Pubblicato in 7 March 2016

Precoce della malattia di Parkinson Onset

Parkinson è una malattia progressiva del sistema nervoso centrale. La condizione è causata da una perdita di cellule nella zona del cervello che produce dopamina. E ‘ di solito diagnosticata nelle persone che sono nei loro primi anni ‘60. Le persone che sono diagnosticati prima dei 50 anni si dice che hanno ad esordio precoce di Parkinson.

Circa il 4 per cento dei circa 1 milione di americani con il morbo di Parkinson viene diagnosticato prima dei 50 anni Quel numero potrebbe essere più alto perché la malattia è spesso sottodiagnosticata nelle persone più giovani.

I sintomi della malattia di Parkinson sono spesso gli stessi, indipendentemente dall’età della diagnosi. Detto questo, i sintomi variano da persona a persona.

Recenti ricerche suggeriscono che i sintomi nonmotor spesso avvengono prima nei pazienti più giovani. Ciò comprende:

  • perdita dell’olfatto
  • stipsi
  • disturbo del comportamento REM
  • disturbi dell’umore, come la depressione o l’ansia
  • ipotensione ortostatica, o la pressione sanguigna bassa quando in piedi

Altri sintomi includono nonmotor:

  • disturbi del sonno, tra cui dormire troppo durante il giorno o troppo poco di notte
  • problemi alla vescica
  • variazione del desiderio sessuale
  • aumento della produzione di saliva
  • fluttuazione in peso
  • disturbi visivi
  • fatica
  • problemi cognitivi, come difficoltà a ricordare le cose o frequente confusione

sintomi motori sono comuni primi sintomi in quelli di tutte le età. Questi possono includere:

  • tremore a riposo, o costante agitazione movimento, anche se i muscoli sono rilassati
  • movimento rallentato ( bradicinesia )
  • rigidità muscolare
  • incurvamento della schiena
  • problemi di equilibrio

Non è chiaro esattamente ciò che provoca il morbo di Parkinson a qualsiasi età. I fattori genetici, fattori ambientali, o una combinazione dei due possono giocare un ruolo. Questa condizione si verifica quando le cellule si perdono nella parte del cervello che produce la dopamina. La dopamina è responsabile per l’invio di segnali cerebrali che controllano il movimento.

Alcuni geni sono associati con esordio precoce di Parkinson.

Secondo la Fondazione Nazionale di Parkinson , gli studi dimostrano che il 65 per cento delle persone con morbo di Parkinson che hanno esperienza di esordio prima dei 20 anni può farlo a causa di una mutazione genetica. Questa organizzazione suggerisce anche questa mutazione colpisce il 32 per cento delle persone che hanno esperienza di esordio tra i 20 anni ei 30 anni.

cause ambientali della condizione possono includere l’esposizione a tossine chimiche come alcuni insetticidi, fungicidi ed erbicidi.

L’ US Department of Veterans Affairs riconosce Parkinson come una malattia causata da esposizione a Agent Orange. Agent Orange è un erbicida prodotto chimico sintetico che è stato utilizzato per spruzzare la vegetazione e gli alberi durante la guerra del Vietnam.

Si può avere un rischio maggiore di sviluppare il morbo di Parkinson se:

  • sono un uomo
  • vivere in una zona dove esistono alcuni inquinanti organici o industriali
  • avere un lavoro che si espone a sostanze chimiche tossiche come il manganese o piombo
  • hanno avuto un trauma cranico traumatico
  • sono stati esposti a Agent Orange o di altri erbicidi
  • avere un lavoro che si espone a solventi chimici o bifenili policlorurati

Non esiste un singolo test per rilevare il morbo di Parkinson. Una diagnosi può essere difficile e richiedere del tempo. La condizione è di solito diagnosticata da un neurologo sulla base di una revisione dei sintomi e un esame fisico.

Un DaTSCAN Per visualizzare sistema della dopamina del cervello può aiutare a confermare la diagnosi. Gli esami del sangue e altri test di imaging, come ad esempio una risonanza magnetica, non diagnosticare il morbo di Parkinson. Tuttavia, essi possono essere utilizzati per escludere altre condizioni.

il trattamento di Parkinson mira a rallentare la progressione della malattia. opzioni di trattamento Farmaci possono comprendere i seguenti:

  • Levodopa è una sostanza chimica che è convertito in dopamina nel cervello. Le persone con esordio precoce di Parkinson possono verificarsi effetti collaterali più negativi, come ad esempio i movimenti involontari.
  • Inibitori MAO-B possono contribuire a ridurre la degradazione della dopamina nel cervello.
  • Gli inibitori delle catecol-O-metiltransferasi consentono di estendere gli effetti della Levodopa sul cervello.
  • Gli anticolinergici possono aiutare a ridurre i tremori.
  • Amantadina può essere utilizzata per migliorare il controllo dei muscoli e alleviare la rigidità.

La stimolazione cerebrale profonda

La stimolazione cerebrale profonda (DBS) è anche considerato una buona opzione per le persone con esordio precoce di Parkinson. Questo è perché le persone con esordio precoce di Parkinson hanno meno probabilità di avere altre malattie che possono causare complicazioni.

DBS è una procedura chirurgica in cui gli elettrodi sono collocati in aree specifiche del cervello. Questi elettrodi sono collegati ad un generatore. Il generatore è programmato per inviare impulsi elettrici al cervello.

La procedura può aiutare ad alleviare i seguenti sintomi:

  • tremore
  • rigidità
  • rigidezza
  • il movimento rallentato
  • difficoltà a camminare

Prendersi cura di una persona cara con esordio precoce di Parkinson può essere difficile. Se sei un badante per una persona con questa condizione, è importante ricordare la propria salute emotiva e fisica.

Non solo si tratta di una diagnosi difficile, si sta anche la gestione di un numero maggiore di responsabilità. Burnout è comune in operatori sanitari, in modo da assicurarsi che si sta check-in con le proprie esigenze.

La Michael J. Fox Foundation Centro per la ricerca di Parkinson consiglia questi suggerimenti per gli operatori sanitari:

Partecipa a un gruppo di sostegno

Partecipare a un gruppo di sostegno in grado di offrire uno sbocco per le vostre paure, le preoccupazioni e le frustrazioni. Si può anche conoscere nuovi farmaci, la ricerca, e suggerimenti di coping.

Espandi la tua equipe medica

Aggiungi come molti esperti con lo staff sanitario di cui hai bisogno per sostenere voi e il vostro amato. Questo include terapisti, nutrizionisti e specialisti del movimento.

soggiorno organizzato

Mantenere un calendario per tenere traccia delle visite mediche, farmaci ricariche ed i vostri propri obblighi.

Tieniti informato

Educare se stessi in modo da sapere cosa aspettarsi. Questo può aiutare a pianificare in anticipo in modo che non sei stato preso alla sprovvista da nuovi sintomi.

Guarda per la depressione

Rimani sintonizzato da vicino agli umori del vostro amato. Attenzione per i primi segni di depressione e ottenere aiuto, se necessario. Segni includono:

  • scoppi d’ira
  • alterazioni dell’appetito
  • problemi di sonno
  • ansia
  • agitazione
  • problemi cognitivi

Non trascurare le proprie esigenze

Non si può prendere cura degli altri se non si prende cura di te. Mantenere una dieta sana ed esercizio fisico regolare (anche se è solo facendo una passeggiata). Capire quello che aiuta a de-stress. Si può godere di diario, la meditazione, o lo yoga. Identificare i membri della famiglia o amici che interverrà quando si ha bisogno di una pausa.

Non c’è un modo determinante per prevenire il morbo di Parkinson a qualsiasi età. Ci sono passi si può prendere che possono aiutare a ridurre il rischio, tuttavia:

  • Bere caffeina. Uno studio pubblicato nelJournal of Alzheimer ha trovato che la caffeina può aiutare a ripristinare i primi sintomi motori e nonmotor legate al morbo di Parkinson.
  • Prendere farmaci anti-infiammatori. Una revisione di studi pubblicata dallaAmerican Academy of Neurology stabilito che i farmaci antinfiammatori noti come NSAID possono aiutare a prevenire il morbo di Parkinson.
  • Guarda i livelli di vitamina D. Molte persone con il morbo di Parkinson non ricevono abbastanza vitamina D . Supplementazione di vitamina D può aiutare a ridurre il rischio.
  • Rimani attivo. L’esercizio migliora la rigidità muscolare, la mobilità, e la depressione nei pazienti con Parkinson. Può anche contribuire a ridurre il rischio di contrarre la malattia.

Esordio precoce Parkinson è una malattia cronica grave. Farmaci e cambia stile di vita spesso alleviare i sintomi. Essi possono anche rallentare la progressione della malattia.

la ricerca di Parkinson è in corso. C’è la speranza che saranno sviluppati farmaci più efficaci, e che in ultima analisi, essere una cura.