Pubblicato in 9 October 2017

Tempo di tromboplastina parziale (PTT) Test: finalità e modalità

Un tempo di tromboplastina parziale (PTT) test è un esame del sangue che aiuta i medici a valutare la capacità del corpo di formare coaguli di sangue.

Il sanguinamento innesca una serie di reazioni conosciuta come la cascata della coagulazione. La coagulazione è il processo che il corpo utilizza per fermare l’emorragia. Cellule chiamate piastrine creano un tappo per coprire il tessuto danneggiato. Poi fattori di coagulazione del vostro corpo interagiscono per formare un coagulo di sangue. Bassi livelli di fattori della coagulazione possono impedire un coagulo formazione. Una carenza di fattori della coagulazione può portare a sintomi come eccessivo sanguinamento, epistassi persistenti, e ecchimosi.

Per testare le capacità di coagulazione del sangue del vostro corpo, il laboratorio raccoglie un campione di sangue in un flaconcino e aggiunge sostanze chimiche che renderanno il vostro coagulo di sangue. Il test misura quanti secondi ci vuole per un coagulo di forma.

Questo test è talvolta chiamato un tempo di tromboplastina parziale attivata (APTT) test.

Il medico può ordinare un test PTT per indagare sulle cause di sanguinamento prolungato o eccessivo. I sintomi che possono indurre il medico a richiedere questo test includono:

  • epistassi frequenti o pesanti
  • periodi mestruali pesanti o prolungati
  • sangue nelle urine
  • articolazioni gonfie e doloranti (causato da emorragia nei vostri spazi comuni)
  • ecchimosi

Il test PTT non può diagnosticare una condizione specifica. Ma lo fa aiuta il medico scoprire se i tuoi fattori di coagulazione del sangue sono carenti. Se i risultati del test sono anomali, il medico probabilmente bisogno di ordinare ulteriori test per vedere quale fattore il vostro corpo non sta producendo.

Il medico potrebbe anche utilizzare questo test per monitorare la sua condizione quando si prende il sangue più sottile eparina.

Diversi farmaci possono influenzare i risultati di un test PTT. Questi includono:

  • eparina
  • warfarin
  • aspirina
  • antistaminici
  • vitamina C
  • clorpromazina

Assicurati di dire il medico su tutti i farmaci assunti. Potrebbe essere necessario interrompere l’assunzione di loro prima della prova.

Come per qualsiasi esame del sangue, c’è un piccolo rischio di ecchimosi, sanguinamento, o infezione presso il sito di puntura. In rari casi, la vostra vena può diventare gonfio dopo un prelievo di sangue. Questa condizione è nota come flebite. L’applicazione di un impacco caldo più volte al giorno può trattare flebiti.

sanguinamento in corso potrebbe essere un problema se si dispone di un disturbo della coagulazione o state assumendo farmaci fluidificare il sangue, come il warfarin o aspirina.

Per eseguire il test, il flebotomo o l’infermiere prende un campione di sangue dal braccio. Hanno pulito il sito con un tampone imbevuto di alcool e inserire un ago in vena. Un tubo collegato all’ago raccoglie il sangue. Dopo aver raccolto abbastanza sangue, rimuovono l’ago e coprire il sito di puntura con un tampone di garza.

Il tecnico di laboratorio aggiunge sostanze chimiche per questo campione di sangue e misura il numero di secondi necessari per il campione di coagulare.

i risultati dei test normali PTT

risultati dei test PTT vengono misurati in secondi. risultati normali sono tipicamente 25 a 35 secondi. Ciò significa che ci sono voluti il ​​campione di sangue da 25 a 35 secondi a coagulare dopo l’aggiunta di sostanze chimiche.

Le norme precise per risultati normali possono variare a seconda del medico e di laboratorio, in modo da chiedere al medico se avete dubbi.

i risultati dei test anormali PTT

Ricordate che un risultato anormale PTT non diagnosticare alcuna particolare malattia. Esso prevede solo comprensione circa il tempo necessario per il vostro sangue a coagulare. malattie e condizioni multiple possono causare risultati anormali PTT.

Un risultato PTT prolungato può essere dovuto a:

  • condizioni riproduttive, come la recente gravidanza, gravidanza in corso o recente aborto spontaneo
  • emofilia A o B
  • carenza dei fattori della coagulazione del sangue
  • malattia di von Willebrand (un disturbo che provoca la coagulazione del sangue anormale)
  • coagulazione intravascolare disseminata (una malattia in cui le proteine responsabili della coagulazione del sangue sono anormalmente attivi)
  • ipofibrinogenemia (carenza del fattore di coagulazione del sangue fibrinogeno )
  • alcuni farmaci, come l’anticoagulanti eparina e warfarin
  • questioni nutrizionali, come la carenza di vitamina K e malassorbimento
  • anticorpi, tra cui anticorpi cardiolipina
  • lupus anticoagulanti
  • leucemia
  • malattia del fegato

L’ampia gamma di possibili cause di risultati anomali significa che questa prova da solo non è sufficiente per determinare quali condizioni si ha. Un risultato anomalo probabilmente chiederà il medico per ordinare ulteriori esami.

Tag: Salute,