzato che soddisfi le vostre esigenze di salute, tenendo le preferenze alimentari, le abitudini di cucina e di bilancio in considerazione.

Per gestire i livelli di zucchero nel sangue, il peso corporeo, e il rischio di complicazioni da diabete di tipo 2, una dieta equilibrata è importante.

Praticare porzione di controllo può aiutare a raggiungere e mantenere il peso forma, pur mantenendo il livello di zucchero nel sangue in range di riferimento.

Prova a scegliere gli alimenti che sono ricchi di sostanze nutritive essenziali e limitare l’assunzione di calorie in eccesso, carboidrati raffinati e grassi saturi o trans.

Per una consulenza più personalizzata, considerare la possibilità di un appuntamento con un dietista.