Pubblicato in 26 September 2018

Sollievo da emicrania cronica: farmaci e altri trattamenti

Emicrania cronica è definito come un attacco di emicrania che si verifica 15 o più giorni al mese, per almeno tre mesi. Episodi spesso durano quattro ore o più.

Emicrania cronica è una condizione comune. Le stime vanno da circa l’1 per cento a un massimo di 5 per cento delle persone in tutto il mondo che soffrono di emicrania cronica.

La depressione, ansia e altri problemi, come problemi di sonno sono comuni anche tra le persone con emicrania cronica.

Il trattamento può consistere di terapie acute, prevenzione e complementari. I medici possono anche prescrivere terapie per affrontare condizioni coesistenti, come la depressione.

trattamenti acuti sono i farmaci presi al primo segno di emicrania. Questi trattamenti non impediscono l’emicrania, ma offrono sollievo dal dolore durante un episodio. La maggior parte di questi farmaci deve essere preso al primo segno di emicrania per i migliori risultati.

Il più comunemente prescritti farmaci per il trattamento acuto siamo:

Ogni classe di farmaci è indirizzata a un altro sito che possa contribuire allo sviluppo delle emicranie.

Almeno sette triptani differenti sono attualmente disponibili. Essi influenzano l’attività della serotonina. Questo è un importante prodotto chimico di segnalazione nel cervello. Esempi di triptani sono:

  • sumatriptan (Imitrex)
  • naratriptan (Amerge)
  • eletriptan (Relpax)

Vari farmaci sono a disposizione per aiutare a prevenire il mal di testa che si verificano. Nel 2010, i medici cominciarono prescrivere tossina botulinica ( Botox ) per questo scopo.

Un’analisi 2013 ha concluso che questa terapia riduce gli attacchi mensili da parte 50 percentoo più in alcune persone. Ma può anche causare effetti negativi che potrebbero indurre alcuni a interrompere la terapia.

Altri trattamenti efficaci di prevenzione includono:

Questi farmaci hanno meno probabilità di causare effetti collaterali intollerabili. Alcuni non sono specificamente approvati per la prevenzione dell’emicrania, però.

Una nuova classe, chiamati antagonisti CGRP, Sono state introdotte come un’altra opzione per la prevenzione dell’emicrania.

Topiramato per la prevenzione di emicrania cronica

Topiramato (Topamax) è un farmaco originariamente approvato per il trattamento di crisi epilettiche in persone con epilessia . E ‘ora approvato anche dalla US Food and Drug Administration (FDA) per prevenire l’emicrania cronica. Il farmaco può prevenire il mal di testa, ma gli effetti collaterali possono tenere alcune persone dal prendere su una base a lungo termine.

potenziali effetti collaterali includono:

  • confusione
  • pensiero rallentato
  • biascicamento
  • sonnolenza
  • vertigini

Tuttavia, i ricercatori suggeriscono che è efficace e ragionevolmente ben tollerato. Farmaci simili includono valproato e gabapentin .

I beta-bloccanti per la prevenzione dell’emicrania

I beta-bloccanti sono considerati la terapia di prima linea per la prevenzione dell’emicrania cronica. Anche se i medici non sanno perché i beta-bloccanti possono aiutare, molte persone trovano portarli riduce il numero di mal di testa che ottengono.

Per quanto non espressamente approvato per questo uso, beta-bloccanti, come il propranololo , sono relativamente poco costoso.

Loro hanno un minor numero di effetti collateralirispetto ad alcuni altri farmaci. Sono normalmente utilizzati per il trattamento di disturbi d’ansia e aiutare a controllare la pressione arteriosa alta. Altri farmaci di questa classe comprendono:

Depressione e disturbi d’ansia sono comuni tra le persone che hanno l’emicrania.Ricercasuggerisce che un peggioramento della depressione è spesso legata ad un maggior rischio di emicrania episodica diventare emicrania cronica. E ‘importante per i medici di valutare e trattare le persone con emicrania per la presenza di depressione o ansia.

Alcuni farmaci antidepressivi sono stati utilizzati con successo nel trattamento della depressione e di ridurre l’emicrania recidive. farmaci adatti comprendono anzianiantidepressivi triciclici, Come amitriptilina o imipramina. Botox può anche agire come un antidepressivo, in base alla ricerca emergente .

Oltre alla prescrizione di farmaci, altre terapie possono offrire qualche sollievo da emicrania cronica. L’evidenza suggerisce che alcuni integratori alimentari possono essere efficaci in una certa misura, come ad esempio:

La maggior parte di questi rimedi hanno il vantaggio di essere ben tollerato e meno costoso di farmaci da prescrizione, con minori effetti collaterali noti.

Inoltre, l’esercizio aerobico e l’agopuntura hanno dimostrato di offrire qualche sollievo. Altri promettenti terapie alternative includono:

studi clinici preliminari indicano un dispositivo sperimentato per l’uso in lesioni del midollo spinale può rivelarsi utile per la prevenzione dell’emicrania cronica.

Noto come stimolatore del nervo occipitale, il dispositivo eroga una corrente elettrica debole direttamente al cervello attraverso elettrodi impiantati. Ampiamente chiamato neuromodulazione periferico, la tecnica di “shock” nervo occipitale o altre parti del cervello è un estremo, ancora promettente nuova terapia.

Anche se non ancora approvato per questo uso da parte della FDA, la tecnologia è sotto inchiesta per il trattamento off-label di emicrania cronica.

Una nuova classe di farmaci chiamati antagonisti di CGRP sono sotto inchiesta per la prevenzione dell’emicrania, anche. La FDA ha recentemente approvato enerumab-aooe (Aimovig) per questo motivo. Diversi altri farmaci simili sono nelle prove.

Mentre sono in genere ben tollerato, il costo elevato e la necessità di iniezioni mensili significa che può essere un po ‘di tempo prima che questi farmaci sono ampiamente utilizzati.