Pubblicato in 19 August 2015

Parlando della tua Psoriasi: campioni e suggerimenti

La psoriasi è una condizione spesso frainteso. Se avete la malattia, si sa che parlarne può essere difficile e frustrante.

Capire di più sulla tua psoriasi e pensando al futuro sui modi per affrontare questioni o gestire le conversazioni può contribuire a rendere il processo più semplice.

Vantaggi di parlare di psoriasi

Parlando la psoriasi può essere intimidatorio. Potreste scoprire che la vostra famiglia e gli amici hanno domande circa la vostra malattia cronica, ma sono imbarazzati o nervoso per chiedere loro.

Il mantenimento di un dialogo aperto è importante per diverse ragioni, tra cui:

  • ti aiuta a mettere, e quelli che si trascorrere del tempo con, a suo agio
  • vi tiene in controllo della narrazione
  • chiarire eventuali opinioni preconcette o fatti non corretti sulla psoriasi
  • ti aiuta a sentirsi meno soli nel trattare con la sua malattia
  • favorendo un clima di comprensione e compassione
  • che impedisce di “imbottigliamento up” le tue emozioni

Parlando la sua condizione può anche contribuire ad alleviare lo stress, che è un trigger psoriasi. Se sei costantemente in ansia e preoccuparsi di come discutere la psoriasi, potrebbe peggiorare i focolai.

7 Psoriasi Trigger da evitare

Cose da considerare

Ci sono alcune cose da considerare prima di iniziare una conversazione. Ancora più importante, riconoscere che chi parli è una decisione personale. Ci sono risorse per aiutare lungo la strada, ma alla fine la scelta e la tempistica è vostra.

Ecco alcune linee guida della National Psoriasis Foundation (NPF) e Lisa Copen, fondatore di Riposo Ministeri , per aiutarvi a decidere quando è il momento per una conversazione psoriasi.

  • Pensate a vostro pubblico e di essere selettivi su chi si condivide la sua condizione con, soprattutto se si sta iniziando un nuovo trattamento.
  • Capire che alcune persone saranno più ricettivi e di comprensione circa la sua condizione di altri.
  • Considerare raccontare la famiglia e gli amici intimi subito, ed educandoli sulla psoriasi. Potrai apprezzare il loro sostegno, e questo vi aiuterà ad eliminare qualsiasi imbarazzo o incomprensione.
  • Siate aperti di cose che può e non può fare. Non fare attività che possono peggiorare i sintomi perché sei imbarazzato per essere onesti su come ci si sente. Parlare di alternative che funzionano per tutti gli interessati.
  • Chiedere aiuto e far conoscere che cosa possono fare per aiutare. La maggior parte delle persone che vogliono aiutare, ma non può sapere come fare.

Conosci i tuoi punti di discussione

Ci sono domande che sono comuni nelle conversazioni psoriasi. Incoraggiare il dialogo produttivo con i seguenti quattro punti di discussione:

  1. La psoriasi non è contagiosa.
  2. La psoriasi è una malattia cronica in modo avrete a che fare con esso in una certa misura per il resto della tua vita.
  3. Psoriasi e la sua gravità variano da persona a persona. Non ci sono due casi sono simili.
  4. La psoriasi provoca sia disagio fisico e psicologico.

E ‘importante per aiutare le persone a capire la psoriasi impatto ha sulla vostra vita. Essi non possono comprendere le lotte emotive e fisiche quotidiane che dovete affrontare.

Un sondaggio condotto dalla NPF ha trovato che la psoriasi colpisce la vita delle persone nei seguenti modi:

  • La psoriasi provoca problemi di sonno e l’intimità sessuale.
  • Psoriasi rende difficile camminare, sedersi, o in piedi per lunghi periodi, e di utilizzare le mani.
  • La psoriasi può avere un impatto negativo sull’occupazione.
  • Le persone con psoriasi sono costretti quasi ogni giorno per spiegare la malattia.
  • Le persone con psoriasi spesso ricevono servizio scadente nei ristoranti, saloni di parrucchieri, piscine pubbliche, palestre, o negozi al dettaglio.

La psoriasi è una condizione visibile e gli impatti e le persone della tua vita. Parlarne può essere scomodo, ma l’anticipazione della discussione è spesso peggiore della conversazione reale.

Non si dovrebbe avere a che fare con la psoriasi da solo. La maggior parte delle persone saranno ricettivi, di sostegno, e la comprensione quando si parla con loro sulla malattia. Come risultato di apertura, si riceve più del supporto e l’incoraggiamento necessario.