Pubblicato in 6 June 2019

Un Esperto pesa su terapia aggiuntiva per la malattia di Parkinson

Che cosa è add-on di trattamento per il Parkinson?

Add-on di trattamento implica il farmaco è considerato una terapia secondaria. E ‘ “aggiunto il” per il trattamento primario si è in.

Il trattamento primario comune per i sintomi motori del Parkinson è carbidopa-levodopa. Questo è considerato lo standard di trattamento di Parkinson. Altri farmaci possono essere considerati come un add-on di trattamento per i sintomi non motori. Per esempio:

  • dormire
  • vertigini
  • perdita di memoria
  • depressione
  • ansia
  • allucinazioni

Perché le persone con Parkinson di solito inizia con la terapia?

Ti verrà dato con la terapia se gli effetti della carbidopa-levodopa iniziano a scemare, o smettono di funzionare del tutto. Add-on terapie possono essere utilizzati anche per i sintomi più specifici come:

  • tremore a riposo
  • discinesia
  • congelamento di deambulazione

Quali sono i comunemente usato add-on terapie per il Parkinson?

Ci sono una vasta gamma di terapie add-on per i sintomi motori della malattia di Parkinson. Questi includono dopamina farmaci agonisti, quali:

  • ropinirolo
  • pramipexolo
  • rotigotina
  • apomorfina

Altri includono:

  • amantadina (sono disponibili entrambe le opzioni immediate e a rilascio prolungato)
  • monoamino ossidasi (MAO) quali selegilina, rasagilina e safinamide

C’è un catecol-o-metil (COMT) inibitore chiamato entacapone che deve essere assunta con carbidopa-levodopa. E, c’è un inalatore di levodopa recentemente rilasciato chiamato Inbrija che dovrebbe essere utilizzato con regolare regime di carbidopa-levodopa di qualcuno.

Quanto tempo ci vorrà terapia aggiuntiva per iniziare a lavorare? Come faccio a sapere che sta funzionando?

La risposta a questa dipende da quale terapia aggiuntiva si sta cercando. Il medico probabilmente vi iniziare con una dose più bassa e aumentare col passare del tempo. Questo vi aiuterà ad evitare eventuali effetti collaterali negativi.

I benefici possono essere visti entro la prima settimana per alcune persone. Si può richiedere più tempo. L’eccezione a questa è un’iniezione apomorfina e l’inalatore Inbrija. Si tratta di trattamenti ad azione rapida che funzionano in pochi minuti.

Che tipo di modifiche dello stile di vita che posso fare per gestire il mio Parkinson migliore?

La migliore modifica di lifestyle si può fare è in aumento la quantità di attività fisica che si sta facendo. Questo include cardio, così come alcuni esercizi di potenziamento muscolare e stretching.

Si raccomanda un minimo di 2,5 ore a settimana di esercizio fisico alla settimana. Non solo si sperimentare sollievo sintomatico, ma è possibile che impegnarsi in attività fisica può rallentare la progressione di malattia.

Se inizio terapia aggiuntiva, per quanto tempo sarò su di esso?

La risposta a questo varia, ma molti add-on trattamenti avrà un programma a tempo indeterminato, soprattutto se si dispone di un beneficio misurabile dalla terapia aggiuntiva. Alcune persone hanno bisogno di due o tre add-on trattamenti per gestire i loro sintomi motori del Parkinson come la loro malattia progredisce.

Farmaci utilizzati per i sintomi non motori sono di solito prese indefinitamente.

E ‘normale avere periodi di “off” durante il trattamento? Aggiungerà la terapia di impedirlo?

Sei improbabile che l’esperienza molti fuori periodi nella fase iniziale nella sua malattia. In realtà, non si può verificare qualsiasi a tutti. Come il vostro Parkinson progredisce, però, si inizia ad avere più fuori periodi. Il più delle volte, un adeguamento al piano di trattamento è tutto ciò che serve per ridurre al minimo i periodi off. Se add-on trattamento è necessario, si deve anche contribuire a diminuire o eliminare qualsiasi off periodi.

Ci sono dei rischi per non partire con la terapia?

Se stai riscontrando fuori periodi e non si avvia terapia aggiuntiva, si corre il rischio di diventare più fastidiosi. Questi off periodi possono cominciare a influenzare la qualità della vita e la capacità di svolgere le attività quotidiane, come fare il bagno, la pulizia della casa, o vestirsi.

Se la malattia è più progredito, la differenza tra on e off periodi può essere forte. Questo si può mettere a rischio di cadute, soprattutto se si verifica congelamento di deambulazione o di scarso equilibrio nel vostro off periodi.

Inoltre, molte persone con il morbo di Parkinson sviluppano ansia a causa del disagio estremo che sperimentano durante i periodi di riposo.


Sachin Kapur, MD, MS, completato la sua residenza di neurologia presso l’Università dell’Illinois a Chicago e il suo movimento disturbi borsa di studio presso il Rush University Medical Center di Chicago. Ha praticato disturbo del movimento e della neurologia per quasi otto anni prima di decidere di avviare la propria pratica dedicato alla cura delle persone affette da Parkinson e altri disturbi del movimento. Egli è il direttore medico dei disturbi del movimento presso avvocato Cristo Medical Center.