Pubblicato in 20 March 2018

Come una pedicure trasformato il mio rapporto con i miei psoriasi

Salute e benessere tocco ognuno di noi in modo diverso. Questa è la storia di una persona.

Per oltre 20 anni, ho vissuto con la psoriasi . E la maggior parte di quegli anni sono stati spesi nascosta. Ma quando ho cominciato a condividere il mio viaggio on line, ho improvvisamente sentito la responsabilità di me stesso - e per coloro che seguono me - di provare cose che mi ha fatto a disagio … o addirittura mi ha spaventato.

Una di quelle cose? Ottenere una pedicure.

Ho avuto la psoriasi in piedi per circa 10 anni, per lo più sul fondo. Ma, come ho ottenuto più vecchio, è diffuso alle cime dei miei piedi, le caviglie, e giù per la parte anteriore delle mie gambe. Perché ho pensato che i miei piedi erano brutti, sono andato di tutto per impedire ad altri di vederli. L’unica volta che ho anche pensato di esporli senza calze o trucco è stato quando ero in vacanza, per ottenere una abbronzatura.

Ma un giorno ho deciso di uscire dalla mia zona di comfort.

Ho fatto la scelta di smettere di usare la dichiarazione: Quando la mia pelle è chiara, allora lo farò.

E invece, ho sostituito con: Questo è difficile, ma ho intenzione di farlo.

lo farò

Il mio primo pedicure è stato nel mese di agosto del 2016. Prima di andare dentro per la mia prima visita, ho chiamato il centro benessere e parlato con una delle donne che vi lavoravano. Ho spiegato la mia situazione e chiesto se avevano familiarità con psoriasi e sentito a mio agio prendendo me come cliente.

Facendo questo ha veramente aiutato a calmare i miei nervi. Se avessi dovuto camminare in senza alcuna preparazione, probabilmente non sono andato a tutti, in modo da avere una discussione prima del tempo era essenziale. Non solo ero in grado di andare nel sapere che la persona che mi dà un pedicure andava bene con la mia psoriasi, sono stato anche in grado di fare in modo che sapeva di non utilizzare prodotti che potrebbero irritare la pelle e causare un flare .

Ho anche sentito che era importante per loro capire la mia situazione, nel caso in cui altri client ha visto la mia psoriasi e ho pensato che era contagiosa . Le persone che non hanno mai visto prima a volte può fraintendere.

Lo sto facendo!

Anche se avevo preparato per la mia prima visita, ero nervoso andando in. Mi hanno messo in una sedia nella parte posteriore per una maggiore privacy, ma comunque mi sono trovato a guardarsi intorno per vedere se qualcuno stava fissando.

Seduto sulla sedia, mi ricordo di sentirsi vulnerabile ed esposto in tanti modi. Ottenere una pedicure è un’esperienza molto intima. Qualcuno si siede di fronte a voi e comincia a lavare i piedi, che per me è stato imbarazzante, perché non era qualcosa a cui ero abituato. Ora che ho passato un paio di volte, è molto più comodo. Posso effettivamente sedersi e rilassarsi.

Condividi su Pinterest

L’intero processo dura circa un’ora e mezza. Ho scelto il mio colore delle unghie - di solito qualcosa di luminoso - allora Cathy, mia signora chiodo, comincia a bagnare i piedi e li preparazione per la pedicure. Dal momento che lei conosce la mia psoriasi, sceglie un sapone a base di aloe gentile. Si toglie il vecchio smalto, clip le unghie, poi i file e le loro appassionati.

Cathy utilizza una pietra pomice per levigare delicatamente il fondo dei miei piedi e pulisce le mie cuticole anche. Dopo di che, lei massaggi po ‘di olio sulle mie gambe e si pulisce giù con un asciugamano caldo. Era talmente rilassante.

Poi arriva il colore! Cathy mette su tre strati di colore rosa il mio preferito. Mi piace guardare lo smalto andare al chiodo e vedere come lucida è. Immediatamente, i miei piedi una volta “brutto” vanno da blando a bella. Lei sigilla con un top coat, poi si parte per l’essiccatore.

Perché io continuo a farlo

Gioia per me ricevere pedicure. Qualcosa che è così piccolo per la maggior parte delle persone è enorme per me. Non ho mai pensato che avrei fatto questo e ora sono diventati una parte importante della mia routine di auto-cura.

Avere le dita dei piedi fatto mi ha dato la fiducia necessaria per mostrare i miei piedi in pubblico. Dopo il mio primo pedicure, sono andato a una festa con un gruppo di persone di scuola superiore. Era freddo fuori - mi dovrebbe avere i calzini indossati e stivali - ma invece, ho indossato i sandali perché volevo mostrare il mio splendidi piedi.

Spero che condividere la mia esperienza sarà incoraggiare gli altri a fare qualcosa di fuori della loro zona di comfort. Non deve essere una pedicure - trovare qualcosa che hai state fermarsi se stessi da fare e fare un tentativo. Anche se ti fa paura … o soprattutto se si spaventa.

L’apertura può essere un modo per far passare l’imbarazzo e disagio. Come qualcuno che è stato trattenuto da psoriasi, mettendomi là fuori e superare la mia paura di pedicure ha fatto meraviglie per la mia crescita, la mia autostima, e la mia capacità di rock sandali!

Questa è la storia di Reena Ruparelia, come ha detto a Rena Goldman.