Pubblicato in 29 July 2018

Antibiotici per Influenza: funzionano per alleviare i sintomi?

Influenza ( “influenza”) è una malattia respiratoria contagiosa che diventa più comune durante i mesi autunnali e invernali dell’anno.

La malattia può essere un onere significativo durante questo tempo, causando non solo perdere giorni di lavoro e scuola, ma anche ricoveri.

Per esempio, nella stagione 2016-2017 l’influenza, la Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattieha stimato che ci sono stati più di 30 milioni di casi di influenza negli Stati Uniti. Ciò ha portato a più di 14 milioni di visite dei medici e 600.000 ricoveri.

Che cosa si può fare per combattere l’influenza, una volta che lo avete? Può il medico prescrivere antibiotici per il trattamento di esso?

Gli antibiotici non sono un modo efficace per curare l’influenza. Continuate a leggere per imparare perché.

Gli antibiotici sono farmaci che sono usati per trattare le infezioni batteriche.

Alla fine del 1800, i ricercatori hanno cominciato a osservare che alcune sostanze chimiche sono efficaci nel trattamento delle infezioni. Poi, nel 1928, Alexander Fleming ha scoperto che un fungo chiamato Penicillium notatum aveva contaminato una delle sue culture placcate di batteri. Il fungo lasciata una zona libera da batteri nella zona in cui è cresciuto.

Questa scoperta avrebbe portato allo sviluppo di penicillina, il primo antibiotico naturale da produrre.

Oggi, ci sono molti tipi di antibiotici. Hanno modi diversi di combattere batteri, tra cui:

  • arresto cellule batteriche di crescere adeguatamente la loro parete cellulare
  • inibendo la produzione di proteine ​​all’interno della cellula batterica
  • ostacolando la sintesi degli acidi nucleici batterici, quali DNA e RNA

Gli antibiotici trattare le infezioni batteriche, ma non sono efficaci contro i virus.

L’influenza è una malattia virale che è causata dal virus dell’influenza.

E ‘diffuso principalmente attraverso le goccioline respiratorie che vengono rilasciate nell’aria quando una persona infetta tossisce o starnutisce. Se si inala queste goccioline, si può essere infettati.

Il virus può essere trasmessa anche se si entra in contatto con oggetti o superfici contaminate, come le maniglie delle porte e maniglie rubinetto. Se si tocca una superficie contaminata e poi tocca il viso, la bocca, o il naso, si può essere infettati.

La malattia causata da un virus influenzale può variare da lieve a grave e comprende sintomi quali:

Poiché l’influenza è una malattia virale, gli antibiotici non aiutano a trattarlo.

In passato, è possibile che siano stati prescritti antibiotici quando si aveva l’influenza. Tuttavia, questo era probabilmente perché il medico sospetta che si sarebbe sviluppato un’infezione batterica secondaria.

La resistenza agli antibiotici è quando i batteri adattarsi e diventano resistenti agli antibiotici. In alcuni casi, i batteri possono anche diventare resistenti a molti antibiotici. Questo rende le infezioni estremamente difficile da trattare.

La resistenza può verificarsi quando i batteri vengono ripetutamente esposti allo stesso antibiotico. I batteri iniziano ad adattarsi e diventare più forte per resistere agli effetti della antibiotico e sopravvivere. Quando ceppi batterici resistenti agli antibiotici sviluppano, possono cominciare a diffondersi e causare infezioni difficili da trattare.

Questo è il motivo per cui l’assunzione di antibiotici non necessari per un’infezione virale può fare più male che bene. I medici cercano di prescrivere antibiotici solo se si dispone di un’infezione batterica che richiede un trattamento con questi farmaci.

Una delle possibili complicanze da influenza sta sviluppando un’infezione batterica secondaria, tra cui:

Mentre un orecchio o sinusale infezione batterica può essere una complicazione mite, la polmonite è più grave e può richiedere il ricovero in ospedale.

Se si sviluppa un’infezione batterica secondaria come complicanza di influenza, il medico prescriverà antibiotici per il trattamento di esso.

Anche se gli antibiotici non sono efficaci contro l’influenza, ci sono farmaci antivirali che il medico può prescrivere entro un determinato periodo di tempo.

Se questi farmaci vengono avviati entro due giorni dalla comparsa dei sintomi influenzali, che possono contribuire a rendere i sintomi meno gravi o accorciare la durata della malattia.

I farmaci antivirali che sono disponibili per il trattamento di influenza includono:

  • oseltamivir (Tamiflu)
  • zanamivir (Relenza)
  • peramivir (Rapivab)

C’è anche un nuovo farmaco chiamato baloxavir marboxil ( Xofluza ). Questo farmaco antivirale è stato creato da una società farmaceutica giapponese, approvato dalUS Food and Drug Administration (FDA) nel mese di ottobre 2018, ed è ora disponibile per il trattamento di persone di 12 anni o più vecchi che hanno avuto sintomi influenzali per non più di 48 ore.

Alcuni farmaci antivirali, tra cui oseltamivir, zanamivir, e peramivir, il lavoro impedendo al virus di essere correttamente rilasciato da una cellula infetta. Questa inibizione impedisce di recente formazione di particelle virali di andare lungo il tratto respiratorio di infettare le cellule sane.

Il farmaco di recente approvazione sopra, Xofluza, agisce riducendo la capacità virus di replicarsi. Ma sono di solito non sono necessarie per superare l’influenza, e non uccidono il virus dell’influenza.

Non è un farmaco antivirale, come quelli sopra citati, ma il vaccino contro l’influenza stagionale è disponibile ogni anno ed è il modo migliore per evitare di ammalarsi con l’influenza.

Al di fuori di assunzione di farmaci antivirali, il modo migliore per recuperare l’influenza è quello di lasciare l’infezione faccia il suo corso nel modo migliore possibile. Le seguenti cose possono aiutare nella guarigione:

riposo

Essere sicuri di ottenere l’abbondanza di sonno. Questo aiuterà il vostro corpo a combattere l’infezione.

Idrato

Bere molti liquidi, come acqua, brodo caldo, e succhi di frutta. Questo aiuta a evitare di diventare disidratati.

Prendere over-the-counter antidolorifici

I farmaci, come l’ibuprofene (Motrin, Advil) o acetaminofene (Tylenol), può aiutare con la febbre, dolori muscolari e dolori che spesso si verificano quando si ha l’influenza.

Ogni inverno, l’infezione con il virus dell’influenza provoca milioni di casi di influenza. Poiché l’influenza è una malattia virale, gli antibiotici non sono un mezzo efficace per il trattamento di esso.

Quando è avviata entro il primo paio di giorni di malattia, i farmaci antivirali possono essere efficaci. Essi possono ridurre i sintomi e diminuire il tempo della malattia. Il vaccino contro l’influenza stagionale è anche un mezzo efficace per prevenire ammalarsi con l’influenza, in primo luogo.

Se si sviluppa un’infezione batterica secondaria come complicanza di influenza, il medico può prescrivere l’antibiotico appropriato per curarla.