Pubblicato in 9 January 2018

Farmaci immunosoppressori: una panoramica completa

farmaci immunosoppressori sono una classe di farmaci che sopprimono o riducono, la forza del sistema immunitario del corpo.

Alcuni di questi farmaci sono utilizzati per rendere il corpo meno probabilità di respingere un organo trapiantato, come un fegato, cuore o rene trapiantato. Questi farmaci sono chiamati farmaci antirigetto.

Altri farmaci immunosoppressori sono spesso utilizzati per il trattamento di malattie autoimmuni come il lupus, la psoriasi e l’artrite reumatoide.

Se il medico ha prescritto un farmaco immunosoppressore per voi, ecco cosa sapere su ciò che questi farmaci fanno, come funzionano, e come potrebbero farvi sentire. Le seguenti informazioni vi dirà cosa aspettarsi quando l’assunzione di un farmaco immunosoppressore e che cosa potrebbe fare per voi.

condizioni autoimmuni

farmaci immunosoppressori sono usati per trattare malattie autoimmuni.

Con una malattia autoimmune, il sistema immunitario attacca il tessuto del corpo. Perché farmaci immunosoppressori indeboliscono il sistema immunitario, essi sopprimere questa reazione. Questo aiuta a ridurre l’impatto della malattia autoimmune sul corpo.

malattie autoimmuni trattati con farmaci immunosoppressori comprendono:

Trapianto d’organo

Quasi tutti coloro che riceve un trapianto d’organo deve prendere farmaci immunosoppressori. Questo perché il sistema immunitario vede un organo trapiantato come un oggetto estraneo. Di conseguenza, il sistema immunitario aggredisce l’organo come sarebbe attaccare qualsiasi cellulare straniero. Ciò può causare danni gravi e portare a bisogno l’organo rimosso.

farmaci immunosoppressori indebolire il sistema immunitario per ridurre la reazione del vostro corpo per l’organo straniero. I farmaci consentono l’organo trapiantato per rimanere sani e esenti da danni.

Ci sono diversi tipi di farmaci immunosoppressori. La droga o droghe ti verrà prescritto variano a seconda che si dispone di un trapianto d’organo, una malattia autoimmune, o di un’altra condizione.

Molte persone che ricevono farmaci immunosoppressori sono prescritti farmaci da più di una di queste categorie.

I corticosteroidi

  • prednisone (Deltasone, Orasone)
  • budesonide (Entocort CE)
  • prednisolone (Millipred)

inibitori della chinasi Janus

  • tofacitinib (Xeljanz)

Gli inibitori della calcineurina

  • ciclosporina (Neoral, Sandimmune, SangCya)
  • tacrolimus (Astagraf XL, XR Envarsus, Prograf)

inibitori di mTOR

  • sirolimus (Rapamune)
  • everolimus (Afinitor, Zortress)

inibitori IMDH

Biologics

  • abatacept (Orencia)
  • adalimumab (Humira)
  • Anakinra (Kineret)
  • Certolizumab (Cimzia)
  • etanercept (Enbrel)
  • golimumab (Simponi)
  • Infliximab (Remicade)
  • ixekizumab (Taltz)
  • Natalizumab (Tysabri)
  • Rituximab (Rituxan)
  • secukinumab (Cosentyx)
  • tocilizumab (Actemra)
  • ustekinumab (Stelara)
  • Vedolizumab ( Entyvio )

Gli anticorpi monoclonali

  • basiliximab (Simulect)
  • Daclizumab (Zinbryta)

Tutti i farmaci immunosoppressori sono disponibili solo da una prescrizione del proprio medico.

immunosoppressori vengono come compresse, capsule, liquidi, e iniezioni. Il medico deciderà le migliori forme di droga e regime di trattamento per voi.

Essi possono prescrivere una combinazione di farmaci. L’obiettivo della terapia immunosoppressiva è quello di trovare il piano di trattamento che sopprimere il sistema immunitario, pur avendo il minor numero, meno effetti collaterali dannosi.

Se si prendono farmaci immunosoppressori, si deve prendere esattamente come prescritto. se si dispone di una malattia autoimmune, un cambiamento di regime può causare un flare-up della sua condizione. Se sei un destinatario organo, anche il minimo cambiamento dal regime terapeutico può innescare un rigetto d’organo. Non importa il motivo per cui si sta in trattamento, se si salta una dose, assicurarsi di chiamare subito il medico.

Durante il trattamento con farmaci immunosoppressori, avrete regolari esami del sangue. Questi test aiutano il medico monitorare l’efficacia sono e se sono necessari i farmaci modifiche di dosaggio. I test aiuterà anche il vostro medico sapere se i farmaci causano effetti collaterali per voi.

Se si dispone di una malattia autoimmune, il medico può modificare il dosaggio in base a come la sua condizione risponde al farmaco.

Se hai ricevuto un trapianto di organi, il medico può eventualmente ridurre il dosaggio. Questo perché il rischio di rigetto dell’organo diminuisce nel corso del tempo, quindi la necessità di questi farmaci può diminuire.

Tuttavia, la maggior parte delle persone che hanno avuto un trapianto avranno bisogno di prendere farmaci almeno un immunosoppressore per tutta la vita.

Gli effetti collaterali variano notevolmente per i molti farmaci immunosoppressori differenti disponibili. Per scoprire gli effetti collaterali si può essere a rischio di, si rivolga al medico o al farmacista circa gli effetti del vostro particolare farmaco.

Tuttavia, tutti i farmaci immunosoppressori portano il grave rischio di infezione. Quando un farmaco immunosoppressore indebolisce il sistema immunitario, il corpo diventa meno resistente alle infezioni. Ciò significa che ti fanno più probabilità di contrarre infezioni. Significa anche che eventuali infezioni diventano sarà più difficile da trattare.

Se si dispone di uno qualsiasi di questi sintomi di infezione, chiamare immediatamente il medico:

  • febbre o brividi
  • dolore nella parte della parte bassa della schiena
  • difficoltà a urinare
  • dolore durante la minzione
  • minzione frequente
  • stanchezza o debolezza insolite

Prima di iniziare a prendere un farmaco immunosoppressore, assicuratevi di informare il medico su tutti i farmaci assunti. Questo include prescrizione e over-the-counter farmaci, così come le vitamine e integratori. Il medico può dire circa le possibili interazioni farmacologiche che il farmaco immunosoppressore potrebbe causare. Come effetti collaterali, il rischio di interazioni farmacologiche dipende dal farmaco specifico che si prende.

farmaci immunosoppressori possono causare problemi per le persone con determinate condizioni di salute. Informi il medico se avete una qualsiasi di queste condizioni prima di iniziare a prendere immunosoppressori:

Gravidanza e allattamento

Alcuni di questi farmaci possono causare difetti alla nascita, mentre altri comportano rischi più miti durante la gravidanza e l’allattamento. In ogni caso, se si sta pianificando una gravidanza, si rivolga al medico prima di assumere un farmaco immunosoppressore. Il medico può dire circa i rischi del farmaco specifico che si potrebbe prendere.

Se rimani incinta durante l’assunzione di un immunosoppressore, il medico subito.

farmaci immunosoppressori possono aiutare le persone con malattie autoimmuni o trapianti di organi controllano la risposta immunitaria del loro corpo. Mentre utile, questi farmaci sono anche potenti. Si deve sapere tutto il possibile su di loro se il medico li prescrive per voi.

Se avete domande, assicuratevi di chiedere al medico o al farmacista. Le tue domande potrebbero includere:

  • Sono ad alto rischio di effetti collaterali da farmaci immunosoppressori?
  • Cosa devo fare se penso che sto avendo un effetto collaterale?
  • Sto prendendo tutti i farmaci che potrebbero interagire con i miei farmaci immunosoppressori?
  • Quali sintomi del rigetto d’organo avvertenze e precauzioni per?
  • Cosa devo fare se ho un raffreddore durante l’assunzione di questo farmaco?
  • Quanto tempo devo prendere questo farmaco?
  • Ho bisogno di prendere qualsiasi altro tipo di farmaco per curare la mia malattia autoimmune?

D:

Come posso ridurre il mio rischio di infezione?

UN:

Se stai usando farmaci immunosoppressori, si dovrebbe prendere cura di evitare la cattura di un’infezione. Per contribuire a ridurre il rischio, ricordarsi di lavarsi spesso le mani, ottenere un sacco di riposo e bere molti liquidi. Si dovrebbe anche evitare il contatto ravvicinato con persone che hanno infezioni o raffreddori.

Healthline Medical team risposte rappresentano le opinioni dei nostri esperti medici. Tutto il contenuto è strettamente informativo e non deve essere considerato consigli medici.