Pubblicato in 15 February 2018

Come Psoriasi Impacted mia vita sessuale - e come un partner può aiutare

Salute e la vita benessere tocco di ognuno in modo diverso. Questa è la storia di una persona.

Questo potrebbe essere difficile da credere, ma una volta che ho fatto sesso con un uomo che non aveva mai visto la mia pelle - e non avrebbe avuto la possibilità di vederlo - fino a quasi 10 anni più tardi.

Ora, si potrebbe pensare a te stesso: “Come è possibile?”

Beh, io ho la psoriasi. Ho avuto a che fare con traballante, secca, infiammata, cracking, sanguinamento, viola a placche di colore marrone scuro di pelle morta per la maggior parte della mia vita. Quando è al suo peggio, è visibile, difficile da nascondere, e poco attraente. E con esso arriva un carico di stigma, pregiudizi, e domande.

Quando qualcuno sta vivendo con insicurezze da una condizione della pelle, possono andare di tutto per non essere visto - che possono includere nascondersi, mentire, o evitare. Sono andato di tutto per nascondere la mia psoriasi, anche se questo significava … fare sesso con i miei vestiti.

Come ho riletto l’ultima affermazione, non mi riferisco solo rabbrividire. I miei occhi si gonfiano di lacrime. L’ormai 30 anni, mi può ancora sentire il dolore causato dalle insicurezze del 20-qualcosa donna che non avrebbe mai potuto fisicamente darsi, completamente. Mi guardo allo specchio e mi ricordo l’interno di 10 anni fa, “Tu sei bella”.

Una sensazione che non passa mai

La mia psoriasi è attualmente soppresso a causa di un trattamento efficace, ma quei sentimenti di non sentirsi abbastanza buono e quei timori di non essere desiderabile a causa della mia pelle ancora erodere la mia anima, come se fossi attualmente il 90 per cento coperto di placche. E ‘una sensazione che non va mai via. Si attacca con voi per sempre, non importa quanto sia chiara la pelle può essere attualmente.

Purtroppo, ho conversato con molti uomini e donne che vivono con psoriasi che si sentono allo stesso modo, non rivelando ai loro partner come la psoriasi colpisce veramente la loro anima e il benessere. Alcuni nascondono le loro insicurezze dietro la rabbia o di evasione. Alcuni evitare il sesso, le relazioni, il tatto, e l’intimità del tutto, a causa di timori di rifiuto o inadeguatezza.

Alcuni di noi vivono con psoriasi si sentono visto, ma per le ragioni sbagliate. Ci sentiamo visto per le imperfezioni della nostra pelle. norme sociali di bellezza e le incomprensioni associati a malattie visibili come la psoriasi può farti sentire come se la gente vede la sua condizione prima che effettivamente vedere voi.

navigazione rapporti

A volte, l’interazione con alcuni individui contribuisce solo a sentimenti negativi. Due dei miei amici, per esempio, hanno avuto la loro psoriasi usato contro di loro nelle loro relazioni sentimentali.

Recentemente, stavo interagire con un giovane, donna sposata su Twitter. Mi ha detto circa le insicurezze si sentiva di vivere con la psoriasi: non sentirsi abbastanza buono per il marito, non sentirsi attraente, sentendosi come un onere emotivo per la sua famiglia, e di auto-sabotaggio per sfuggire incontri sociali a causa di imbarazzo.

Le ho chiesto se aveva condiviso tali sentimenti con il marito. Ha detto che aveva, ma che hanno lavorato solo per frustrare lui. Ha chiamato la sua insicura.

Le persone che non vivono con malattie croniche, specialmente uno così visibile come la psoriasi, non possono iniziare a comprendere le lotte mentali ed emozionali di vivere con la psoriasi. Noi tendiamo a nascondere molte delle sfide interne che dobbiamo affrontare con la condizione tanto quanto la psoriasi stessa.

Come di essere lì per un partner con la psoriasi

Quando si tratta di intimità, ci sono cose che vogliamo farvi sapere - e le cose che vogliamo ascoltare e sentire - che non possiamo sentirci sempre comodo in realtà ti dice. Questi sono solo alcuni suggerimenti per come voi, in qualità di partner, può aiutare una persona che vive con la psoriasi si sentono positiva, confortevole, e aperto in un rapporto.

1. Fateci sapere siete attratti da noi

Gli studi dimostrano che la psoriasi può avere un forte impatto sulla di una salute mentale e l’autostima . Come qualsiasi partner, vogliamo sapere a trovare noi attraente. Dire al vostro partner che li trovate bello o bella. Fatelo spesso. Abbiamo bisogno di tutte le affermazioni positive che possiamo ottenere, in particolare da quelli più vicini a noi.

2. Riconoscere i nostri sentimenti, anche se non si comprendere appieno

Ricordate la giovane donna da Twitter che ho citato sopra? Quando il marito ha chiamato il suo insicuro, che veniva da un luogo di amore - ha detto che lui non se ne accorge di lei e la psoriasi non è disturbato da esso, così lei deve smettere di preoccuparsi così tanto. Ma adesso è troppo spaventata per condividere i suoi sentimenti con lui. Essere gentile con noi, essere gentile. Riconoscere ciò che diciamo e come ci sentiamo. Non sminuire i propri sentimenti solo perché non li capisce.

3. Non utilizzare la nostra malattia per insultare noi

Spesso, la gente va al di sotto della cintura quando avere una discussione con i loro partner. La cosa peggiore che si può fare è dire qualcosa di offensivo per quanto riguarda la nostra malattia per rabbia. Ho trascorso 7 12 anni con il mio ex-marito. Non ha mai detto una volta nulla della mia psoriasi, non importa quanto male ci siamo battuti. Il vostro coniuge non potrà mai fidarsi di te stesso se li insulti circa la loro malattia. Essa influenzerà la loro autostima in futuro.

4. Potremmo facciamo le cose non convenzionali in camera da letto - di essere paziente

Ho usato per indossare abiti con il primo ragazzo mi sono dato a. Non ha effettivamente vedere la mia pelle fino a 10 anni più tardi, quando ho postato una foto su Facebook. Vorrei indossare coscia-alti e in genere camicia a maniche lunghe un pulsante verso il basso, in modo che non riuscivo a vedere le mie gambe, le braccia, o posteriore. Le luci erano sempre di essere fuori, senza eccezioni. Se si dispone di un partner che sembra stia facendo cose strane in camera da letto, comunicare con loro in modo amorevole per arrivare alla fonte del problema.

Vivere con la psoriasi non è facile, e di essere un partner a qualcuno con la condizione può presentare delle sfide, anche. Ma quando si tratta di essere intimo, la chiave è da ricordare che questi sentimenti e anche insicurezze sono provenienti da un luogo reale. riconoscerli, e lavorare attraverso di loro insieme - non si sa mai quanto più forte il vostro rapporto potrebbe crescere.


Alisha Ponti ha combattuto con psoriasi grave per oltre 20 anni ed è il volto dietro Essere Me in My Own , un blog che mette in luce la sua vita con la psoriasi. I suoi obiettivi sono quelli di creare empatia e compassione per coloro che sono meno compresi, attraverso la trasparenza di sé, paziente di advocacy, e l’assistenza sanitaria. Le sue passioni sono la dermatologia, la cura della pelle, così come la salute sessuale e mentale. Potete trovare Alisha su Twitter e Instagram .