Pubblicato in 12 February 2018

Krista a lungo la mia psoriasi mi ha fatto Braver: ecco perché

Ho avuto la psoriasi per poco più di 12 anni. Il viaggio dal momento che la mia diagnosi ha avuto i suoi alti e bassi. In alcuni punti della mia vita, mi sono sentito più forte, e in altri punti, più debole - ma attraverso tutto questo, ho sicuramente cresciuto più coraggioso.

Non posso attribuire il mio coraggio per me solo. La mia famiglia di sostegno e gli amici sono stati attraverso questo giro sulle montagne russe con me. Senza di loro, non sarei come fiducioso e coraggioso come sono diventato.

Giorno per giorno la fiducia

Di giorno in giorno, i miei sentimenti sulla mia psoriasi cambiamento. Se io sono super prurito o mal di un giorno, ovviamente, sarò in un umore basso. Quel giorno, io possa essere più stanco, meno concentrata, e in una foschia complessiva. Il rovescio della medaglia, quando la mia pelle è abbastanza docile, mi sento più vivace, attento e pronto ad affrontare qualunque sia il giorno getta su di me. Come chiunque, miei stati d’animo fluttuano anche attraverso il giorno come progredisce, negativamente o positivamente.

Sono sicuro che un sacco di gente si chiedono come mi sento per tutto il giorno, la fiducia saggio. E ‘qualcosa che ci penso molto. Durante la conversazione o l’interazione con il barista fare il caffè o qualcuno di nuovo che ho appena incontrato, ho sempre avere un mini conversazione con me stesso nella parte posteriore della mia mente. Sto indovinando alcune persone potrebbero pensare che sto con ansia chiedendo cose come: “Pensano che la mia pelle è grave o strano? Stanno cercando di capire cosa c’è di sbagliato con me?”

Ma non è vero! Invece, sto pensando cose come:

  • “Mi chiedo se si chiedono come sto mostrando la mia nuda pelle ‘viziata’?”
  • “Pensano Sono coraggioso per aver mostrato la mia pelle?”
  • “Pensano mia pelle sembra freddo o interessante?”

Questi tipi di domande sono in costante circondando la mia mente. Questo è forse un po ‘inaspettato, giusto?

Non è come se io non chiedo che cosa la gente pensa di me. E ‘solo che sto pensando di loro possibili pensieri in modo positivo. Mi chiedo se le persone sono attratte da mia personalità - a causa della mia psoriasi coraggio - e se gli piace quello che vedono sul piano estetico. Mi sento quasi come se la mia psoriasi mi ha fatto un po ‘troppo sicuro di sé, a volte! Tuttavia, non mi scuso per pensare come questo. L’ho detto prima, e continuerò a dirlo per sempre: La mia psoriasi mi ha trasformato la persona che sono oggi!

Imparare a essere coraggiosi

Se mi si è riunito oggi, si dovrebbe incontrare qualcuno che ama parlare della sua psoriasi. Mi piace la possibilità di educare le persone sulla psoriasi, l’artrite psoriasica, e malattie croniche. E ‘qualcosa che sta solo ora diventando un argomento di grande discussione, e sto cercando di cogliere tutte le opportunità che posso per essere parte di quella conversazione!

Tuttavia, se tu mi avessi incontrato in qualsiasi momento tra il 2007 e il 2011, sarebbe stata una storia diversa. Mia madre mi ha sollevato di non preoccuparsi di quello che gli altri pensano di me, così io sono sempre stato abbastanza fiducioso - ma ho ancora avuto la mia giusta quota di momenti di massima. Quando stai crescendo, è possibile vedere i vostri coetanei passando attraverso tutte le stesse fasi scomode al vostro fianco. Ma è diverso e difficile quando si è alle prese con la pelle psoriasi, e quando ci si guarda intorno, la pelle di tutti gli altri è chiara, liscia, e non infiammata. Ho attraversato quegli anni che nasconde la mia pelle, e di essere così paura di quello che gli altri potrebbero pensare di me.

Non è stato fino a quando mi sono laureato di scuola superiore che ho deciso che ero stanco di nascondersi. Ero stanco di lasciare che le persone hanno il controllo su di me con i loro pensieri, i loro sussurri, e le loro ipotesi. Era giunto il momento per me di prendere di nuovo il mio aspetto, e si sentono sicuri su di esso!

Ho raccolto i miei pensieri, e ho scritto un post di Facebook che spiega la mia condizione, e perché non avrei più nascondere la mia psoriasi. Ho postato con le immagini della mia pelle.

Una volta ho avuto far conoscere al mondo il mio segreto, mi sentivo libero. Mi ha permesso di facilitare in una mentalità e l’esperienza che è più tipico delle persone della mia età. Ho potuto indossare quello che volevo, ho potuto portare i capelli su se mi piaceva, e ho potuto sfoggiare il mio corpo che modo alcun che volevo! Non potevo credere quanto coraggioso ero diventato da un giorno all’altro. E ‘stata veramente una sensazione che non dimenticherò mai.

Ma condividere il mio segreto con il mondo non significa che i pensieri, i sussurri e le ipotesi sono stati magicamente spazzati via. Io sicuramente ancora affrontato con commenti maleducati e persone che colpiscono il naso nei miei affari. Mi sentivo ancora impacciato, a volte. Tuttavia, il modo in cui ho reagito a tali osservazioni e sentimenti cambiato. Ho bisogno di stare forte e avevo bisogno di continuare a dirmi che non c’è niente di sbagliato in me.

battaglie Giorno per giorno

Ogni giorno ci sono piccole battaglie che combatto con la mia psoriasi, come ad esempio:

  • Devo ricordare per idratare a esattamente il giusto grado di umidità dopo essere uscito dalla doccia. Ogni amico collega psoriasi capire questo.
  • Sperimento per imparare ciò che il trucco funziona e non funziona con la mia psoriasi sul mio viso.
  • Ho bisogno di ricordare di prendere il farmaco che mi fa andare avanti la mattina.

E ci sono a volte più grandi battaglie da combattere. Ho l’artrite psoriasica associato al mio psoriasi, quindi se non allungare correttamente quando mi sveglio, sono così dolente per il resto della giornata. Devo anche rilevare come la mia pelle si sente in alcuni vestiti in un dato giorno. Ad esempio, l’altro giorno ho indossava una felpa di lana in un giorno che ero molto squamosa. Le scale tenute prendendo piede le parti libere del maglione ed era così scomodo! Vorrei non aver di pensiero di quella mattina prima di andare al lavoro, ma sai com’è quando sei in ritardo!

l’asporto

Essere coraggiosi nella propria pelle non è un tipo di fornello-cutter di affare. Ognuno sta per passare attraverso la vita sentendosi diverso sui loro corpi, e questo è OK! Finché si tratta con i propri attributi mentali e fisici nel modo in cui funziona meglio per voi, allora si sta già facendo voi stessi un favore enorme. Ricordate sempre di amare se stessi, prendersi cura di sé, e di essere paziente con il tuo corpo e la mente. Il coraggio non è nato durante la notte, è cresciuto nel corso della vita.

Questo articolo è uno dei preferiti dai seguenti avvocati psoriasi: Nitika Chopra , Alisha Ponti , e Joni Kazantzis


@pspotted . Vive con la psoriasi in quanto la sua adolescenza e artrite psoriasica in quanto la prima età adulta. Il suo obiettivo primario di condividere la sua malattia con il mondo è quello di aiutare gli altri che non sono così sicuri nella propria pelle, squamosa o no, a sentire come se essi non sono soli. Lei spera di ispirare gli altri a sentirsi più accettata nel loro giorno per giorno vive con la loro malattia.