Pubblicato in 28 February 2018

Come chiedere aiuto dopo un tumore al seno Diagnosi

Se stai vivendo con il cancro al seno, si sa che tenere il passo con il trattamento è un lavoro a tempo pieno. In passato, potrebbe essere stato in grado di guardare dopo la vostra famiglia, lavorare per lunghe ore, e mantenere una vita sociale attiva. Ma con carcinoma mammario avanzato, si dovrà apportare alcune modifiche. Se si tenta di fare tutto da soli, può aumentare lo stress e interferire con il recupero. L’opzione migliore? Chiedere aiuto!

Chiedere aiuto può farvi sentire meno capaci e più dipendenti, ma è vero il contrario. Se siete in grado di chiedere aiuto, vuol dire che sei consapevole e consapevoli dei vostri limiti. Una volta che si riconosce hai bisogno di aiuto, ecco alcuni suggerimenti su come ottenerlo.

Lasciate andare il senso di colpa

Chiedere aiuto non è un fallimento di carattere o di un’indicazione che non stai facendo tutto il possibile. In questo caso, vuol dire che si accetta la realtà della vostra situazione. Molti dei vostri amici e persone care, probabilmente vogliono aiutare, ma non sanno come. Essi possono avere paura di sconvolgere voi da sembrare invadente. Ha chiesto assistenza può dare loro un senso di scopo e vi darà una mano.

Stabilire le priorità

Decidere quale le cose sono le esigenze e che le cose rientrano nella categoria “sarebbe bello”. Chiedere aiuto con l’ex e mettere quest’ultimo in ghiaccio.

Tenere traccia del vostro gruppo di sostegno

Fate una lista di tutti coloro che hanno offerto di aiutare, insieme a tutti quale hai chiesto assistenza. Questo assicura che tu non sia troppo affidamento su poche persone, mentre non riuscendo a comprendere gli altri.

Abbinare la persona con il compito

Quando possibile, chiedere alle persone di aiutare con le attività che meglio si adattano la loro capacità, interessi, e il calendario. È probabile che non ci si aspetta un amico perdere il lavoro più volte a guidare i vostri figli a scuola. Il tuo 20 anni, fratello può essere un disastro per preparare la cena, ma lui può essere perfetta per passeggiare i cani e raccogliendo le vostre ricette.

Essere specifiche su ciò che è necessario

Anche l’amico più buone intenzioni possono fare offerte vaghe di assistenza e non riescono a seguire. Non date per scontato l’offerta era insincere. La maggior parte delle volte, non sanno che cosa avete bisogno o come fornirle. Essi potrebbero essere in attesa di una richiesta specifica da voi.

Se qualcuno chiede che cosa possono fare per aiutare, dire loro! Essere il più specifici possibile. Ad esempio, “Potete per favore prendere Lauren dalla lezione di danza il martedì e il giovedì alle 04:30?” Potrebbe anche essere necessario sostegno emotivo o fisico nei giorni di trattamento. Chiedete loro se sarebbero disposti a passare la notte con te nei giorni di trattamento.

fornire istruzioni

Se il tuo migliore amico si offre di prendersi cura dei bambini due sere a settimana, non date per scontato che sanno come funzionano le cose a casa tua. Fate loro sapere che i bambini di solito mangiano la cena alle 7 di sera e sono a letto da 21:00 fornendo istruzioni chiare e dettagliate possono facilitare alcune delle loro preoccupazioni e prevenire problemi di comunicazione o confusione.

Non sudare le piccole cose

Forse non è così che si dovrebbe piegare il bucato o cucinare la cena, ma è comunque sempre fatto. La cosa più importante è che si ottiene l’aiuto necessario e che il vostro gruppo di sostegno sa quanto lo apprezzate.

Organizza i tuoi richieste di aiuto in linea

La creazione di un, sito online privato a organizzare amici, familiari, colleghi e può alleviare alcuni dei imbarazzo di chiedere direttamente aiuto. Alcuni siti web di supporto cancro come CaringBridge.org rendono facile per coordinare le attività e la gestione dei volontari. È possibile utilizzare il sito per inviare le richieste per i pasti per la famiglia, gite per appuntamenti medici o visite da un amico.

Lotsa Helping Hands ha un calendario di assegnare catering e coordinare le giostre per gli appuntamenti. Il sito sarà anche inviare promemoria e aiutare a coordinare automaticamente logistica quindi nulla cade attraverso le fessure.

È anche possibile impostare la propria pagina di aiuto su piattaforme di social media, come Facebook.