Pubblicato in 29 January 2019

La maternità mi ha costretto ad affrontare la mia ansia

Salute e benessere tocco ognuno di noi in modo diverso. Questa è la storia di una persona.

Madre Kim Walters * si è trovata uno giorno alle prese con una dolorosa, mal d’orecchio fastidioso che non sarebbe andato via. Riuscì a ottenere due bambini riluttanti vestite e in macchina in modo che potesse ottenere se stessa per il medico.

Come una mamma soggiorno-at-home che ha lavorato part-time in remoto, i bambini giocoleria era il suo normale - ma quel giorno ha preso un particolare tributo su di lei.

“Il cuore mi batteva fuori dal petto, mi sono sentito a corto di fiato, e la mia bocca era come il cotone. Mentre Sapevo questi come sintomi di ansia che avevo combattuto - e nascosto - per la maggior parte della mia vita, mi venne in mente che sarebbe ‘scoperto’ se non ho potuto ottenere insieme con il tempo ho avuto modo di ufficio del medico e hanno preso il mio vitali,”azioni Kim.

Aggiungendo alla sua ansia era il fatto che lei e suo marito sono stati volare il giorno successivo da Chicago per un viaggio senza-kid regione vinicola della California.

“Il fatto è che, se vi preoccupate per l’ansia a venire, arriverà. E lo ha fatto “, dice Kim. “Ho avuto il mio primo attacco di panico nell’ufficio del medico che nel mese di ottobre 2011. Non ho potuto vedere, doveva essere percorsa alla scala, e la mia pressione sanguigna era attraverso il tetto.”

Mentre Kim è andato sul viaggio a Napa Valley con il marito, lei dice che è stato un punto di svolta per la sua salute mentale.

“Quando sono tornato a casa, ho saputo che la mia ansia aveva raggiunto un picco e non stava andando verso il basso. Non avevo appetito e non riuscivo a dormire la notte, a volte svegliarsi in preda al panico. Non ho nemmeno voglia di leggere ai miei figli (che era la cosa che preferisco fare), e che è stato paralizzante “, ricorda.

“Avevo paura ad andare da nessuna parte che ero stato e mi sentivo in ansia, per paura avrei un attacco di panico.”

La sua ansia ha colpito quasi ovunque andasse - il negozio, biblioteca, dei bambini museo, parco, e non solo. Tuttavia, sapeva che stare dentro con due bambini non era la risposta.

“Allora, ho continuato ad andare a prescindere da come terribile avevo dormito la notte prima o come ansia mi sentivo quel giorno. Non mi sono mai fermato. Ogni giorno è stato faticoso e pieno di paura “, ricorda Kim.

Questo è fino a quando ha deciso di chiedere aiuto.

Trovare un terapeuta

Kim ha voluto scoprire se la sua ansia è stata aggravata dalla fisiologica così come motivi psicologici. Ha iniziato vedendo un medico di assistenza primaria che ha scoperto la sua tiroide non funzionava correttamente e prescritto farmaci appropriati.

Ha anche visitato un naturopata e dietista, che ha tentato di valutare se determinati alimenti innescato la sua ansia .

“Mi sentivo come stavo inseguendo dopo che qualcosa perché questo non ha aiutato”, dice Kim.

Intorno allo stesso tempo, un medico di medicina integrativa prescritto Xanax da prendere, se necessario, quando Kim si sentiva un attacco di panico venuta su.

“Non stava andando a lavorare per me. Io ero sempre in ansia, e sapevo che questi farmaci erano dipendenza e non soluzioni a lungo termine “, spiega Kim.

In ultima analisi, trovare il terapeuta giusto si è rivelata molto utile.

“Mentre l’ansia era sempre stato nella mia vita, ho fatto 32 anni senza vedere un terapista. Trovare uno sentiva scoraggiante, e ho passato quattro prima ho optato per uno che ha lavorato per me “, dice Kim.

Dopo la diagnosi di lei con ansia generalizzata , il suo terapeuta utilizzato la terapia cognitivo-comportamentale (CBT) , che ti insegna a reframe pensieri inutili .

“Per esempio, ‘Non sarò mai non essere di nuovo in ansia’ diventato ‘io possa avere un nuovo normale, ma posso vivere con l’ansia,‘”, spiega Kim.

Il terapeuta anche usato esposizione e risposta prevenzione (ERP), Che si espone per la paura e ti impedisce di evitarlo.

“Questo era più disponibile. L’idea dietro la terapia dell’esposizione è quello di esporre se stessi per le cose che hai paura di, più volte, a un ritmo graduale,”dice. “Esposizioni ripetute agli stimoli temuti ci permettono di ‘habituate’ per l’ansia e imparare che l’ansia in sé non è spaventoso.”

Il suo terapista assegnato i compiti. Per esempio, dal momento che ottenere la sua pressione sanguigna presa ansia innescata, Kim è stato detto di guardare i video di pressione sanguigna su YouTube, prendere la sua pressione sanguigna al supermercato, e tornare all’ufficio del medico dove ha avuto il suo primo attacco di panico e sedersi nella sala d’attesa.

“Mentre si cammina in Jewel a prendere la mia pressione sanguigna sembrava sciocco in un primo momento, mi sono reso conto come ho fatto più volte, ero sempre meno paura di essere spaventato”, dice Kim.

“Come ho affrontato le mie scatenanti di panico, invece di evitarli, altre situazioni, come prendere i bambini al museo o biblioteca è diventato anche più facile. Dopo circa un anno di costante paura, vedevo po ‘di luce.”

Kim ha visitato il suo terapeuta un paio di volte al mese per tre anni dopo il suo primo attacco di panico . Con tutti i progressi ha fatto, si sentiva il bisogno di aiutare gli altri che soffrono di ansia fanno lo stesso.

Pagare in avanti

Nel 2016, Kim è tornato a scuola per ottenere un master in lavoro sociale. Lei dice che non è stata una decisione facile, ma alla fine il migliore che abbia mai fatto.

“Sono stato 38 con due bambini e preoccupati per i soldi e tempo. E avevo paura. Che cosa succede se ho fallito? A questo punto, però, sapevo che cosa fare quando qualcosa mi ha spaventato - faccia esso “, dice Kim.

Con il sostegno del marito, la famiglia e gli amici, Kim si è laureato nel 2018, e ora lavora come terapeuta in un programma ambulatoriale in un ospedale di salute comportamentale in Illinois, dove si utilizza la terapia di esposizione per aiutare gli adulti con disturbo di personalità ossessivo-compulsivo (OCPD ) , disturbo da stress post-traumatico (PTSD) , e l’ansia .

“Mentre più sullo sfondo di quanto non lo sia mai stato, la mia ansia piace ancora di venire alla ribalta, a volte. Come ho imparato a fare quando mi ha afflitto la maggior parte, ho solo andare avanti a dispetto di essa “, spiega Kim.

“Guardando le persone che lottano molto più di quanto io abbia mai fatto affrontare le loro peggiori paure ogni giorno è fonte di ispirazione per me di continuare a vivere insieme a mia ansia, anche. Mi piace pensare che mi alzo fuori delle mie circostanze di essere governati dalla paura e ansia -. Da loro di fronte a”

Consigli per le mamme con disturbi d’ansia

Patricia Thornton , PhD, psicologo abilitato a New York City, dice l’ansia e disturbo ossessivo-compulsivo (OCD) tendono ad emergere circa 10 e 11 anni e poi di nuovo in giovane età adulta.

“Inoltre, ci sono momenti nella vita di qualcuno se hanno OCD o di ansia che porterà a un nuovo inizio dei sintomi,” Thornton dice Healthline. “A volte le persone sono state in grado di far fronte con disturbo ossessivo compulsivo o ansia e sono riusciti abbastanza bene, ma quando certe richieste diventano più eccessiva in quel momento che il disturbo ossessivo compulsivo e l’ansia può degenerare ed essere attivato.”

Come nel caso di Kim, la maternità può essere uno di questi momenti, aggiunge Thornton.

Per aiutare a gestire l’ansia durante la maternità, si suggerisce la seguente:

Riconoscere che è l’ansia, non il vostro bambino di

Quando nelle profondità di ansia, Thornton dice cercare di non trasmettere la propria ansia sui vostri figli.

“L’ansia è contagiosa - non come un germe - ma nel senso che se di un genitore in ansia, il loro bambino sta per salire su quel ansia,” dice. “E ‘importante se si vuole avere un figlio resiliente di non trasmettere la propria ansia e di riconoscere che è la vostra ansia.”

Per le mamme la cui ansia è innescato dalla paura per la sicurezza dei loro figli, dice, “Devi aiutare ad alleviare la propria ansia in modo da poter meglio prendersi cura dei vostri figli. Essere un genitore migliore sta permettendo i vostri bambini a fare cose che fanno paura, se è il processo di imparare a camminare o esplorare campi da gioco o di ottenere la loro patente.”

Non chiedere cari di fare quello che spaventa

Se prendere i vostri figli alle cause del parco temono, è naturale chiedere a qualcun altro di prendere loro. Tuttavia, Thornton dice facendo perpetua in modo che solo l’ansia.

“Molte volte, i membri della famiglia saranno coinvolti nel fare la costrizione per il paziente. Quindi, se una mamma dice: ‘non posso cambiare il pannolino del bambino,’ e il papà lo fa ogni volta, invece, che sta aiutando la prevenzione pratica mamma “, spiega Thornton.

Mentre molte persone vogliono aiutare facendo un passo dentro e alleviare l’ansia, dice la cosa migliore è per voi di affrontare da soli.

“Questo è difficile da navigare, perché amare le persone vogliono aiutare, così ho cari vanno in [terapia] sedute con i miei pazienti. In questo modo posso spiegare ciò che è utile per il paziente e ciò che non lo è.”

Per esempio, potrebbe suggerire che una persona cara dico una mamma con ansia: “Se non si può uscire di casa, posso prendere i bambini per te, ma questa è una soluzione temporanea. È necessario trovare un modo per essere in grado di farlo da soli.”

Accettare che vi sentirete in ansia

Thornton spiega che l’ansia è naturale in una certa misura, dato che il nostro sistema nervoso simpatico ci dice di lotta o fuga quando sentiamo il pericolo.

Tuttavia, quando il pericolo che viene percepito è dovuto a pensieri causata da un disturbo d’ansia, dice combattendo attraverso è la risposta migliore.

“Si vuole solo andare avanti e ammettere che sei in ansia. Per esempio, se il negozio o il parco sono pericolosi perché hai avuto un qualche tipo di risposta fisiologica quando eri lì che ti ha fatto sconvolto e innescato il sistema nervoso simpatico, [è necessario rendersi conto che] non c’è un reale pericolo o bisogno di fuggire ,” lei dice.

Piuttosto che evitare il negozio o parco, Thornton dice che si dovrebbe aspettare di sentirsi ansiosi in quei luoghi e sedersi con esso.

“Sappiate che l’ansia non sta per ucciderti. È possibile ottenere una migliore dicendo: ‘Va bene, sto diventando ansioso, e sto bene’”.

Ottenere un aiuto professionale

Thornton si rende conto che tutti i suoi suggerimenti sono un compito facile, e spesso richiedono un aiuto professionale.

Dice la ricerca mostra che CBT e ERP sono più efficaci per il trattamento di disturbi d’ansia, e consiglia di trovare un terapeuta che pratica entrambi.

“Le esposizioni verso i pensieri ei sentimenti [che causa ansia] e la risposta di prevenzione, che significa non fare nulla al riguardo, è il modo migliore per trattare i disturbi d’ansia”, dice Thornton.

“L’ansia non rimane allo stesso livello. Se si lascia solo che sia, andrà giù da solo. Ma [per le persone con disturbi d’ansia o disturbo ossessivo compulsivo], di solito i pensieri ei sentimenti sono così inquietante che la persona pensa di cui hanno bisogno di fare qualcosa.”

Il tempo per la cura di sé

Oltre a trovare tempo lontano dai vostri bambini e tempo per socializzare, Thornton dice l’esercizio può avere un impatto positivo su quelli con ansia e depressione.

“Sintomi d’ansia come il tuo battito cardiaco, sudorazione, e la testa leggera tutte possono essere gli effetti del grande esercizio. Esercitando, si sta riqualificazione vostro cervello a riconoscere che, se da corsa del vostro cuore, che non deve essere associato con il pericolo, ma può essere causato da essere troppo attiva “, spiega.

Si ricorda inoltre che l’esercizio cardio può elevare l’umore.

“Io dico ai miei pazienti di fare cardio tre o quattro volte a settimana,” dice.

Trovare un terapeuta

Se siete interessati a parlare con qualcuno, l’ansia e depressione Association of American ha un’opzione di ricerca per trovare un terapeuta locale .

* Il nome è stato cambiato per la privacy


Cathy Cassata è uno scrittore freelance specializzato in storie intorno la salute, la salute mentale e il comportamento umano. Lei ha un talento per la scrittura con emozione e di collegamento con i lettori in modo perspicace e coinvolgente. Per saperne di più del suo lavoroqui .