Pubblicato in 25 July 2012

Pielonefrite: sintomi, cause, il trattamento, Gravidanza & More

pielonefrite acuta è un’infezione improvvisa e grave ai reni. Essa provoca i reni a gonfiarsi e può permanentemente danneggiarli. Pielonefrite può essere pericolosa per la vita.

Quando si verificano ripetuti o persistenti attacchi, la condizione è chiamata pielonefrite cronica. La forma cronica è rara, ma succede più spesso nei bambini o persone con ostruzioni delle vie urinarie.

I sintomi compaiono solitamente entro due giorni di infezione. I sintomi più comuni sono:

Altri sintomi possono includere:

  • agitazione o brividi
  • nausea
  • vomito
  • dolori generali o sensazione di malessere
  • fatica
  • pelle umida
  • confusione mentale

I sintomi possono essere diversi nei bambini e negli adulti più anziani di quanto non siano in altre persone. Ad esempio, confusione mentale è comune in adulti più anziani ed è spesso il loro unico sintomo.

Le persone con pielonefrite cronica possono sperimentare solo lievi sintomi o può anche mancare del tutto sintomi evidenti.

L’infezione di solito inizia nel tratto urinario inferiore come un’infezione del tratto urinario (UTI) . I batteri entrano nel corpo attraverso l’uretra e cominciano a moltiplicarsi e diffondersi fino alla vescica. Da lì, i batteri viaggiano attraverso gli ureteri ai reni.

Batteri come E. coli sono spesso causa l’infezione. Tuttavia, qualsiasi grave infezione nel sangue può diffondersi anche ai reni e causare pielonefrite acuta.

pielonefrite acuta

Qualsiasi problema che interrompe il normale flusso di urina provoca un maggior rischio di pielonefrite acuta. Ad esempio, una delle vie urinarie che è una dimensione o forma insolita è più probabile che portare a pielonefrite acuta.

Inoltre, urethras delle donne sono molto più breve di quello degli uomini, quindi è più facile per i batteri di entrare i loro corpi. Questo rende le donne più inclini a infezioni renali e li mette a più alto rischio di pielonefrite acuta.

Altre persone che sono maggiormente a rischio includono:

  • chiunque con calcoli renali croniche o altre condizioni reni o della vescica
  • adulti più anziani
  • le persone con sistema immunitario soppresso, come le persone con il diabete , l’HIV / AIDS , o il cancro
  • le persone con reflusso vescico-ureterale (una condizione in cui piccole quantità di urina backup dalla vescica negli ureteri e reni)
  • le persone con un ingrossamento della prostata

Altri fattori che possono rendere vulnerabili alle infezioni comprendono:

pielonefrite cronica

forme croniche della malattia sono più comuni nelle persone con ostruzioni delle vie urinarie. Questi possono essere causati da infezioni del tratto urinario, reflusso vescico-ureterale o anomalie anatomiche. pielonefrite cronica è più comune nei bambini che negli adulti.

Gli esami delle urine

Un medico controllerà per la febbre, la tenerezza nell’addome, e altri sintomi comuni. Se si sospetta un’infezione renale, si ordinare un test delle urine. Questo li aiuta a verificare la presenza di batteri, la concentrazione, sangue e pus nelle urine.

esami di imaging

Il medico può anche ordinare un’ecografia per cercare cisti, tumori, o altre ostruzioni del tratto urinario.

Per le persone che non rispondono al trattamento entro 72 ore, una TAC (con o senza mezzo di contrasto iniettabile) può essere ordinato. Questo test può anche rilevare ostruzioni all’interno del tratto urinario.

l’imaging radioattivo

Un acido dimercaptosuccinic (DMSA) prova può essere ordinata se il medico sospetta cicatrici a causa di pielonefrite. Questa è una tecnica di imaging che traccia un’iniezione di materiale radioattivo.

Un operatore sanitario inietta il materiale attraverso una vena del braccio. Il materiale viaggia quindi ai reni. Le immagini scattate come il materiale radioattivo passa attraverso i reni mostrano zone infette o cicatrici.

antibiotici

Gli antibiotici sono il primo corso di azione contro pielonefrite acuta. Tuttavia, il tipo di antibiotico il medico sceglie dipende se i batteri possono essere identificati. Se non viene utilizzato un antibiotico ad ampio spettro.

Anche se i farmaci in grado di curare l’infezione entro 2 o 3 giorni, il farmaco deve essere preso per tutto il periodo di prescrizione (di solito 10 a 14 giorni). Questo è vero anche se si sente meglio.

Le opzioni antibiotiche sono:

  • levofloxacina
  • ciprofloxacina
  • cotrimossazolo
  • ampicillina

ricovero in ospedale

In alcuni casi, la terapia farmacologica è inefficace. Per una grave infezione ai reni, il medico può ammettere all’ospedale. La durata del soggiorno dipende dalla gravità della sua condizione e quanto bene si risponde al trattamento.

Il trattamento può includere idratazione endovenosa e antibiotici per 24 a 48 ore. Mentre siete in ospedale, i medici monitoreranno il tuo sangue e delle urine per monitorare l’infezione. È probabile che riceve un valore di antibiotici per via orale 10 a 14 giorni a prendere dopo il gioco è dimessa dall’ospedale.

Chirurgia

Ricorrenti infezioni renali possono derivare da un problema medico di base. In tali casi, la chirurgia può essere necessaria per rimuovere eventuali ostruzioni o per correggere eventuali problemi strutturali nei reni. La chirurgia può essere necessaria per drenare un ascesso che non risponde agli antibiotici.

Nei casi di grave infezione, una nefrectomia può essere necessario. In questa procedura, un chirurgo rimuove parte del rene.

La gravidanza provoca molti cambiamenti temporanei nel corpo, inclusi i cambiamenti fisiologici nel tratto urinario. Aumento progesterone e aumento della pressione sui ureteri possono risultare in un aumento del rischio di pielonefrite.

La pielonefrite nelle donne in gravidanza in genere richiede il ricovero in ospedale. Si può minacciare la vita di madre e del bambino. Si può anche aumentare il rischio di parto prematuro. Le donne incinte sono trattati con antibiotici beta-lattamici per almeno 24 ore fino a quando i loro sintomi migliorano.

Per prevenire la pielonefrite nelle donne in gravidanza, una cultura delle urine dovrebbe essere condotta tra le settimane 12 e 16 di gravidanza. Un UTI che non ha sintomi può portare allo sviluppo di pielonefrite. Rilevare l’UTI precoce può prevenire l’infezione del rene.

Secondo l’ American Urological Association , negli Stati Uniti, più di un milione di viaggi al pediatra sono fatte ogni anno per infezioni del tratto urinario pediatrica. Le ragazze sono maggiormente a rischio se più di un anno. I ragazzi sono più a rischio se sotto lo stesso, soprattutto se sono circoncisi.

I bambini con infezioni del tratto urinario hanno spesso febbre, dolore e sintomi correlati al tratto urinario. Un medico dovrebbe affrontare questi sintomi immediatamente prima che possano svilupparsi in pielonefrite.

La maggior parte dei bambini possono essere trattati con antibiotici per via orale in maniera ambulatoriale. Scopri di più su infezioni del tratto urinario nei bambini.

Una possibile complicanza di pielonefrite acuta è la malattia renale cronica. Se l’infezione continua, i reni possono essere danneggiati in modo permanente. Anche se raro, è anche possibile per l’infezione di entrare nel flusso sanguigno. Questo può portare ad un’infezione potenzialmente mortale chiamata sepsi .

Altre complicazioni includono:

Pielonefrite può essere una condizione grave. Rivolgersi al proprio medico non appena si sospetta che si dispone di pielonefrite o un UTI. Questa condizione richiede un intervento immediato, quindi prima di iniziare il trattamento, meglio è.

consigli di prevenzione

  1. Bere molti liquidi per aumentare la minzione e rimuovere i batteri dall’uretra.
  2. Urinare dopo il sesso per aiutare a scovare i batteri.
  3. Pulire da davanti a dietro.
  4. Evitare l’uso di prodotti che possono irritare l’uretra, come lavande o spray femminile.